SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Enrico Ruggeri e i Decibel portano il tour “L’Anticristo” a Senigallia

Il cantautore, tornato alle origini rock: "niente di blasfemo, tutt'altro. Un piacere suonare in territorio che amo da sempre"

Autonoleggio Mariotti Senigallia
I Decibel

Ancora biglietti disponibili per il concerto dei Decibel di Enrico Ruggeri, che venerdì 13 aprile, dalle ore 21.30, si esibiranno al Teatro La Fenice nella prima tappa del loro tour teatrale, dopo il debutto del 6 aprile (Data Zero) ad Aprilia, nel Lazio.


Un tour che nelle prossime settimane toccherà le principali città italiane, per promuovere il nuovo album “L’Anticristo”, contenente anche il singolo “Lettera dal Duca”, di successo al recente Festival di Sanremo.

E’ il leader Enrico Ruggeri a presentare il live di Senigallia:

“proporremo un concerto “vero” – sottolinea – di musica cantata e suonata: in una parola, vissuta, come sempre meno accade al giorno d’oggi, dove anche le esibizioni dal vivo spesso diventano sinonimo di virtuale. I nostri concerti non sono mai uguali”.

Ruggeri – che ha appena ottenuto la cattedra di Storia della musica del dopoguerra al Conservatorio Verdi di Milano (“una grande soddisfazione, rock e classica sono affini) – ha un legame con Senigallia che parte da lontano, da molto prima della sua partecipazione alla Partita del Cuore del 2017: “per anni ho trascorso le vacanze e Marotta (di cui nel 2015 ha ricevuto la cittadinanza onoraria e località che gli ha ispirato il testo della canzone “Il mare d’inverno”, poi cantato da Loredana Bertè), sin dall’adolescenza, e per noi ragazzi di allora Senigallia era un po’ come Las Vegas. Sono legato a questi territori, e alle Marche in generale”.

Enrico Ruggeri e Maurizio MangialardiDi certo, dopo tanti successi come cantautore (ma pure come conduttore televisivo e radiofonico), Ruggeri ha scelto di rischiare, riabbracciando i compagni di un tempo (Silvio Capeccia, tastiere e Fulvio Muzio, tastiere e chitarre) e ritornando nei Decibel, uno dei gruppi simbolo del punk-rock italiano di fine anni Settanta e inizio Ottanta, trampolino di lancio per il cantante grazie soprattutto al successo nazionale del brano icona “Contessa” (1980).

“Ma il mio pubblico è abituato ai miei cambiamenti – precisa il cantante milanese, classe 1957 – e devo dire che i fans hanno accolto benissimo la reunion dopo oltre 30 anni. Insomma, ci stiamo divertendo e ci divertiremo anche a Senigallia”.

In scaletta i brani più noti dei Decibel, che hanno quattro album all’attivo nella formazione originale (1978, 1980 e gli ultimi due del post-reunion, nel 2017 e 2018): a partire, ovviamente, dalla già citata e immancabile “Contessa”.

“Oggi il rock è ormai riservato a una élite, in giro c’è molta musica di carta velina. Siamo fieri di essere delle mosche bianche e presentiamo “L’Anticristo” con grande entusiasmo”, aggiunge: un titolo senz’altro provocatorio,ma non blasfemo. Anzi, visto che siamo nella città di papa Pio IX, direi che questo nome sarebbe piaciuto anche a lui. Perché l’Anticristo non è altro che il pericolo che incombe, quella congrega di persone che decide il destino, economico e non, del mondo, sfruttando la sempre più scarsa coscienza della gente”.

Biglietti dai 25 (II Settore) ai 30 euro (I Settore) più diritti di prevendita: acquistabili al Teatro La Fenice e sul circuito vivaticket.

Promozione riservata agli abbonati Amat: Primo settore 20 euro; secondo settore 15 euro (in entrambi i casi il prezzo è comprensivo dei diritti di prevendita).

Per informazioni è possibile contattare il numero 3351776042 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13).

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura