SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
SenigalliaNotizie.it - Metti il tuo banner

Ilaria Ramazzotti resta in Giunta a Senigallia, con deleghe a pari opportunità e gemellaggi

Mangialardi: "Dobbiamo spingere su acceleratore. Sviluppo città sostenibile e periferie passeranno a Memè e Monachesi"

3.184 Letture
commenti
Ilaria Ramazzotti

“Al termine di un franco e serio confronto, questa mattina ho rimesso nelle mani del sindaco Maurizio Mangialardi tutte le deleghe assessorili ricevute nel 2015. Dopo un’attenta e ponderata riflessione, libera dagli eccessi di impulsività che purtroppo hanno caratterizzato alcune recenti dichiarazioni pubbliche, riconosco che l’impegno da me messo in questi quasi tre anni di mandato forse non sempre si è rivelato efficace e ha costretto il sindaco a sopperire.

Di ciò ovviamente me ne dispiaccio, anche perché ho lasciato che, soprattutto di recente, problemi personali interferissero nella mia attività amministrativa. Resto in ogni caso a disposizione del sindaco e dell’Amministrazione comunale, nel caso si volesse prendere in considerazione un mio reintegro nell’esecutivo, magari con un ridimensionamento delle deleghe in precedenza assegnatemi”.

Così l’assessore Ilaria Ramazzotti circa le voci circolate in questi giorni riguardo la possibilità di rassegnare le dimissioni dalla giunta comunale.

Sulla questione interviene il sindaco Mangialardi: “Prendo atto di quanto dichiarato dall’assessore Ilaria Ramazzotti. Comprendo le sue difficoltà personali e apprezzo la sua onestà intellettuale nel riconoscere i propri limiti. Bene anche che l’assessore sia consapevole del fatto che i risultati attesi dal nostro programma di mandato in settori strategici come lo sviluppo della città sostenibile e le periferie siano stati conseguiti grazie soprattutto a un lavoro collegiale.

Tuttavia, a due anni dalla fine del mandato, è necessario che ciascuno di noi abbia piena cognizione della necessità di spingere sull’acceleratore per completare il programma amministrativo e che ciò significa intensificare il lavoro e la disponibilità per il bene della città. In tal senso, è evidente che problemi di natura personale non possono inficiare l’attività amministrativa. Per tali ragioni, al momento ho deciso di ritirare alcune deleghe all’assessore Ramazzotti, lasciandole quelle alle Pari opportunità e ai Gemellaggi, rimandando la decisione definitiva a una prossima verifica. Le  deleghe revocate saranno a breve riassegnate agli assessori Maurizio Memè e Enzo Monachesi.

Commenti
Ci sono 7 commenti
ozymandias
ozymandias 2018-04-11 14:22:49
Ma perfavore.
Quindi, per differenza, significa che per metà del suo mandato, il sindaco ha ritenuto che queste tematiche venissero affrontate con lentezza, e incompetenza?
Non credo che quello che ci viene qui descritto, sia il reale motivo...Io ci leggo molta ripicca, poi magari mi sbaglierò...
Ma cosa avrà mai fatto, l'assessore Ramazzotti?
Gnagnolo
Gnagnolo 2018-04-11 14:31:50
Auto da fé.
lory
lory 2018-04-11 14:39:41
Ilaria, Non sono una sua elettrice, ma la persona che si trova davanti a me in questo momento ha votato proprio lei. E né io, né la mia amica, crediamo a questa versione.
Sembra più, che lei si sia piegata a causa della pressione che stava subendo in questi giorni, e per non subire ulteriormente ora qui ha dichiarato queste cose. Io non vorrei che lei si sia piegata di fronte a qualche tipo di prepotenza, Ilaria.
E proprio perché assessore alle pari opportunità, non dovrebbe farlo.
Infatti le due deleghe, vengono passate a due uomini.
Come donne le siamo vicine, ma personalmente, siamo entrambe indignate per questa vicenda, dai contorni poco chiari.
Paperinik
Paperinik 2018-04-11 16:00:09
Più che piegarsi si è calata le braghe, ha accettato di essere relegata a "bambolina" pur di tenersi la poltrona. Questa è la verità. Ai due fidi scudieri del Sindaco, Monachesi e Memè, viene dato ancora più potere. Di fatto in Giunta comandano le tre "M", Mangialardi, Memè e Monachesi, tutti gli altri sono un semplice "contorno" che non conta nulla.
Mario2 2018-04-11 18:48:15
Lo sviluppo della città sostenibile e le periferie siano stati conseguiti grazie soprattutto a un lavoro collegiale. Mi pare evidente che il Sig. Sindaco non l'ha mai vista la periferia di Senigallia oppure esiste un altra Senigallia su Marte.
paolofiore 2018-04-12 09:32:05
La chiave di volta, a mio avviso sono i RIFIUTI. Argomento, anche alla luce dell'ultima trovata regionale, che metterà in imbarazzo chi se ne occuperà ( a meno che non sia d'accordo nel continuare a prendere in giro la gente ).
Io, come da anni faccio, continuerò a scriverlo e spero di aver torto ma fino ad oggi il tempo mi ha dato ragione. Vedrete che il costo dei rifiuti, per come sono stati gestiti da quando è iniziata la differenziata, a partire dal ex CIR33 al Comune di Senigallia che è stato l'ago della bilancia nella decisione degli altri Comuni, continuerà ad aumentare nonostante l'ultima novità, a mio avviso ridicola, approvata in Regione.
Fiore all'occhiello poi il fatto della sembra più probabile nascita dell'impianto a Biogas prodotto dai NOSTRI rifiuti organici di Casine di Ostra gestito da privati invece che dalla Provincia o altro ente di NOSTRA PROPRIETA' (nel mancato rispetto delle regole comunitarie dove il rifiuto deve produrre una economia CIRCOLARE e non a fondo perduto). Riflettete gente riflettete.
A Disposizione come sempre
lory
lory 2018-04-12 20:16:53
Personalmente trovo inqualificabile, oggi, leggere sul giornale che gli assessori non hanno libertà di parola, se non aurorizzati dal sindaco.
Monachesi ha un'attività Facebook così intensa, che mi chiedo dove trovi il tempo. Dubito che ogni suo messaggio sia autorizzato.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura