SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Morbillo, allontanati dal servizio altri sei operatori dell’ospedale di Senigallia

Si tratta di 4 persone del reparto di ostetricia e 2 di radiologia: provvedimento temporaneo in attesa dei test immunologici

5.784 Letture
commenti
Antica Trattoria da Marion - Ristorante sul lungomare di Senigallia
L'ospedale di Senigallia

Sei operatori sanitari, oltre all’ostetrica risultata malata, sono stati allontanati dal servizio, perché non immuni al morbillo. Si tratta di un provvedimento temporaneo, valido solo in attesa che vengano resi noti i dati immunologici relativi agli operatori coinvolti.
Poi, se negativi, potranno tornare al lavoro; altrimenti perdurerà anche per loro l’allontanamento dal servizio per i 18 giorni utili a debellare la malattia o a concludere la fase di incubazione e vederne quindi l’insorgenza.

E’ ciò che si apprende dalla direzione medica del presidio ospedaliero senigalliese. “Abbiamo contattato tutti gli operatori e dipendenti dell’ASUR e i pazienti che potrebbero essere stati a stretto contatto con l’ostetrica – ha dichiarato la dott.ssa Silvana Seri – nel periodo di incubazione del morbillo. Tra gli operatori soltanto sei operatori, quattro del reparto di ostetricia e due di radiologia, sono risultati non vaccinati contro il morbillo o non hanno contratto la malattia precedentemente o non si ricordano di averla contratta“. Motivo per cui è scattato anche per loro l’allontanamento dal servizio come dispongono le linee guida diffuse dal ministero della salute.

Per quanto riguarda i pazienti presenti nel pronto soccorso nei momenti in corrispondenza dei turni lavorativi dell’ostetrica, sono state contattate almeno 25 persone di cui ben 11 sono risultate non immuni al virus del morbillo. Il servizio malattie infettive del dipartimento di prevenzione dell’Asur-Area Vasta n.2 ha informato le persone sulle procedure e soprattutto sui comportamenti da tenere per evitare il rischio di diffusione della malattia.

Si tratta della procedura d’emergenza che scatta ogni qual volta c’è il rischio che una malattia – in particolare quelle altamente diffusive quale appunto il morbillo – possa diffondersi in maniera non controllata. Per questo è stato costituito un primo gruppo di lavoro con la partecipazione dei medici del dipartimento di prevenzione, la direzione infermieristica per turni operatori, pronto soccorso, direzione medica ospedaliera, divisione ostetricia e pediatria.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura