SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Wispone - WiADSL RELAX - Connessione a internet ultra veloce e affidabile

“Contro i nuovi fascisti ci saremo sempre”

Gli attivisti di Arvultùra: "L'obiettivo della manifestazione era impedire l'apologia di fascismo. Ci siamo riusciti"

4.564 Letture
13 commenti
La manifestazione antifascista contro gli attivisti di Casa Pound

Che cosa è successo ieri a Senigallia? Centro storico blindato per ore e una città che al posto del solito “struscio” del sabato sera ha dovuto assistere sgomenta ad una militarizzazione in grande stile da parte della forza pubblica, momenti di tensione e confusione. Perché? La domanda andrebbe rivolta alle nostre beneamate istituzioni che nei giorni scorsi, con una decisione grave e sconsiderata, hanno dato l’autorizzazione ad una organizzazione dichiaratamente neofascista a manifestare pubblicamente nel centro della nostra città.

Tutti sappiamo bene che dietro la sigla “Blocco Studentesco” si cela in realtà Casa Pound, un’organizzazione xenofoba, razzista e violenta. Gente che gira nelle proprie città armata e responsabile di innumerevoli accoltellamenti e vili pestaggi. Ricordiamo a tutti, solo per fare un esempio, che Amedeo Mancini, mentre uccideva a pugni pochi mesi fa a Fermo Emmanuel (un ragazzo di colore che stava semplicemente passeggiando con la propria fidanzata), indossava proprio una maglia di Casa Pound…

Sabato 8 aprile, nel sedicente “Blocco Studentesco” di studente non ce n’era neanche uno e, cosa ancor più grave, non c’era praticamente neanche un senigalliese. Sono dovuti venire da tutta la regione per fare questa comparsata perché a Senigallia non esistono e non dovranno mai esistere. Senigallia invece c’era, eccome se c’era, ed era dall’altra parte. La manifestazione antifascista contro gli attivisti di Casa PoundNonostante la notizia della presenza di Casa Pound sia circolata in città solo 24 ore prima, oltre cento antifascisti della nostra città si sono spontaneamente radunati per fare quello che la costituzione dice di fare: impedire l’apologia di fascismo in ogni forma in cui essa si manifesti. Collettivo studentesco, precari e cittadini di Senigallia si sono autorganizzati con un passaparola spontaneo per guastare i piani degli xenofobi e dei loro accoliti nel grave silenzio delle istituzioni cittadine.

Fin dalle prime ore del pomeriggio un presidio rumoroso e determinato ha costretto i fascisti del terzo millennio a trincerarsi dietro le forze dell’ordine, impedendogli di fatto di spargere la loro propaganda intrisa di odio, razzismo e violenza fine a se stessa. Era il nostro obiettivo e lo abbiamo ampiamente raggiunto. Questo sabato deve essere un monito per tutti: ogni volta che in questa città si tenterà di piantare il seme dell’odio e del fascismo noi saremo là ad estirparlo. Le organizzazioni di estrema destra, qualsiasi esse siano, sono estranee alla storia di questa città e dovranno continuare ad esserlo. C’eravamo ieri, ci siamo oggi, ci saremo anche domani. Ai nostri posti ci troverete!

Commenti
Ci sono 13 commenti
Mario2 2017-04-10 08:20:43
Art. 21 « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
Per quanto nobili siano le vostre motivazioni purtroppo siete uguali ai 20 che stavano in piazza solo che siete di più, tra l'altro se è vero che siete andati in 100 per 20 persone che nessuno avrebbe cagato di striscio siete anche dei vigliacchi.
È' incredibile come tanta gente invece di cercare di risolvere i veri problemi in un paese alla canna del gas stia ancora ad inscenare queste pagliacciate di piazza tra ideologie del secolo scorso.
Ingrao
Ingrao 2017-04-10 12:08:36
La "riorganizzazione del disciolto partito fascista", già oggetto della XII disposizione transitoria e finale della Costituzione della Repubblica Italiana, si intende riconosciuta, ai sensi dell'art. 1 della citata legge,
« quando un'associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista. »
La legge n. 645/1952 sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma,la costituzione di un'associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.
È vietata perciò la ricostruzione del PNF, del PFR e del NSDAP. Ogni tipo di apologia è punibile con un arresto dai 18 mesi ai 4 anni.
La norma prevede sanzioni detentive per i colpevoli del reato di apologia, più severe se il fatto riguarda idee o metodi razzisti o se è commesso con il mezzo della stampa[1]. La pena detentiva è accompagnata dalla pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici[1].
BlackCat
BlackCat 2017-04-10 15:09:37
Dove c'è famiglia non c'è Casa (Pound)...
Indiana Pips
Indiana Pips 2017-04-10 15:11:09
Scrivere un articolo come questo e mandarlo alla stampa, dimostra ancora una volta come una parte dei giovani sia oggi una totale nullità, come appunto lo sono questi sedicenti difensori del nulla. Poveracci loro e le famiglie che si ritrovano figli nullafacenti intrisi di odio e senza un minimo di cervello. 4 gatti sono e 4 gatti rimangono, non contano nulla fortunatamente, hanno il seguito del pifferaio magico.
Mario2 2017-04-10 15:25:14
Benissimo allora se si sono macchiati di tale reato che le Forze dell'Ordine facciano applicare la Legge Vigente ma lo squadrismo rosso o nero che sia secondo me è sempre sbagliato e comunque ti ricordo che abbiamo problemi enormemente più importanti in Italia di 20 persone che giocano al fascistello, tipo un governo non eletto dal popolo.
BlackCat
BlackCat 2017-04-10 15:30:16
@Mirella: fortuna esiste lei che alza la media... Lei che probabilmente fa parte di quella generazione che ha ridotto questo paese ad un colabrodo.
giulio 2017-04-10 18:12:31
Bene. Bravi. Adesso perchè non fate un'altra bella manifestazione? Per cosa? Il rincaro illegittimo e ingiustificato della Tari, naturalmente.
mimmo990
mimmo990 2017-04-10 18:50:01
Girolametti, chi?
Mario2 2017-04-10 18:59:34
@Giulio figurati, non si morde la mano del padrone, rivoluzionari a comando, ma per favore.
papero 2017-04-10 20:27:27
Parlate tanto di demmocrazia e libertà quando poi siete i primi a violare la libertà di parola e con violenza nn da centro sociale ma da fascisti, vi scontrate con chi la pensa diversamente da voi, io c'ero con salvini e con casa pound e gli atti di violenza sono partiti entrambe le volte da voi centri sociali, che i fascisti forse lo siete voi? Continuate a farvi (...omissis...) dentro il vostro centro fasciosociale che è meglio
octagon 2017-04-10 21:20:13
siete ridicoli e...anche un po fascisti!
Ingrao
Ingrao 2017-04-11 09:45:30
grazie ragazzi...senigallia antifascista sempre
iz6qzm 2017-04-11 15:33:13
Al di là della eterna lotta tra il "bene" ed il "male", che tanto ha dato da fare ai filosofi di ogni tempo portando positività ed innovazione nei modi e metodi di analisi e discernimento, il rammarico di leggere in diversi commenti ignoranza (voce del verbo ignorare) e superficialità tipici di chi di chi si espone solamente in essi, invece di essere attori fattivi. Le pecore belano, i lupi cacciano!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno