SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: rubano le offerte in chiesa, subito scoperti e arrestati

Un 47enne rumeno e un 43enne di Campobasso bloccati dai Carabinieri che passavano davanti la chiesa della Maddalena

3.366 Letture
commenti
Ristorante Trattoria Le Stagioni - San Marcello
Furto alla chiesa della Maddalena a Senigallia

Tentano il furto in chiesa ma il reato viene scoperto dopo pochi minuti da una pattuglia di passaggio. E’ quanto accaduto a Senigallia, dove i Carabinieri hanno tratto in arresto due uomini colpevoli di aver rubato le offerte alla chiesa della Maddalena di via Cavallotti, proprio a fianco della caserma dell’Arma.

Il fatto è avvenuto intorno alle 11:40 di martedì mattina, 28 febbraio, come testimoniato dall’impianto di videosorveglianza interno alla chiesa. I due – un 47enne romeno, da anni in Italia e domiciliato a San Benedetto del Tronto, e un 43enne originario della provincia di Campobasso e domiciliato ad Ancona – si sono diretti alla cassetta delle offerte in fondo alla navata; mentre l’uno illuminava con una torcia elettrica l’interno della cassetta attraverso la piccola fessura, l’altro infilava un metro avvolgibile estraendo le banconote. Furto alla chiesa della Maddalena a SenigalliaPoi, sono usciti per far perdere le tracce ma in quel momento passava una pattuglia dell’Arma: hanno tentato di allontanarsi velocemente a piedi sull’attigua via Mazzolani ma il comportamento ha insospettito i militari che li hanno bloccati, accompagnati negli uffici della caserma per l’identificazione.

Entrambi sono risultati carichi di precedenti per furto, estorsione e truffa. Uno di essi inoltre annoverava precedenti per furto in luoghi di culto. La risultanza ha insospettito il luogotenente Lopriore, comandante della Stazione, che si è recato subito nella vicina chiesa della Maddalena, dotata di un sistema di videosorveglianza, per prendere visione dei filmati che li hanno incastrati. Dalla perquisizione personale sono emersi nascosti nella scarpa del 43enne una piccola torcia a led, mentre nelle mutande del 47enne una rullina metrica avvolgibile, recante all’estremità un nastro biadesivo. I soldi e gli attrezzi sequestrati dai Carabinieri a SenigalliaI due inoltre sono stati trovati in possesso di 45 euro in banconote di piccolo taglio tutte accartocciate. Gli oggetti sono stati sottoposti a sequestro mentre il denaro è stato restituito al rettore della chiesa.
I due, inoltre, sono stati riconosciuti per essere gli autori, con la medesima tecnica, dei furti di offerte consumati a fine gennaio nella cappella attigua alla camera mortuaria dell’Ospedale di Senigallia.
Il 47enne è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della caserma di via Marchetti, mentre il 43enne è stato accompagnato presso un Centro di Pronta Accoglienza in regime di arresti domiciliari. Questa mattina il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto rinviando l’udienza al 16 aprile.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura