SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Go Internet - Connessione Casa in 4G LTE Senigallia

Riunito COC a Senigallia dopo sisma. Verifiche in città e nella Valmisa. Scuole chiuse il 31/10

Vigili del Fuoco sul territorio: chiamate al 115 per lesioni non gravi a edifici. Cade intonaco nel Duomo. Rinviata partita pallacanestro

10.365 Letture
commenti
Terremoto: crepe nell'intonaco del Duomo di Senigallia

Il sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, ha annunciato di aver attivato il COC (Centro Operativo Comunale) dopo la violenta scossa di terremoto che ha colpito l’appennino umbro-marchigiano e che ha fatto tremare mezza Italia. Dalla riunione arriveranno la decisione di eventuali provvedimenti e la rilevazione di eventuali danni al patrimonio immobiliare.

AGGIORNAMENTO – Scuole chiuse il 31/10/2016 a Senigallia e nella Valmisa
In via precauzionale, al fine di consentire già  da domenica 30 ottobre tutti i controlli sugli edifici, lunedi 31 tutte le scuole di Senigallia resteranno chiuse.

L’Amministrazione Comunale di Corinaldo comunica che tutte le scuole rimarranno chiuse lunedì 31 ottobre, in attesa di altre verifiche e sopralluoghi. Inoltre, in accordo con la Parrocchia di Corinado comunica che per ragioni di sicurezza le messe serali previste al Santuario Santa Maria Goretti di domenica 30 ottobre si terranno presso il centro di accoglienza alla Casa Natale di Santa Maria Goretti.

Lunedì 31 ottobre 2016, le scuole di Arcevia di ogni ordine e grado compreso l’asilo nido rimarranno chiuse in via precauzionale, per controllarne lo stato. L’Amministrazione sta effettuando i sopralluoghi con i tecnici comunali e i vigili del fuoco per controllare gli edifici pubblici e le segnalazioni dei privati. I rilievi proseguranno anche nei prossimi giorni.

Rinviata a data da destinarsi la partita della Pallacanestro Senigallia, in programma a Campli (TE)

Nella zona di Senigallia iniziano ad arrivare alcune segnalazioni di piccole lesioni, di poco conto secondo quanto riferito dai Vigili del Fuoco del distaccamento cittadino, che sono impegnati a rispondere alle molte richieste di sopralluogo che stanno arrivando al 115.

Sarebbe più importante l’entità delle lesioni nei centri storici dei paesi della Valmisa: a Corinaldo si è verificata la stabilità di un campanile e da altri comuni arrivano nuove richieste di intervento. Man mano che ci si addentra verso l’appennino e verso le valli più verso il maceratese, aumentano le segnalazioni di danni e le precauzioni adottate, secondo quanto ci segnalano gli stessi Vigili del Fuoco: a Maiolati Spontini si sta procedendo all’evacuazione di una casa di riposo.

La messa delle 7.30 nella Cattedrale di Senigallia è stata interrotta e i fedeli sono stati fatti uscire in fretta, a causa della caduta di alcuni pezzi di intonaco all’interno del Duomo, subito dopo la scossa di terremoto.

Terremoto: crepe nell'intonaco del Duomo di SenigalliaTerremoto: crepe nell'intonaco del Duomo di SenigalliaTerremoto: fedeli fuori dal Duomo di Senigallia

Foto di Massimo Mariselli

Commenti
Ci sono 4 commenti
Ingrao
Ingrao 2016-10-30 12:08:20
sindaco si ricordi le aziende di senigallia la maggior parte sono strutture in carton gesso
fra77 2016-10-30 12:38:37
Sentita forte anche a Senigallia. Spero che da oggi in poi il governo non si azzardi più a parlare di grandi opere! La priorità è proteggere ciò che abbiamo ed è li che bisogna agire. La situazione è preoccupante. Solidarietà ai popoli coinvolti.
leofax 2016-10-30 19:33:54
Anche da noi, 86 anni fa, il 30 ottobre del 1930, alle ore 8,13 ci fu un grosso terremoto.
sere 2016-10-31 11:05:22
ingrao ... che vuoi dire ?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura