SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Un’altra Lanzarote: sulle tracce di Cesar Manrique

Sull'isola delle Canarie troviamo l'immenso lascito culturale di uno dei suoi più grandi artisti

Lanzarote - Fondazione Cesar Manrique

Lanzarote è l’isoletta ubicata nell’estremità nord orientale dell’Arcipelago delle Canarie. Con le sue oasi marine incontaminate, i paesaggi lunari, i Jameos del Agua, Cueva de los Verdes e gli altri fenomeni naturali legati al Vulcano de La Corona, l’isola rappresenta la destinazione ideale per chi vuole assaporare il vero spettacolo della natura e rilassarsi in un luogo di infinita bellezza. In pochi però sanno che Lanzarote è anche uno scrigno di attrattive culturali di immenso pregio, che permettono di entrare in contatto con le grandi personalità legate all’isola.

Un esempio è la Fondazione Cesar Manrique, una sorta di paradiso per gli amanti di arte, architettura e natura. L’ente in questione conserva e promuove l’immenso lascito culturale di uno dei suoi più grandi artisti, Cesar Manrique, ovvero il genio delle architetture naturali, che ha impreziosito Lanzarote con diversi capolavori concepiti per esaltare la reale bellezza dell’isola. Le opere di Manrique sono distribuite in tutto l’arcipelago delle Canarie, ma si concentrano proprio a Lanzarote, dove l’artista nacque nel 1919 e dove, dopo numerosi viaggi in giro per il mondo, si ristabilì negli ultimi anni della sua vita: un periodo fertile e di grande creazione, durante il quale riuscì a produrre alcune delle sue opere più belle. Se volete visitarle, questo è il periodo perfetto: on line iniziano a comparire i primi last minute per le Canarie a prezzi abbordabili e le onde del turismo estivo lasciano ancora qualche mese di tregua. Certo, se volete conoscere la vera Lanzarote, potrebbe essere opportuno evitare la comodità dei pacchetti già pronti tipo Yalla Yalla, per preferire la più faticosa costruzione del proprio viaggio dai fa te.

Ad ogni modo, potete iniziare a scoprire le gemme di Manrique recandovi a Guatiza, nel Nord dell’isola, dove sorge il meraviglioso Jardín de Cactus. Si tratta di una vasta oasi verde che raccoglie più di 1400 esemplari di cactus provenienti da tutto il mondo, realizzata seguendo le direttive di Manrique e segnalata dalla presenza di una sua imponente installazione. Nelle vicinanze, si trova anche il Mirador del Río, uno dei belvedere più suggestivi al mondo, che si affaccia scenograficamente sui paesaggi della parte alta del Risco de Famara, con le sue strutture mimetizzate dalla roccia vulcanica. Spostandovi verso est, incontrerete poi il grandioso MIAC Castillo de San José, un’ex fortezza militare in rovina, riportata in vita dall’artista con il progetto del Museo Internazionale di Arte Contemporanea di Lanzarote, oggi allestito al suo interno con le opere di artisti come Miró, Tàpies, Millares e Alechinsky. Nel cuore dell’isola, invece, potete visitare la Casa Museo del Campesino e l’imponente Monumento alla Fecondità ubicato al suo ingresso, mentre sull’isolotto di Hilario avrete modo di concedervi un’incredibile esperienza gastronomica all’interno del Ristorante El Diablo, un altro impressionante capolavoro firmato Manrique, collocato all’interno di un vulcano nel Parque Nacional de Timanfaya.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura