SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La Diocesi di Senigallia organizza un momento di preghiera per la festa del lavoro

Sabato 30 aprile il Giubileo del Lavoro alla chiesa della Maddalena

1.320 Letture
commenti
Centro La Merendina - Iscrizione attività estive 2016
La chiesa della Maddalena, in via Cavallotti, a Senigallia

Da alcuni anni la Chiesa italiana alla vigilia del primo maggio organizza nelle Diocesi un momento di riflessione e preghiera sul lavoro.

Nell’attuale contesto sociale di crisi del lavoro si è inserita con più forza del passato la presenza della Chiesa italiana e delle diocesi: far riflettere sul valore del lavoro e la sua dignità e sui requisiti perché il lavoro porti mezzi per vivere alle persone e alle famiglie, senza furbizie e senza speculazioni.

Siamo nell’anno del Giubileo e da qui nasce l’iniziativa del Giubileo del Lavoro, prevista per sabato 30 aprile prossimo. Alle ore 17.00 l’appuntamento è alla chiesa della Maddalena (di fianco all’Opera Pia ‘Mastai – Ferretti’) per un momento iniziale di riflessione; poi ci sarà il breve pellegrinaggio verso la Porta santa del Duomo e alle ore 18.00 la celebrazione della S.Messa prefestiva, con il vescovo Franco Manenti.

Lo spirito della Comunità cristiana su questo tema è quello della condivisione dei problemi, della solidarietà con strumenti diversi di sostegno e dello stare insieme per promuovere idee e soluzioni, ma anche quello di affidarsi al Padre e invocare il suo aiuto in un momento così difficile sul fronte del lavoro.

Questo Giubileo diocesano vuol essere quindi un momento di comunione e di sostegno, affidandoci tutti alla speranza cristiana che non delude e ci stimola a sviluppare i nostri talenti, pensando al futuro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura