SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Banca Marche: “azionisti e obbligazionisti erano risparmiatori, non speculatori”

L'avv. Canafoglia (Unione Nazionale Consumatori) interviene a Ballarò: "Articoli nel decreto sono, secondo noi, incostituzionali"

8.028 Letture
commenti
Frantoio Le Cune - Olio extravergine biologico - Palazzo di Arcevia
L'avvocato Corrado Canafoglia interviene su Rai Tre a Ballarò

Gli azionisti e obbligazionisti di Banca Marche non erano speculatori, ma semplici risparmiatori che si sono ritrovati con carta straccia nelle mani“. Così si è espresso l’avvocato Corrado Canafoglia, dell’Unione Nazionale Consumatori, che è intervenuto martedì sera, 8 dicembre, in diretta tv su Rai Tre a “Ballarò“, nella puntata che si occupava della vicenda delle quattro banche, tra cui Banca Marche, salvate da un decreto governativo domenicale che ha cancellato centinaia di milioni di euro di risparmi.

All’avvocato che opera a Senigallia è stata data la parola per esprimere a gran voce la netta contrarietà al provvedimento intrapreso il 22 novembre scorso che ha di fatto messo in difficoltà centinaia di migliaia di risparmiatori, piccoli imprenditori che avevano creduto nella “banca del territorio”. Quasi 44mila gli azionisti coinvolti per oltre 740 milioni di euro di crediti.

L'avvocato Corrado Canafoglia interviene su Rai Tre a BallaròNello studio di Rai Tre era presente anche il presidente degli azionisti privati, Bruno Stronati, e il sottosegretario al Ministero dell’Economia Enrico Zanetti a cui sono state rivolte alcune domande: primo, il perché della clausola di segretezza a cui sono soggetti tutti gli organismi che si occupano della vicenda Banca Marche e la conseguente documentazione; secondo, l’impossibilità per azionisti e obbligazionisti (obbl. subordinate) di agire in sede civile contro chi ha causato lo stato di passività della banca e contro chi doveva controllare lo stato delle cose.
Domande alle quali, secondo l’avvocato, non è stata data risposta dal sottosegretario.

Articoli secondo noi incostituzionali – continua Canafoglia che è stato ospite di altre trasmissioni come “L’aria che tira” su LA7 – e per cui daremo battaglia con esposti per i quali stiamo raccogliendo le adesioni, già arrivate a migliaia“.

Allegati

Posted by Giorgio Quadraroli on Martedì 8 dicembre 2015

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura