SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Amianto: tetti logorati, lastre spezzate e tubi rotti rinvenuti nei pressi di via Capanna

La segnalazione di due cittadini: "ennesimo gravissimo rischio per la salute dei cittadini di Senigallia"

2.875 Letture
commenti
Centro Teatrale Senigalliese - Scuola di teatro popolare - Corsi 2015
Residui di tubi in amianto rinvenuti a Senigallia

Sono stati due cittadini a segnalare la presenza di tubi rotti dell’acquedotto in disuso e altri scarti edili in cemento amianto , nei pressi di via G.Di Vittorio, traversa di via Capanna, dove è in fase di ultimazione il tracciato di collegamento della complanare sud.

Una situazione che non può assolutamente essere trascurata – scrive Carlo Montanari, presidente dell’Associazione Lotta all’Amianto (ALA), che ha scattato le foto allegate a questo articolo assieme a Francesco Sestito – perché la dispersione di fibre di amianto provoca danni irreparabili alla salute della gente“.

Residui di tubi in amianto rinvenuti a SenigalliaResidui di tubi in amianto rinvenuti a SenigalliaResidui di tubi in amianto rinvenuti a Senigallia

Residui di lastre in amianto rinvenuti a SenigalliaMa la segnalazione è andata oltre. Montanari ha scritto infatti una lettera alle principali autorità politiche, sanitarie e militari competenti sia per informare “dell’ennesimo gravissimo rischio per la salute dei cittadini causato dalla presenza di amianto all’aria aperta a Senigallia“, sia perché la zona venga bonificata.

Ma ad esser bonificata dovrebbe essere anche l’area nei pressi dei capannoni dell’ex ditta Messersì. “Ho effettuato un sopralluogo – scrive Montanari – ho notato che sono presenti dei tetti in cemento amianto ormai logorati. Coperture dei capannoni in amianto rinvenuti a SenigalliaAnche essi possono rilasciare con estrema facilità fibre di amianto, causa principale di tumori di ogni genere. In questa zona della città sono stati incellofanati alcuni pacchi di materiale contenente amianto ma, sempre nei paraggi, mi sono tristemente trovato di fronte a spezzoni di lastre di cemento amianto rotte e dunque con fibre che si disperdono facilmente nell’aria“.

Nel 2015 – continua il presidente dell’ALA – trovarsi di fronte a questa situazione per l’ennesima volta a Senigallia è incredibile, ma soprattutto è gravissimo e pericolosissimo. Ecco perché invio l’ennesima segnalazione alle principali autorità politiche, sanitarie e militari competenti affinché si possa intervenire e provvedere a risolvere in tempi celeri, denunciando chi aveva la responsabilità di evitare questo spettacolo“.

Residui di lastre in amianto rinvenuti a SenigalliaResidui di lastre in amianto rinvenuti a SenigalliaResidui di lastre in amianto rinvenuti a Senigallia

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!