SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Canestrari: “Urge un cambio di rotta nella gestione della struttura ex-Irab”

Il consigliere contro i disservizi della casa protetta per anziani gestita da 'Fondazione Città di Senigallia'

Giorgio Quadraroli - Servizi assicurativi - Senigallia (AN)
Casa Protetta per Anziani "Fondazione Città di Senigallia" (ex IRAB)

Per vederci chiaro sono entrato, da normale cittadino, in visita ad un familiare nella struttura di Via Cellini della Fondazione Città di Senigallia, ho potuto parlare liberamente con alcuni famigliari degli ospiti presenti e con parte del personale di servizio.

In pratica sono tornati, ma forse non se ne erano mai andati, i vecchi problemi già denunciati dai consiglieri passati: carenza del personale; quello presente, con senso del dovere, cerca di sopperire a certe mancanze; in alcuni turni, soprattutto di notte, il numero degli addetti non è sufficiente per poter essere presenti su tutti i piani della struttura e si comprende bene che non si può dare quell’assistenza o controllo di cui gli anziani potrebbero necessitare;

Gli anziani ospiti vengono lasciti incustoditi senza assistenza per parecchio tempo, cosi da costringere i famigliari ad una presenza continua, andando ancora a gravare sulle spese visto la pesante retta, seppur scontata, della Fondazione.

Non vorrei pensar male, ma sembra che nell’ultimo quinquennio questo consiglio di amministrazione abbia pensato più a gestire il patrimonio della Fondazione (investimenti immobiliari, ristrutturazioni di alcuni locali lasciati però senza aria condizionata, nuove opere di ampliamento) che ad organizzare la struttura secondo quei principi tanto decantati sulla carta dei servizi come l’eguaglianza, l’imparzialità, la continuità, la partecipazione.

Penso che uno strumento come il comitato famiglie degli ospiti debba essere in continuo contatto con l’amministrazione della Fondazione, con il personale, e debba divenire parte del consiglio di amministrazione con una presenza constante durante le riunioni decisionali.

Chiedo al Sindaco di sostenere un repentino cambio di rotta nella gestione della Fondazione Città di Senigallia, affinché si sappiano garantire quelle caratteristiche principali di assistenza agli anziani in difficoltà, valorizzando il ruolo importante che ha per il tessuto sociale della nostra città questa fondazione.

Commenti
Solo un commento
un povero tra i poveri (di politica) 2015-09-01 22:15:35
"E' POLITICA" La politica locale sceglie il consiglio direttivo, decide quindi i nominativi di chi deve essere a comporre il Consiglio Direttivo dell'ex-irab sapendo già chi sarà il presidente all'interno dello stesso, (di solito sono ex politici che non hanno trovato collocazione come assessori alle nuove elezioni - comunali o regionali) senza riguardo alle loro competenze professionali o esperienze di vita purchè questi facciano ed attuino quello che gli viene richiesto politicamente giusto o sbagliato che sia, senza gettare ombra alcuna sulle persone che lo compongono. Ora tutti possono trarre le proprie deduzioni su quanto stà succedendo, in questo momento storico, all'ex-irab o con i fondi (che non sono pochi) della stessa.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione