SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Trovato cadavere in hotel a Senigallia un tossicodipendente romano

Una overdose di eroina sarebbe stata fatale all'uomo. Sull'episodio indaga la Polizia

5.342 Letture
commenti
La polizia del commissariato di Osimo

Era noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti e per essere caduto da anni nel vortice della tossicodipendenza, il romano che è stato trovato cadavere nel pomeriggio del 29 agosto, all’interno di una stanza di albergo sul lungomare di Senigallia.

A. R., nato a Roma nel 1979 e residente nella provincia laziale, è stato ucciso da un’overdose di eroina, secondo una prima ricostruzione, già nel pomeriggio di venerdì 28. Appena giunto a Senigallia, il romano è andato nella sua stanza di albergo e si sarebbe subito iniettato la dose che gli è stata fatale; l’uomo non è infatti più uscito dalla camera.

Dopo che A. R. non è sceso nella hall neppure la mattina di sabato 29, i gestori dell’hotel, che avevano necessità di far pulire, come consuetudine, la stanza, hanno deciso di controllare cosa fosse successo. Non ricevendo alcuna risposta, la porta della camera è stata aperta ed è stata fatta la drammatica scoperta: l’uomo era già morto da ore.

Nell’albergo senigalliese sono giunti gli agenti di Polizia del Commissariato di P.S., che hanno avviato le indagini del caso e messo la salma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso l’ospedale regionale di Torrette di Ancona.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno