SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La Città Futura, Girolametti sulla visita di Spacca all’ospedale di Senigallia

Gli operatori della sanità sapranno diffidare di chi cerca facili consensi

Onoranze Funebri F.lli Costantini
Carlo Girolametti

L’altro giorno, il governatore Spacca (speriamo presto ex), passeggiando per l’ospedale di Senigallia, riconosceva a tutti gli operatori il merito di mantenere alto il livello della nostra sanità.

E aveva ragione perché nonostante i tagli da lui praticati e quindi con minori risorse umane e tecnologiche, stiamo ottenendo gli stessi risultati e manteniamo gli stessi livelli qualitativi di altri ospedali. Ma questa situazione, che si regge sul sacrificio di tutto il personale, non può durare a lungo perché non più sostenibile.

Sappiamo di non poterci fidare del governatore come di chi cerca un grossolano consenso su un tema così delicato come la sanità.

Ricordiamo bene che nel giugno del 2013 a Senigallia ci fu un Consiglio Comunale “Grande” sulla sanità per contestare ma anche per fare proposte alternative a quanto previsto dal direttore Ciccarelli, vero braccio operativo della volontà di Spacca.
Tutti i consiglieri comunali contestarono quelle scelte che spostavano risorse a Fabriano e penalizzavano altri territori, in particolare quello di Senigallia. I più agguerriti furono l’attuale candidato a sindaco Paradisi,Rebecchini ma anche Cameruccio e Cicconi-Massi. Personalmente feci delle proposte, condivise dalla maggioranza, ma solo in minima parte accolte dal direttore generale.

Tramite Open-Municipio, oggi è possibile rileggere gli interventi di allora.
Il sindaco, allora e in seguito, venne accusato di non sbattere sufficientemente i pugni sul tavolo nel difendere la nostra sanità.

Oggi, i consiglieri Cicconi-Massi e Cameruccio sono i rappresentanti senigalliesi della associazione politica “Marche 2020”, fondata da Spacca per poter di fare un terzo mandato da governatore, e fanno parte, insieme a Rebecchini, della coalizione che sostiene il candidato a sindaco Paradisi.

Che dire ? Nel corso della vita si possono cambiare radicalmente le proprie convinzioni ma che in due anni un governatore passi da deprecabile amministratore a fondamentale alleato ci sembra un po’ troppo!

 

da Carlo Girolametti, capogruppo della “Città Futura”

Commenti
Solo un commento
Franco Giannini
Franco Giannini 2015-05-22 17:46:05
Il mio grosso timore è che diffideranno talmente tanto e di chiunque, che non vorrei che la loro scelta fosse quella di una salomonica astensione.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS