SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

La tragica storia di Aliaksei Sushkevich a ‘Chi l’ha visto?’

Un testimone avrebbe visto il ragazzo pestato da un gruppo di giovani prima del drammatico epilogo

3.643 Letture
commenti
La Stazione ferroviaria di Senigallia, FS, treni, treno, Trenitalia

Un nuovo capitolo si aggiunge alla tragica storia di Aliaksei Sushkevich, il 19enne, residente in provincia di Ascoli, morto all’alba del 7 dicembre scorso travolto da un treno alla stazione di Senigallia. Nella puntata di ‘Chi l’ha visto?’, il noto programma di Rai 3, tra gli ospiti intervenuti c’era anche l’avvocato Felice Franchi, legale della famiglia dello sfortunato adolescente.

Il legale ha riferito ai microfoni della trasmissione che ci sarebbe un testimone oculare che avrebbe assistito ad una lite sfociata poi in una colluttazione consumatasi proprio davanti alla stazione ferroviaria senigalliese. Lo stesso episodio era stato anche riportato da una lettera anonima giunta alla madre della vittima e mostrata dal legale nella puntata del programma, in cui si racconta che “gli zingari lo hanno massacrato di botte e messo sui binari”.

La prima versione ufficiale della tragedia riferiva che il giovane sarebbe stato travolto sui binari mentre espletava un bisogno fisiologico, versione smentita secondo il legale dal fatto che la vescica del ragazzo non era vuota, quindi non poteva aver soddisfatto un bisogno fisiologico, e la presenza di un femore rotto.

Che la storia abbia svariati punti oscuri comunque non è di certo un mistero: non è un caso che il Sostituto Procuratore Giovanna Lebboroni abbia aperto infatti un fascicolo per omicidio a carico di ignoti.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno