SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il Teatro alla Panna alla Rotonda a Mare di Senigallia con “L’erba diavolina”

Domenica 15 marzo quarto appuntamento con la rassegna "Fantastiche Visioni, Teatro per i più piccoli"

La Rotonda a mare di Senigallia, vista dall'alto

Quarto appuntamento con la rassegna Fantastiche Visioni, Teatro per i più piccoli, introduzione al mestiere di spettatore. Tocca alla compagnia locale, il Teatro alla Panna, con uno spettacolo adatto a tutta la famiglia, piccoli e grandi.

Questi ultimi potranno apprezzare particolarmente l’uso del dialetto senigalliese, che nelle storie della compagnia è parlato dai personaggi anziani, alcuni dei quali ormai famosi per il pubblico della nostra città, come Don Settimio, irascibile parroco della parrocchia del Porto e la sua perpetua Cotogna.

L’erba diavolina è la esilarante commedia del prete e della sua perpetua che s’innamora del diavolo: Don Settimio viene inviato del vescovo a riattare una chiesetta abbandonata. Lì egli si recherà con Cotogna, l’attempata, indispensabile perpetua. Ma proprio in quella chiesetta abbandonata il diavolo Malabarba ha posto le sue porte dell’inferno, convinto che sia un ottimo nascondiglio.

Accade l’impensabile: il diavolo corteggia Cotogna che accetta la sua corte ricambiandolo ma solo a patto che ci si sposi in chiesa, officiante Don Settimio. Malabarba, innamorato cotto, acconsente ma Don Settimio non può che rifiutare tale situazione e licenzia la sua affezionata perpetua.

Senza più la sua fida collaboratrice, assillato dal vescovo e con in più la paura del diavolo Don Settimio chiama ad aiutarlo sua nipote Clotilde col marito Ugo, ma Clotilde verrà rapita dal diavolo che ricatterà così Don Settimio. Il lieto fine è scontato ma… chi la spunterà?

L’erba diavolina è un concentrato di divertimento per tutte le età: la trama e le battute divertono anche gli adulti, le trovate sceniche, le bastonate e la incredibile vivacità affascinano e coinvolgono i bambini. E’ una storia edificante e al tempo stesso irriverente: si irride all’autorità costituita e al suo opposto rappresentato dall’Inferno.

L’inferno si mostra improvvisamente svelando l’interno della baracca, angusto, fumigante e caotico coi due burattinai, diavoli e dannati al tempo stesso, che esplodono in un ballo grottesco, godereccio e autolesionistico, alticcio e cannibalico per poi crollare esausti ma, senza tregua, costretti a riprendere il loro lavoro di burattinai per irridere, infine, anche se stessi e il loro fare teatro.

da Teatro alla Panna

Commenti
Ci sono 2 commenti
seldon 2015-03-14 13:04:55
Orario?
seldon 2015-03-14 18:11:46
Mi rispondo da solo (a beneficio di altri che fossero interessati): ore 17
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura