SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Lavori pubblici a Senigallia, mesi intensi

Da palazzetto Baviera alla Puccini, dall'illuminazione ai marciapiedi, dal ponte sulla Statale al cimitero

3.326 Letture
commenti
Comì di Cucina
Il ponte Perilli di Senigallia

Mesi intensi per quanto riguarda i lavori pubblici a Senigallia. Quello che, ormai da novembre, ci porterà fino alla prossima primavera è un vero e proprio tour de force per cercare di lasciare la città – al termine del quinquennio elettorale – con meno problematiche possibile.

Nelle settimane a cavallo tra novembre e dicembre infatti sono stati diversi i marciapiedi risistemati in città: la zona interessata dai lavori, come confermato dall’assessore Maurizio Memè, è quella del piano regolatore, che dopo la scorsa alluvione del 3 maggio, ha avuto un notevole peggioramento della situazione dei vari marciapiedi che già non godevano di ottima salute.

Lavori di asfaltatura dei marciapiedi di SenigalliaL’acqua e il fango avevano causato il distacco di molti lastroni e pezzi dai vari passaggi pedonali che hanno costretto l’amministrazione a ricorrere all’asfaltatura di via Bolzano, via Amendola, via Venezia, via Mercantini, come si può vedere in foto.

Sono tuttora in corso invece i lavori a palazzetto Baviera, il prestigioso edificio in piazza del Duca, oggetto di un importante intervento di restauro conservativo finanziato con fondi europei FAS. La riqualificazione, in ritardo rispetto al previsto termine di fine 2014 (come affermato dall’amministrazione lo scorso 3 ottobre 2013), sembra debba tenere impegnato il sito almeno fino a febbraio 2015, perlomeno per quanto riguarda la parte strutturale e impiantistica. L’intervento prevede la messa a norma e l’adeguamento sismico del palazzetto che contiene anche gli stucchi di Federico Brandani, oltre a garantire l’accesso ai disabili. Poi si passerà, probabilmente in tempo per gli eventi culturali estivi, alla sistemazione di una biglietteria e di due spazi dedicati agli archivi storici, mentre le altre sale saranno dedicate a conferenze ed esposizioni.

In via di ultimazione invece i lavori al cimitero delle Grazie di Senigallia, dove per la fine di gennaio 2015 verrà ultimato l’ampliamento di 480 nuovi loculi (240 loculi e 24 cappelle da 10 posti).

Senigallia: il sottopasso Perilli chiusoSempre a gennaio, stavolta a partire dal giorno 12, inizieranno invece gli interventi al ponte sulla statale Adriatica compreso tra via Perilli e via Dogana Vecchia. La chiusura – date le condizioni della struttura che hanno portato al divieto di transito per mezzi sopra le 3,5 tonnellate – durerà per almeno quattro mesi. Le già attive limitazioni al traffico (e le modifiche alla circolazione delle linee urbane compreso lo spostamento del capolinea ai giardini Morandi) cesseranno solo verso la fine di aprile 2015, condizioni meteo permettendo, quando sarà finalmente ripristinata la portata originaria della struttura.

Scadrà il 3 febbraio la gara pubblica europea relativa alla pubblica illuminazione su tutto il territorio comunale di Senigallia. Un “project financing” per un investimento importante, circa 3 milioni di euro, sull’efficientamento energetico degli impianti cittadini, pur conservando le strutture originali (pali, lampioni, etc) in linea con le esigenze estetiche delle varie zone. La verifica dei requisiti alla scadenza del bando procederà ovviamente l’affidamento dei lavori previsto per aprile 2015.

Maurizio MemèTra i lavori di competenza comunale vi è anche l’intervento alla scuola Puccini. Un miglioramento sismico, comprensivo di adeguamento antincendio e normativo in genere del vecchio plesso vicino al parco della Pace, zona Vivere Verde, per un importo complessivo di 1.507.500 euro (di cui 907.500 inseriti nel bilancio 2014).

I lavori, approvati nel progetto definitivo da una deliberazione di Giunta Municipale a settembre 2014, saranno affidati, in base alla gara pubblica, entro i primi due mesi del nuovo 2015. Il primo stralcio, quello relativo alla manutenzione strutturale e impiantistica, durerà almeno 240 giorni, altri 200 invece la seconda parte dei lavori (Scarica la determina n.1295 del 2014 (pdf – 315 KB)).

Commenti
Ci sono 2 commenti
Sebastian
Sebastian 2014-12-27 10:02:21
Ma tu guarda un po' che combinazione, tanti lavori a pochi mesi dalle elezioni, e durante i cinque anni che facevate, dormivate o eravate troppo occupati a tagliare nastri e fare i selfie? Il tour de force speriamo che lo facciano i senigalliesi mandandovi a casa, quella si che sarebbe la salvezza per Senigallia.
Alberto Diambra 2014-12-29 17:17:27
Sono contento!! Per i già residenti della ZONA PEEP MISA non è stato programmato e fatto nulla neanche una risposta alle denunce ed esposti fatti recapitare al Sindaco MANGIALARDI ,alla faccia della legge sulla TRASPARENZA,.I già residenti devono rimanere condannati a convivere con acqua e fango nelle loro abitazioni ad ogni piena del fiume Misa.E questo significa AMMINISTRARE EQUAMENTE una città!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie

Ritiro dell'asporto su ordinazione

Ritiro del cibo d'asporto su prenotazione a Senigallia e dintorni

Generi alimentari, di necessità e piatti pronti: consegne a domicilio