SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Ludoteca La Merendina Senigallia - Spazio Bambini

Vivi Senigallia: nella “squadra” entra anche Gianna Prapotnich

La prima presidente donna del Rotary Club sostiene Mangialardi sindaco

4.703 Letture
commenti
Gianna Prapotnich

Gianna Prapotnich, cognome del nord est, nata a Gorizia 52 anni fa, ha vissuto i suoi primi 18 a Gradisca d’Isonzo (GO) figlia di ristoratori.

Entra nel mondo scolastico sin dal 1984 con un diploma all’ ISEF di Urbino dove ha anche collaborato come esercitatore-assistente ed ha ottenuto la qualifica di tecnico federale FGI di Ginnastica ritmica sportiva. Nel 1987 si laurea in Sociologia all’Università degli Studi di Urbino e divento docente di ruolo di discipline giuridiche ed economiche nel 1993 con assegnazione di cattedra a Senigallia all’Istituto alberghiero “A.Panzini”.

Si iscrive alla Facolta’ di Psicologia Università di Padova. Dal 1995/96 al 2001 ha insegnato al Liceo scientifico E. Medi. Nel 1997 acquista casa in zona Ciarnin trasferendosi da Pesaro (dove ha vissuto 11 anni) e diventa cittadina di Senigallia. Dal 2002 ad oggi docente comandata al MIUR – Ufficio scolastico regionale per le Marche Direzione Generale – Ufficio Studi di Ancona, ove svolge una intensa attività di formazione, docenza e progettazione soprattutto in ambito europeo, macroregionale e internazionale. Dal 2004 socio rotariano del club cittadino, del quale ha anche ricoperto la carica di prima presidente donna nel 2011/2012.

Nel 2015/2016 rivestirà il prestigioso incarico dirigenziale distrettuale di assistente del governatore per 5 club marchigiani.

““Amo definirmi “social”e chi mi “vive” sa che sono curiosa, sempre connessa e  costantemente sulla notizia. – si presenta Gianna Prapotnich – Ho imparato a “zippare” le ore e a moltiplicarmi così da non trascurare la mia grande passione per gli animali e per la loro “causa”: amo profondamente la natura e sogno di vivere in una città “pet–friendly” che sappia anticipare i tempi ed accogliere anche con un offerta turistica “dedicata” le esigenze di tutti. Quando penso alla nostra città penso al “buon governo” del Sindaco Mangialardi, a una “città laboratoriale ideale” ed ho ragione di credere che, malgrado le contingenti e drammatiche difficoltà socio economiche che il nostro Paese attraversa, Senigallia  potrà “crescere” ulteriormente, in coerenza con gli obiettivi di ET2020, se continuerà a porre sempre al centro di ogni cosa l’uomo-il cittadino. 

Io penso a Senigallia  2015-2020 come una “Città Erasmus” aperta ai gemellaggi e che possa offrire ai giovani, ma anche ai meno giovani opportunità di mobilità, scambio, formazione, lavoro all’estero, in linea anche con il recente Accordo S.A.P.E  (Servizio Associato Politiche Europee) tra Senigallia, Ancona, Jesi, Fabriano, Provincia di Ancona per portare “piu’ Europa nei territori e piu’ territori in Europa”. Senigallia fortemente e naturalmente proiettata in una dimensione macroregionale e internazionale. Senigallia al Centro e protagonista della costituita Macroregione Adriatico Ionica. Penso ad una valorizzazione delle migliori e vincenti esperienze senigalliesi anche nel campo della formazione professionale e dell’alternanza scuola-lavoro, scuola–impresa, per costruire collaborazioni  interistituzionali anche con le Agenzie nazionali di Firenze-Roma e con le Istituzioni di Bruxelles.

Ho scelto di aderire con il cuore e piena convinzione a “Vivi Senigallia”,  lista civica a sostegno del Sindaco Maurizio Mangialardi che in questi cinque anni di amministrazione ha saputo fare tante cose “buone”, ricercando sempre il “bene comune” per la nostra città. Darò il mio contributo al progetto del prossimo quinquennio di Mangialardi come primo cittadino di Senigallia e lo farò con grande spirito di servizio.

Grande onore a questa amministrazione comunale “trasparente ed innovativa” che con grande senso di responsabilita’ e crescente preoccupazione ha dovuto fare i conti da un lato con le emergenze e dall’altro con le varie manovre finanziarie, rimodulando ob torto collo le scelte e i desideri, modificando i percorsi per poter mantenere fede all’impegno politico – amministrativo del 2010, di rendere la città di Senigallia “la città di tutti”.

Scendo in campo per Maurizio Mangialardi Sindaco che stimo immensamente, che mi ha profondamente colpita nella gestione dell’estrema emergenza post alluvione e del quale posso solo testimoniare la grande tenacia, vicinanza, generosità e capacità di ascolto di tutti e ..di tutto, con grande spirito di abnegazione, come un buon padre di famiglia, quale Lui è. Ho deciso di vivere pienamente la mia città ed un nuovo percorso personale e politico,  in un momento in cui ci vuole tanto coraggio e altrettanta determinazione. Senigallia è stata per me un amore a prima vista e dunque è un dono, che ha avuto anche la benedizione dell’uomo piu’ importante della mia vita, mio papà, che quando venne qui, la visitò e decise di aiutarmi a comperare casa. Fu una delle ultime cose che fece prima di volare lassù.

In tutti questi anni – grazie al sostegno di questa Amministrazione – ho potuto realizzare molte iniziative importanti per la scuola e per la collettività nei miei vari ruoli professionali e di service/volontariato ed è per me ora arrivato il momento di “ricambiare” e di “donare a mia volta”, offrendo la mia piena disponibilità a scrivere nuove pagine  colorate “arancione” di storia senigalliese, con Vivi Senigallia per Maurizio Mangialardi. E’ questo il regalo di Natale che mi faccio, proiettandomi con tutti Voi, con la nostra splendida squadra e con chi vorrà seguirci, in un futuro prossimo molto impegnativo e complesso, ma positivo e luminosissimo … come il sole che ogni giorno sorge con “Vivi Senigallia”, metafora di continuità ma anche di rinnovamento. Senigallia: bella, forte e tutta da “vivere””.

Con Gianna Prapotnich e con le tante e qualificate disponibilità che con entusiasmo si sono proposte stiamo completando l’elenco delle candidature che renderemo note nei prossimi giorni alla città certi di poter costituire anche in questa competizione elettorale e per il prossimo mandato 2015-2020 un sicuro punto di riferimento per i cittadini.

Commenti
Ci sono 5 commenti
maria garbini 2014-12-23 10:58:57
Sull'altra stampa on-line v.s. , cioè quella che vincerà il premio CAMMELLO d'oro....... questa sig.ra iperbolica (gianna prapotnich) dice:........... Scendo in campo per Maurizio Mangialardi Sindaco che stimo "immensamente"????????????......... le resta un po' di STIMA per: Francesco o per obama o per gino strada o per medici senza frontiere o per l'angeloni o per l'amati o per il principe del foro o per i grUllini locali o......... Però con suprema prudenza non ha usato: INFINITAMENTE, che prossimamente forse dedicherà a spacca o a Budda o......... !!!!!!!! Suddito-610 non domo.
Sebastian
Sebastian 2014-12-23 13:23:51
"In tutti questi anni – grazie al sostegno di questa Amministrazione – ho potuto realizzare molte iniziative importanti....."....Appunto, se non le fosse riuscito di realizzarle, ora non sarebbe in lista per sponsorizzarlo, lo sponsorizza, come sempre, solamente chi ne ha tratto vantaggi... questa è Senigallia.
leofax 2014-12-23 15:08:52
Copio ed incollo: Scendo in campo per Maurizio Mangialardi Sindaco che stimo immensamente, che mi ha profondamente colpita nella gestione dell’estrema emergenza post alluvione etc. etc. (...omissis...) sicuramente avremmo avuto meno acqua nelle case e tre cittadini in più. Secondo il Piano Idrogeologico dal bollettino allerta meteo (30 aprile) ovvero fase di attenzione, fino alla fase di allarme (3 maggio ore 12) era il Comune e quindi il Sindaco come primo responsabile di Protezione Civile locale, ad adempiere ad alcune incombenze di ordine pratico e non la Provincia e la Regione come si vuol far credere. Pagg. 29-30-33 ediz. maggio 2012. Leonardo Maria Conti
un povero tra i poveri (di politica) 2014-12-23 15:20:35
"ROTARY" La LOGGIA "DEI SUPERIORI de senigaglia mezzi ebrei e mezzi canaglia" scende in campo??? Mai successo che si schierasse così palesemente.... non importava chi sedesse su quella poltrona, tanto, poi sarebbe andato con il cappello in mano da loro ad elemosinare il loro consenso ed influenza cittadina e di (...omissis...) reciproci. Ora cosa è successo?? Perchè?? Forse è meglio non cambiare sindaco perchè ad entrambi va bene così che meglio non potrebbe andare. Ma questo già si sapeva e questo soccorso al (poverino) lasciato solo da tutti ed accusato da tutti che gli hanno addossato tutte le colpe per quello che è successo a Senigallia in questa legislazione, POVERINO. A Senigallia Poverino si usa per indicare alcune persone (e si sa chi) non un sindaco di una città. Non posso credere neanche che il Rotary di Senigallia sia completamente d'accordo di questa scesa in campo. Bella figura non fa comunque....
Patroclo 2014-12-23 18:19:28
La parte più spassosa di questi articoli, sono i commenti...... assolutamente NON DI PARTE!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno