SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

In arrivo i fondi ministeriali e regionali per la manutenzione del fiume Misa

Mangialardi: "Vigileremo sulla realizzazione degli interventi. Senigallia non sarà un'altra Genova"

3.711 Letture
commenti
Ruspe al lavoro sul fiume Misa a Senigallia per la manutenzione

Ammontano complessivamente a 8,9 milioni di euro le risorse che verranno investite da subito per la manutenzione del fiume Misa. Lo prevede l’atto integrativo dell’Accordo di programma stipulato tra la Regione Marche e il ministero dell’Ambiente per avviare una nuova serie di interventi urgenti finalizzati alla mitigazione del rischio idrogeologico.

Nel dettaglio, 4,5 milioni saranno destinati alla realizzazione delle vasche di espansione, 2 milioni al potenziamento degli argini e altri 2,4 milioni alla manutenzione degli argini e alla riprofilatura degli alvei.

“Un risultato importante per Senigallia – spiega il sindaco Maurizio Mangialardiche premia il difficile e incessante lavoro dell’amministrazione comunale volto al reperimento delle risorse necessarie a mettere in sicurezza il fiume. Anche perché, senza finanziamenti certi, tutte le buone intenzioni restano tali. Dunque, un sincero ringraziamento al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti per l’attenzione posta alle nostre richieste e l’impegno concreto a risolvere i problemi del territorio. E un grazie, ovviamente, anche all’assessore Paola Giorgi per l’importante contributo dato dalla Regione”.

“Ora si passa alla parte operativa – aggiunge il sindaco – e il Comune vigilerà attentamente affinché Regione e Provincia, alle quali compete esclusivamente la realizzazione degli interventi, portino a termine i lavori entro il prossimo anno. Senigallia non sarà un’altra Genova.

Nel frattempo, mentre sono partiti i lavori di manutenzione, pulizia e rimozione degli alberi dall’alveo del fiume appaltati dalla Provincia di Ancona, si è costituito in Regione il gruppo di lavoro interistituzionale fortemente voluto dal Comune di Senigallia per la predisposizione dell’Assetto di progetto del bacino idrografico del Misa.

“Il gruppo – conclude Mangialardi – a cui oltre Senigallia partecipano i Comuni di Corinaldo, Ostra, Ostra Vetere, Trecastelli e l’Autorità di Bacino, avrà il compito di individuare le problematiche dell’assetto idrogeologico del fiume e i conseguenti interventi strutturali, al netto delle risorse sopracitate”.

Commenti
Ci sono 3 commenti
stefanobis 2014-11-05 14:12:31
L'abbiamo perso !!!!!!!!!!!!
Oramai il Sindaco soffre di grandi amnesie!!!!!
Il 2 marzo 2011 Senigallia ha avuto l'alluvione in periferia....andate a rivedere gli articoli del periodo.......
Quella volta l'alluvione fu dimenticata e taciuta come intitolo'il giornale OGGI!!!!!!!
Caro sindaco stavolta L'abbiamo ANTICIPATA GENOVA!!!!!!!!
NON CI SONO PAROLEEEEEEEEEEE!
leofax 2014-11-05 16:10:32
Sarebbe opportuno e lo dico al Sindaco, che si prendesse l'esempio di Autostrade per l'italia, che quando costruisono le nuove piattaforme per le corsie, utilizzano in rilevato, terra mista a cemento. Questo lo si vedeva nel cantiere a lato del casello dell'A14 locale. Pertanto, sarebbe opportuno che anche gli argini del Misa nella loro profilatura e rinforzo, venisse utilizzata questa tecnica.
Qualche volta, cercate di ascoltare anche i cittadini come dice l'Open Municipio e non solo a parole.
Leonardo Maria Conti
Sebastian
Sebastian 2014-11-06 09:58:08
Non e' con i soldi che vi pulirete la coscenza, parlo volutamente al "plurale" perche' siete (...omissis...), nessuno escluso.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno