SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Senigallia Skating Club - Corsi Ottobre 2014

Ruba due smartphones e tenta di rivenderli, un arresto a Senigallia

Finisce in manette un tunisino fermato alla stazione ferroviaria dopo due furti

2.299 Letture
commenti
Le "gazzelle" in uscita dalla Caserma dei Carabinieri di Senigallia

Ruba i cellulari a due donne, tenta di estorcere del denaro ma viene rintracciato e arrestato dai Carabinieri. E’ quanto accaduto a Senigallia martedì 7 ottobre, quando i militari del 112 sono stati avvisati da una delle due vittime di furto e, grazie alla descrizione di un uomo, sono riusciti a raggiungerlo nei pressi della stazione ferroviaria di viale Bonopera e a trarlo in arresto.

Due i colpi di cui Rachid Riabe, 34enne tunisino, si è reso responsabile.
Il primo ai danni di un’operatrice ecologica del Comune di Senigallia, avvenuto presso il Foro annonario, dove è stato trafugato un costoso smartphone Samsung Galaxy S4. Il ladro, datosi alla fuga dopo il furto, ha provato a chiamare uno dei contatti della vittima per restituire il cellulare, dietro il pagamento di una cifra non ben precisata, nella zona della stazione ferroviaria. Del furto e del conseguente ritrovamento grazie ai carabinieri e all’intervento prima di alcuni parcheggiatori, la stessa vittima aveva segnalato l’episodio alla redazione di SenigalliaNotizie.it con una lettera.

Il secondo furto è avvenuto invece ai danni della titolare del bar Macondo di via Pisacane. Mentre la donna stava effettuando dei lavori e delle pulizie del locale, il 34enne è entrato nell’esercizio in quel momento chiuso al pubblico e ha trafugato repentinamente un altro smartphone di marca LG per opi far perdere le sue tracce. Solo grazie alla descrizione del ladro che la donna ha rilasciato ai Carabinieri di Senigallia si è riusciti a mettere le manette ai polsi del ladro tunisino.

Recuperati e restituiti i costosi apparecchi, i militari hanno portato Riabe davanti al tribunale di Ancona nella mattinata dell’8 ottobre: il giudice ha rinviato l’udienza al prossimo 10 dicembre, quando affronterà il processo per i reati di furto aggravato continuato e tentata estorsione.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura