SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“La Grazia e la Luce” di Senigallia conquista la stampa nazionale

La mostra finisce sulle pagine del Corriere della Sera

"Madonna col bambino" di Carlo Crivelli

“La Grazia e la Luce”, incanta, stupisce e fa parlare di sè non solo la stampa di settore ma suscita l’interesse anche dei grandi quotidiani nazionali. Dopo il bell’articolo su Repubblica online del 3 luglio scorso, l’evento culturale dell’estate senigalliese si conquista un posto sull’ultimo numero di “Sette” il magazine del Corriere della Sera (18 luglio).

Una mostra “balneare” ma preziosa e di nicchia e le due cose non sono antitetiche. Siamo a Senigallia, di fronte al mare ma gli artisti sono museali (…)”.

Così si legge nell’articolo che continua mettendo in relazione i pittori in mostra ed il territorio marchigiano ed in particolare la città di Senigallia ed il capolavoro del Perugino restaurato e fulcro dell’esposizione. Infatti proprio tra la fine del Quattrocento e l’inizio del secolo successivo nelle Marche s’intrecciano le più disparate correnti pittoriche. Accanto alle antiche scuole pittoriche marchigiane coi camerinesi Giovanni Boccati e Giovanni Angelo d’Antonio, con il sanseverinate Lorenzo d’Alessandro e il fabrianese Antonio, nel territorio urbinate germogliavano artisti come Evangelista da Pian di Meleto, Timoteo Viti e Girolamo Genga.

Di particolare rilievo l’influsso artistico dell’immigrazione veneta, rappresentata soprattutto da Carlo Crivelli (foto) e da suo fratello Vittore che nel sud della regione diffusero una forma espressiva fatta di asprezze formali e di teneri contenuti, che riscosse larga fortuna influenzando un buon numero di artisti.

Un cenno particolare merita l’”Annunciazione”, l’opera di Giovanni Santi in mostra che dopo oltre due secoli, torna a Senigallia. L’opera fu realizzata nell’ultimo scorcio del ‘400 per la Chiesa di Santa Maria Maddalena in occasione della nascita di Francesco Maria della Rovere e dove rimase per oltre tre secoli sino al tempo delle spoliazioni napoleoniche.

La mostra “La Grazia e la Luce: la pala di Senigallia del Perugino. Armonia e discordanze nella pittura marchigiana di fine Quattrocento” che tuttora è stata visitata da oltre 2000 persone, resterà a Palazzo del Duca e alla Pinacoteca Diocesana fino al 2 novembre 2014.

L’evento è organizzato dal Comune di Senigallia, Diocesi, Soprintendenza per  i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici delle Marche, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici con il patrocinio della Regione Marche, Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche e Pontificium Consilium De Cultura.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura