SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Emergenza alluvione, Amati: “Via libera dal Senato a rifinanzianamento fondo”

"Il Consiglio dei Ministri conceda lo stato di emergenza per le regioni colpite"

1.363 Letture
commenti
Silvana Amati

“Il rifinanziamento del fondo per le emergenze nazionali con 100 milioni per il 2014, è una risposta molto positiva ai terremoti e alle alluvioni accaduti negli ultimi mesi e che hanno colpito sette regioni (Lazio, Puglia, Calabria, Umbria, Piemonte, Emilia e Marche) che sono ancora in attesa della dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei Ministri“.

Lo dichiara la senatrice del Pd Silvana Amati che nei giorni scorsi si era fatta promotrice di due lettere al Presidente Renzi, sottoscritte dai colleghi di tutti i gruppi e di tutte le regioni coinvolte.

I tanti cittadini, che dal gennaio al maggio di quest’anno, hanno visto colpiti in modo spesso irreversibile i loro beni, le loro case, il loro lavoro, la loro vita – continua – aspettavano una risposta che ora è arrivata. Sapevamo che condizione essenziale perché il Consiglio dei Ministri potesse concedere la dichiarazione di emergenza per i nostri territori, era che ci fosse una copertura economica e dunque che il Fondo fosse rifinanziato. Lunedì, dunque, il Consiglio dei Ministri può concedere lo stato di emergenza alle regioni colpite. Riconosco l’impegno serissimo del Presidente Renzi, del Governo, del Parlamento tutto, per arrivare finalmente a questo rifinanziamento, che sbloccherà quelle delibere ancora non adottate e per le quali è stata completata l’istruttoria. Il nostro auspicio è che, nonostante la crisi economica, nessuno pensi più di azzerare il Fondo per le emergenze, in un’Italia così fragile per quanto attiene il tessuto idrogeologico e non solo. Infine, servirebbe davvero una legge quadro di riordino della Protezione Civile, alla quale va tutto il nostro ringraziamento per il lavoro svolto, con la quale far condividere le grandi responsabilità ai diversi livelli di governo del territorio mettendo al centro il cittadino”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie

Ritiro dell'asporto su ordinazione

Ritiro del cibo d'asporto su prenotazione a Senigallia e dintorni

Generi alimentari, di necessità e piatti pronti: consegne a domicilio