SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Compro oro, sale giochi e scommesse al centro dei controlli della Polizia

Multe ad attività tra Senigallia e Ostra: una sala scommesse lasciava giocare anche i minorenni

2.285 Letture
commenti
Optovolante - Ottica a Senigallia
Auto della Polizia

Sale slot, centri per scommesse e compro oro, di Senigallia e dintorni, sono nuovamente al centro dei controlli predisposti dal Commissariato di Senigallia. Negli ultimi giorni sono una decina le attività passate al setaccio da parte degli agenti della polizia amministrativa, alcune delle quali già in passato controllate e con diverse violazioni riscontrate.

Nel caso di un esercizio commerciale per la compravendita di oro e preziosi a Ostra, i poliziotti hanno accertato che il titolare non aveva rispettato i tempi di conservazione degli oggetti preziosi portati in vendita, diversamente da quanto disposto dalle autorizzazioni rilasciate dal Questore di Ancona. Il titolare si è visto quindi redigere un verbale di sanzione per alcune centinaia di euro.

A Senigallia, invece, è stata riscontrata la presenza di un soggetto non autorizzato, un dipendente del negozio, il che ha comportato la sanzione anche in questo caso di qualche centinaio di euro.
Stessa sorte per una sala giochi presente lungo la statale adriatica a Senigallia, dove l’aver rinvenuto un soggetto non autorizzato ha comportato la multa che, in caso di reiterazione, può arrivare fino alla sospensione della licenza con contestuale chiusura temporanea dell’attività.

Per quanto riguarda le sale dove si effettuano scommesse, un’attività di Senigallia è stata multata per aver lasciato che dei minorenni usufruissero del servizio: oltre al verbale per aver beccato i giovani con la ricevuta della giocata appena effettuata, all’esercizio commerciale conseguirà l’applicazione, da parte dei monopoli di Stato, della sanzione accessoria della chiusura dell’attività.
Altri esercizi commerciali di questi tre settori sono stati invece rinvenuti con tutte le carte in regola.

Il dirigente del Commissariato, viceQuestore Aggiunto Agostino Licari, ha precisato che “l’importanza di tali controlli è collegata a una disciplina molto stringente diretta, da un lato, a garantire il corretto e legittimo esercizio dell’attività stessa e, dall’altro, ad evitare che, in settori molto delicati quali la vendita di oggetti preziosi ed il gioco, si possano annidare o sviluppare situazioni di illegalità su cui è fondamentale che gli organi di polizia tengano alta l’attenzione“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno