SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Terremoti in Italia: oltre 2300 solo a dicembre 2013

Più di mille quelle nell'area di Gubbio avvertite nettamente anche nelle Marche

Fabbri Infissi - Bonus fiscale per infissi, porte e cancelli blindati
La mappa dei terremoti in Italia nel mese di dicembre 2013 elaborata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Sono stati 2351 i terremoti registrati dalla Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nel mese di dicembre 2013. Una media di quasi 76 eventi al giorno, il doppio rispetto al mese precedente.

Oltre all’evento del 29 dicembre 2013 che ha avuto magnitudo ML 4.9 ed è stato localizzato tra le province di Caserta e Benevento, nei Monti del Matese; oltre a quelli che si sono verificati in Sicilia (nel Golfo di Noto – Capo Passero il primo, tra le province di Ragusa e Siracusa il secondo, nello Stretto di Messina il terzo), è rimasta molto attiva in questo mese di dicembre 2013 la sequenza sismica nell’area del Bacino di Gubbio, avvertita nettamente anche nelle Marche, in tutto il fabrianese.

La mappa dei terremoti a Gubbio nel mese di dicembre 2013 elaborata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e VulcanologiaIn quest’area sono stati circa 1100 gli eventi registrati dalla Rete Sismica Nazionale solo in questo mese, tra i quali 7 di magnitudo compresi tra 3.0 e 4.0. In particolare nella seconda metà di dicembre si sono verificati i due eventi principali della sequenza: il terremoto di magnitudo ML 3.9 il 18 dicembre e il terremoto di magnitudo ML 4.0 del 22 dicembre entrambi risentiti a Gubbio ed in altri comuni della provincia di Perugia, oltre che in diverse zone delle Marche.

Sono più di 6.000 gli eventi registrati dall’inizio del 2013 in quest’area dell’Appennino Umbro-Marchigiano che ha un rilascio sismico pressoché continuo (leggi qui un approfondimento sulla sequenza) e che è nota anche per alcuni terremoti di magnitudo tra 5 e 6 avvenuti in passato, l’ultimo dei quali a fine aprile del 1984 a sud di Gubbio. In quell’occasione il terremoto principale fu stimato di magnitudo locale (ML) 5.2 (Haessler et al., 1988), mentre la magnitudo momento (Mw) determinata successivamente è pari a 5.6. Il terremoto del 1984 non provocò vittime ma produsse danni del VII grado Mercalli (MCS) in numerose località.

da Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura