SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Benzina e gasolio: stangata di capodanno per gli automobilisti

Allarme in occasione delle festività: rincari fino al 15% nel mese di dicembre. E a gennaio si continua

1.567 Letture
commenti
Termoidraulica TMS
Distributori di carburanti, pompe di benzina

Stangata di capodanno per gli automobilisti italiani che si sono messi in movimento lungo strade e autostrade tra Natale 2013 e Capodanno 2014. E pure per coloro che si metteranno in viaggio nei prossimi giorni fino all’epifania. La denuncia arriva dal Codacons, l’associazione dei consumatori, che sta monitorando l’andamento dei prezzi dei carburanti. Ovviamente saliti, a danno dei cittadini.

Benzina e gasolio hanno fatto registrare in questi giorni – anche nelle Marche – forti rincari, raggiungendo una media di 1,796 euro al litro per la benzina verde (e punte di 1,830 euro/litro) e 1,726 euro al litro per il diesel. Ma il vero allarme – segnala il Codacons – proviene dal Gpl che ha sfondato quota 0,900 euro/litro, facendo segnare un aumento del 15% rispetto al mese di novembre e una maggiore spesa per un pieno di 35 litri superiore ai 4 euro. E a gennaio la corsa al rialzo non sembra essere destinata a esaurirsi.

I cittadini – afferma il presidente Carlo Rienzi – hanno messo in conto il consueto rincaro dei carburanti, ormai compagno inseparabile di ogni esodo degli italiani. Il Governo dovrebbe introdurre un provvedimento che blocchi automaticamente qualsiasi incremento dei listini dei carburanti in occasione delle partenze dei cittadini per le vacanze estive, pasquali e natalizie“.

Commenti
Ci sono 2 commenti
O. Manni
Paul Manoni 2014-01-02 14:00:13
Stmattina dovevo fare il pieno. A Senigallia il prezzo della benzina era intorno a 1,74. A Falconara, ho trovato un distributore che vendeva il litro di benzina a 1,83 (!). Mi sono servito di un distributore di benzina in zona Baraccola (AN), che vendeva a 1,64€ al litro. Una variazione di quasi 20 centesimi di euro in meno per ogni litro di carburante, ad una distanza di meno di 10Km tra un distributore ed un'altro, per intendersi (0,20€ x 50l = 10€!!!!). Ottime le denuncie del codacons, ma stare attenti ai prezzi è sempre la soluzione migliore.
Pasquale Di Natale 2014-01-03 01:00:28
Ho fatto rifornimento di benzina oggi pomeriggio, allo stesso distributore dell'ultima volta (due settimane fa); l'aumento è stato di 1 centesimo..... I giochini degli aumenti delle accise sui carburanti non funzionano più: è previsto che aumentino il 1° di Marzo di mezzo centesimo circa, compresa l'Iva; contano (al governo) di racimolare 75 milioni di € aggiuntivi..... La verità è che con il calo dei consumi di questi anni ogni raffineria italiana è a rischio chiusura. Trovo più fastidioso l'aumento dei pedaggi (mediamente del 4%; non ho ancora fatto il conto ma direi che per un viaggio di andata e ritorno Senigallia-Bologna siamo arrivati a 25 € di solo
pedaggio). D'altra parte il viaggiare a 3 corsie invece di 2 ... è un altro viaggiare. Si parla di applicare il pedaggio alla E45, trasformandola in una vera autostrada, come anche sulla superstrada di Fano, se e quando ripartiranno i lavori della galleria di
Bocca Trabaria; se ne parla, se ne parla. Riguardo il Gpl, c'era da aspettarselo presto o tardi. In estrema sintesi, se da una determinata quantità di materia prima (petrolio greggio) si ricavano prodotti finiti (benzina e gpl) in un rapporto determinato e non
modificabile (numeri di fantasia: 4 litri di benzina e 1 di gpl) ed aumenta la richiesta di gpl (non è possibile cambiare e produrre 2 litri di benzina e 3 di gpl) il solo modo di riequilibrare richiesta/produzione è di intervenire sui prezzi.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura