SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

UAAR Senigallia: murales, “La vera vergogna è un’altra”

L'Unione atei e razionalisti sul volto di Cicciolina alle Saline: "Lo scandalo è nei disegni filonazisti"

4.615 Letture
11 commenti
Il murales di Cicciolina realizzato da Geos

Le notizie di questi giorni riguardanti le indignazioni di un ”giovane papà”, di un nonno che ha scritto addirittura al Pontefice e di altri sedicenti ”collegi per la salvaguardia della morale pubblica” – impegnati anche a millantare un presunto impegno turistico religioso per Senigallia – per un murale raffigurante all’attrice Ilona Staller (in arte Cicciolina), realizzato nei pressi di un asilo del quartiere Saline di Senigallia, ci lasciano alquanto perplessi e ci spingono ad alcune riflessioni.


In questi ultimi due giorni non siamo ancora riusciti a capire come riesca la sola raffigurazione del volto della Staller, ad essere percepita come scandalosa e quindi inadeguata per gli occhi di un bambino di circa cinque anni, che si presume non abbia la più pallida idea di chi sia l’attrice o il genere cinematografico in cui lavorava ormai 20 anni fa; genere evidentemente conosciuto invece dal giovane papà e dal nonno.

Coloro che vedono nel murale dell’artista Geos, un qualcosa da cui difendersi e nascondere ai propri figli, dovrebbero quantomeno soffermarsi a riflettere sulle intime cause del loro personale turbamento.

Scritte filonaziste nel quartiere Saline a SenigalliaNel frattempo ci si è spinti ben al di là della notizia: purtroppo pare che qualcuno abbia avuto la brillante idea di aggiungere il suo personale contributo di vandalo censore e intollerante, andando a deturpare altri murales dello stesso artista, con tanto di insulti.

Atti vandalici e di cieca intolleranza, dei quali anche la nostra associazione è stata oggetto, su ben altra questione. Nelle logiche “indignate” di questi individui (i soliti?), la loro idea di libertà di espressione non contempla il rispetto per la libertà di espressione altrui.

In conclusione, ciò che ci piacerebbe sapere da chi si è adoperato in queste segnalazioni, volendone fare un caso, è il perché ci si voglia accanire tanto contro un innocuo volto dipinto su un muro ad una distanza di circa 100 metri da un asilo, quando a soli 50 metri dallo stesso asilo campeggiano scritte e simboli nazisti che inneggiano alla cacciata degli ebrei.

Forse che questi nonni e questi giovani papà, così solerti ed attivi per l’educazione e la morale dei propri figli, ritengono che guardare la Staller sia più diseducativo di una croce uncinata nazista o degli slogan in voga durante il periodo delle leggi razziali?

Paul Manoni

Commenti
Ci sono 11 commenti
Bobo 2013-11-05 10:25:48
....be.... se consideriamo che a queste persone piace appendere un uomo in supplizio, mezzo nudo, agonizzante, sulle mura delle case... si può capire molto della loro psicologia.
Renzo 2013-11-05 11:51:02
Di solito il mio amico Paul Manoni che scrive l'articolo è il mio bersaglio preferito a cui dare contro, però questa volta mi tocca dargli ragione. E' difficile trovare qualcosa di scabroso nel semplice disegno del volto di una donna che un bambino dell'asilo di cui si preoccupano tanto, non può avere idea di chi sia (io lo so molto bene).
E poi se un bambino dovesse chiedere chi è, gli si può rispondere senza mentire che è una ex parlamentare (mettetemelo nell'urna. Indimenticabile slogan politico).
Hook60 2013-11-05 11:52:03
Sig Manoni, questa volta non posso non trovarmi in sintonia con lei.
Dave 2013-11-05 11:56:45
UAAR sei caduta nel "benaltrismo"...
Se quello si lamenta per Ilona Staller, resta sul tema: in effetti la Staller è superata, è qualcosa che ha segnato la cinematografia pornografica Italiana, ma niente più. E' il simbolo di una "pornoautarchia" che non guardava all'estero, ad artiste ben più famose... Ginger Lynn, per dirne una, sua contemporanea.
Certo che se un bimbo di cinque anni ti chiede chi è quella bionda e tu non ti senti di dirglielo... non è che gli devi dire "Un'attrice porno, cioè quelle che fanno sesso davanti alle telecamere, e ora parliamo di sesso, è ora che tu sappia". No, puoi dirgli "una ragazza, una principessa, un angelo, la Madonna"!
Poi quando più avanti scoprirà chi è Ilona Staller, avrà un ricordo della sua gioventù, di suo padre, e si farà una risata.
Bobo.... ma ci pensi se lo avessero avvelenato? Tutti con appeso al collo un omino in preda ai crampi allo stomaco e macchie viola attorno alla bocca...
E i nazisti... sarebbe da trattarli come loro hanno trattato gli altri, ma l'articolo dovrebbe restare sul tema, altrimenti ci sono tante scritte in giro da segnalare... "TAX" cosa mi rappresenta? Va a periodi.. 'na volta c'era "DIO C'E'", e probabilmente era stato il tizio che si lamentava della Staller...
PS: Nicole Aniston, altro che Ilona Staller!!!
linda limoni 2013-11-05 13:03:36
"Dio c'è" era un segnale della presenza di organizzazioni mafiose negli anni '70. "tax" credo sia un cretino di Senigallia forse appena passato alla maggiore età (e che sarebbe anche ora di perseguire). Per il resto si discute su un episodio da provincialismo bigotto mai represso che "da quella parte" ha molti seguaci. Neanche perderci troppo tempo vista la prossima estinzione.
associazione Elpis 2013-11-05 14:06:23
L'unica pornografia è la violenza e l'ingiustizia
Andrea Vercellik 2013-11-05 14:08:43
L'unico peccato è che non si capisce nemmeno che è la Staller.
Dave 2013-11-05 14:53:23
...che poi ...che male c'è a dipingere il viso di una pornostar, che potremmo vedere come "l'evoluzione di una spogliarellista"? Per i Pastafariani il Paradiso è il luogo in cui troveremo una "fabbrica di Spogliarelliste" e oltre ad un vulcano che erutta birra, quindi quel graffito è qualcosa di religioso, per noi Pirati Pastafariani.
Ecco cos'è la lamentela di quel genitore: l'ennesimo caso di intolleranza religiosa!
BELIEVE IN THE FLYING SPAGHETTI MONSTER!!! ARRR!!!!
gio 2013-11-05 20:35:36
Concordo con lo articolo di paul
Bruno 2013-11-06 11:17:18
Bravo Paul Manoni!
Mario Rossi 2013-11-06 20:29:45
Bisognerebbe sapere il nome di questo "bravo" papà, così forse capiremo il perché di questa folle protesta !!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura