SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Cavallari Group: gestione, selezione, trasporto rifiuti

Direttiva Bolkestein, Balneari sul piede di guerra

S.I.B: "Ancora una volta disattese le promesse del Governo"

L'estate al mare di Senigallia, spiaggia di velluto

Il disegno di legge sulla stabilità adottato il 15 ottobre dal Consiglio dei Ministri nulla dispone circa la soluzione dei problemi riguardanti le concessioni demaniali marittime, al contrario di quanto anticipato ufficialmente e formalmente dal Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Economia e delle Finanze Pier Paolo Baretta nell’incontro del 26 settembre scorso.

Cosa ancora più preoccupante che nessun provvedimento sia stato adottato per quanto riguarda le circa 350 imprese che, a causa di canoni pertinenziali insopportabili, sono sull’orlo del fallimento essendo ormai scaduta la moratoria a suo tempo concessa.

Ciò sta determinando nella categoria delusione ed amarezza per una assenza che viene interpretata come una cedevole e inopinata inversione da parte del Governo su una proposta avanzata dall’Autorevole suo rappresentante.

A questo si aggiunga la mancanza di informazione preventiva, così come assicurato, nei confronti di 30 mila piccole imprese che attendono con ansia soluzioni, (per quanto riguarda i “pertinenziali” siamo ormai oltre la disperazione), che riguardano il futuro di così tante famiglie, e che da diversi anni continua a causare il blocco di ogni tipo di investimento e innovazione.

Per tutto quanto sopra esposto, SIB/FIPE – Confcommercio chiede al Sottosegretario Baretta e alle forze politiche più direttamente coinvolte nella proposta governativa:

a) una nuova moratoria che riguardi il pagamento dei canoni pertinenziali, così da evitare che si concretizzino le iniziative e i provvedimenti già in corso, o in avvio, che porterebbero queste imprese al fallimento o, comunque, alla revoca delle concessioni.

 b) un incontro urgentissimo al fine di conoscere, a questo punto, quali sono i provvedimenti e in che tempi il Governo intende adottarli per la soluzione delle annose problematiche del settore anche per fare chiarezza sulla ridda di indiscrezioni che tanto allarme suscitano nella categoria, avvertendo che nulla potrà essere accettato dai balneari senza che sia stato concordato.

da S.I.B.Confcommercio

Commenti
Ci sono 12 commenti
Balle Neare 2013-10-17 10:21:18
Sull'orlo del fallimento? Sull'orlo?
Con 13600 €/anno di reddito, è un miracolo che non siano ancora fallite.
Cornelio 2013-10-17 10:39:35
Chiaro... quello è il reddito dichiarato... il non dichiarato a quanto ammonta?
"Rimini, quasi la metà di albergatori e bagnini è a reddito zero. Bagnini e albergatori sulla soglia di povertà. E' quanto emerge dalle dichiarazione del 2010. Per il colonnello Mario Venceslai, siamo davanti a una sorta di "patologia dell’evasione". I ‘CONTI’ sono sotto gli occhi di tutti. Per quanto riguarda gli hotel, i titolari di 837 alberghi (su 2000 partite iva della provincia di Rimini) hanno dichiarato reddito zero, mentre altri 300 meno di 22mila euro. Con un reddito medio stimato di 11mila euro all’anno. Per quanto riguarda invece gli stabilimenti balneari, dei 500 sparsi da Bellaria a Cattolica, 309 hanno dichiarato sempre reddito zero, e altri cento si sono attestati su meno di 22mila euro. Con un reddito medio annuale di circa 5.700 euro. Mentre un’analisi di settore fatta dalla Guardia di finanza parla di un volume d’affari (sempre nel 2010) di 65-66mila euro di incasso medio. Naturalmente ci sono anche quelli che hanno dichiarato molto, gli onesti che vanno ad alzare una media da paura".

Fonte: http://www.ilrestodelcarlino.it/cronaca/2012/08/17/759278-rimini_quasi_meta.shtml

E a Senigallia come se la passano? E' possibile avere dei dati oppure possiamo tranquillamente farci un'idea da quello che succede nella vicina Rimini? In mancanza di dati opterei per la seconda. Pensar male si fa peccato ma ci si prende quasi sempre.
Cornelio 2013-10-17 10:57:47
PS. chiaro che se dichiari 11 mila euro poi non puoi far vedere che fai lavori nei tuoi stabilimenti... E' un circolo vizioso... l'avanzo si mette da parte... magari ci si compra un appartamento intestato alla moglie, una macchina intestata al figlio, un conto corrente "svizzero" intestato ad ignoti. Con il contante si coprono le spese giornaliere che son fatte, per alcuni, di macchine di grossa cilindrata, vestiti firmati, oggetti HiTech di ultima generazione (ricordo il bagnino che dal mio commercialista diceva - maggio, giugno, luglio? non ho guadagnato nulla! Ha piovuto sempre - mentre giocava con il suo iPhone e aveva il SUV BMW parcheggiato sotto gli uffici)....
tano 2013-10-17 11:18:02
tanto in fallimento che qualcuno (chissà chi..) negli ultimi 2-3 anni ha fatto pure le pizzerie fisse sull'arenile
Cornelio 2013-10-17 12:21:23
...è chiaro che ci stanno prendendo per i fondelli... poi mi spiegheranno anche come un'associazione di categoria fatta di gente con le pezze al culo (lo deduco da come dicono di essere messi...) hanno tutto questo potere contrattuale e decisionale a livello nazionale.... Non sono in tanti ma sono potenti e... "senza una lira"... Un caso unico...
giampiero 2013-10-17 13:29:14
mettete sulla spiaggia telecamere fisse direttamente collegate alla Guardia di Finanza per controllare vu' cumpra' e bagnini
Roberto Fornaroli 2013-10-17 16:03:46
Concordo e quoto al 100% i commenti precedenti ed in particolare un passaggio di un commento di "Cornelio": "è chiaro che ci stanno prendendo per i fondelli". Per quanto mi riguarda, "ho risolto" così: sono tre anni che vado solo ed esclusivamente in spiaggia libera...
remo labarca 2013-10-17 18:52:58
cari "bagnini", mi sembra che di recente, avevate chiesto di sdemanializzare alcuni tratti di arenile in modo poi di poterli comprare e non pagare più canoni onerosi per tutto l'anno? mi sembra che con i vostri redditi non riuscite a mettere insieme il pranzo con la cena!!! nessuna banca vi stipulerà un mutuo, non sareste in grado di pagarlo. Quindi qualcosa non quadra!!!
Pinella 2013-10-17 21:30:57
Ma lo fanno per filantropia...
Michele 2013-10-17 21:35:59
Boicottate le spiagge a pagamento!
Kanto 2013-10-17 23:47:47
Che dire .....io farei diventare demaniale il lato b di alcuni bagnini e di alcuni presidenti sempre che non si riesca a prendere due fave con un piccione.
Silvio 2013-10-18 10:16:44
Spiaggia libera per sempre, nè un uomo nè un soldo
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno