SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
GDA - Temporary Shop a Montemarciano 1-10 agosto 2013

Investita a Los Angeles durante il viaggio di nozze

Alice Gruppioni, 31enne di Bologna, è morta in ospedale. Arrestato l'uomo alla guida

Alice Gruppioni e il marito

E’ una 31enne bolognese la vittima dell’auto impazzita a Los Angeles finita sulla folla uccidendo Alice Gruppioni e ferendo altre 11 persone, di cui tre in condizioni gravi. La giovane bolognese, figlia dell’imprenditore ed ex dirigente del Bologna Calcio Valerio Gruppioni, lavorava ai vertici dell’azienda di famiglia, la Sira group di Rastignano che produce radiatori in alluminio, e si trovava in California in viaggio di nozze.

L’auto è piombata ad alta velocità sulle persone che si trovavano sulla passerella pedonale di Venice Beach. Alice Gruppioni è stata ricoverata subito in ospedale dove è morta per le ferite riportate nell’incidente. Ferito il marito, assistito dal consolato generale negli Usa che segue la vicenda.

L’investitore, un 35enne di nome Nathan Campbell, è stato arrestato dalla polizia di Los Angeles dopo essere fuggito. In un video di un ristorante della zona si vede l’uomo che parcheggia l’auto vicino alla passerella, poi passeggia alcuni minuti e infine torna in auto per accelerare improvvisamente. La cauzione è fissata in un milione di dollari.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno







Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura