SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Le richieste della “Città Futura” al Direttore Generale ASUR Marche

"Provvedere senza indugi al bando del concorso per il primario a Senigallia"

1.607 Letture
commenti
Il laboratorio analisi presso l'ospedale di Senigallia

Qualche anno fa abbiamo spesso sentito dire che la regione Marche era ai primi posti per il rapporto costo/efficienza nel servizio sanitario, anche durante la precedente amministrazione Spacca, quella vera di centrosinistra. Ma dopo i tagli alla spesa sanitaria degli ultimi governi nazionali, oggi ci dicono che questo non basta, bisogna razionalizzare le risorse, ottimizzare, cioè tagliare e così siamo passati dalleZone Territoriali Sanitarie di Senigallia, Jesi e Fabriano e Osimo all’Area Vasta 2 che le raggruppa.

Prima chi si occupa di sanità ma poi tutti i cittadini, hanno capito che molti reparti di branche specialistiche sarebbero stati organizzati in ambito di Area Vasta
e non più nei singoli ospedali.

Non faremo le barricate se alcuni reparti specialistici non saranno più Unità Operative Complesse e non avranno più le degenze ma funzioneranno garantendo efficienti percorsi diagnostici e trattamenti in Day-Hospital e Day-Surgery, in quanto Oculistica sta soffocando lentamente, Fisiatria è ridotta ad una sola unità medica e Otorino come U.O.C. ormai da un decennio esiste solo sulla carta e sinceramente nessuno l’ha richiesta perchè gli stessi specialisti del territorio potrebbero operare in Day- Surgery pressso il dipartimento di Chirurgia, senza ricovero, come già avviene ad Osimo.

Ma ci sono branche specialistiche e branche specialistiche! Giustamente a Jesi e Fabriano la Cardiologia resta U.O.C. con le conferme dei primari, quindi bisogne provvedere senza indugi al bando del concorso per il primario a Senigallia che non ha certo minore importanza!

Perchè difendere la Cardiologia significa difendere le funzioni fondamentali del nostro ospedale come anche il Pronto Soccorso, la Medicina, l’Ostetricia e Ginecologia, la Radiologia a rischio ridimensionamento.

Il Pronto Soccorso, specialmente nel periodo estivo ha bisognoi non di 1 ma 2 medici nel turno di notte e c’è la necessità di mantenere ad Arcevia (45 Km da Senigallia) un medico in ambulanza. La Medicina, nonostante la nomina recente del primario, è carente di 3 medici, e aveva più posti letto della Medicina di Jesi. Ebbene il problema è stato risolto tagliando i posti letto a Senigallia, una beffa!

Un’altra beffa è stata l’esclusione di Senigallia dal “Progetto Dialisi Estiva” a favore dei turisti, perchè la nostra apparecchiatura dialisi non sarebbe in grado di sopportare un ulteriore aggravio di prestazioni. Ma chi più di Senigallia ha turisti in estate!

L’Ostetricia e Ginecologia ha bisogno urgente di un altro medico per coprire regolarmente i turni in “Sala Parto” e ha bisogno di tornare ad utilizzare la propria sala operatoria. Nessuno pensi, utilizzando una situazione di precarietà, di spostare la Ginecologia nel Dipartimento Chirurgico e chiudere il punto nascita di Senigallia . Faremmo davvero le barricate!

La Radiologia è senza primario da più di 2 anni e questo ha pesato molto in termini di innovazione di apparecchiature ripetto a Jesi e anche a Fabriano. Nonostante le nostre TAC e RMN siano un pò datate, recentemente è stata assegnata una nuova RMN a Fabriano dopo che Jesi l’aveva rifiutata per non necessità!Quando si vuole inebolire un ospedale si indebolisce la Radiologia che rappresenta il supporto indispensabile per ogni altro reparto.

Pur nella necessità di forti risparmi imposti dal governo nazionale, emerge un quadro di forte disparità nell’assegnazione delle risorse nell’ambito dell’Area

Vasta a discapito del territorio di Senigallia !

Per questa ragione la “Città Futura“, rivolge un appello al Sindaco, forte del sostegno della sua maggioranza, dell’intero Consiglio Comunale,di tutti i cittadini di Senigallia e della sua autorevolezza anche fuori dei nostri confini, affinche la delibera regionale 735 del 20/5/1013 venga rivista nella parte che riguarda il territorio senigalliese.La credibilità politico-amministrativa di di questa maggioranza passa anche attraverso la difesa dei nostri servizi sanitari.

A termine dell’incontro il Direttore Generale Ciccarelli ha riconosciuto le seguenti richieste :

Bando per la nomina del Primario di Cardiologia.

Bando per un Primario di Otorino (!)

Secondo medico in turno di notte in Pronto soccorso

Bando per un osterico-ginecologo e riapertura in tempi brevi della sala operatoria di Ginecologia

Priorità nel reperire risorse per una adeguata RMN in Radiologia

Priorità nel reperire risorse per una nuova apparecchiatura di dialisi

Indisponibiltà a nominare il primario di Radiologia e a rivedere la riduzione dei posti letto. Su queste due importanti questioni non dobbiamo mollare!

Commenti
Ci sono 3 commenti
Franco Giannini
Franco Giannini 2013-06-20 14:18:48
Dr. Girolametti, da persona gentile qual'è (del resto credo che sia divenuta anche una "deformazione" professionale, il fatto di trattare argomenti delicati), ha ovviato di scrivere, che contrariamente ad altri interventi, nel suo c'è stato un "Cortese" ringraziamento. Senigallia così si è salvata la faccia, mentre coloro ai quali era rivolto il saluto, si sono dimenticati, di rivolgere le loro scuse al menefreghismo che hanno usato con il loro silenzio alle richieste degli organi cittadini, o meglio uno lo ha fatto falsamente, motivandolo con il fatto che era oberato d'impegni! Verrebbe la voglia di dire Incapaci, falsi ed ineducati... Basta fare un fax per scusarsi, non dico una telefonata... sono troppo calcolatori e ragionieri, per non comprendere che una telefonata è solo per la vita. Condivido in massima parte il contenuto di quanto da lei esposto, anche se non ne condivido troppo il finale e certe sue affermazioni... ma come si usa dire... Vuoi capire più del Dr.?? Un momento... se il Dr. in questione è lei, resto sul dubbio... se il Dr. è uno bravo, che il bravo se lo è detto da solo, ottimo primario fu!!, c'è da chiedersi perchè ha abbandonato di lasciare quel posto. Che c'è di più bello che salvare una vita?? Invece è venuto a speculare sulla vita delle persone, facendoci credere (noi senigalliesi intanto siamo tutti con l'anello al naso)che è arrivato il salvatore della patria! Una sola cosa mi sarebbe piaciuto ascoltare (da anziano quale sono), questi trasferimenti per visite specialistiche, analisi o esami particolari, ad un anziano senza parenti chi ci li porta? I figli, quelli, quei pochi, che oggi hanno la fortuna ancora di lavorare, devono perdere giornate di lavoro e magari vedere i musi storti da parte dei datori di lavoro (con il personale ridotto per costi), ed allora la decisione dell'anziano è quella di stare come sta, sopportare, confidando in qualche santo (ma ho l'impressione che anche in Paradiso abbiano adottato il consiglio di alcuni sindaci... aiutati che Dio ti aiuta!). Ma la cosa più esilarante, me la lasci dire, è quando l'As.. assessore (meglio scriveròlo con la lettera minuscola!)lo ha chiamato... a lei... lui... "Compagno". Mi scusi Dr., sa che non uso mai o quasi mai termini volgari, ma qui per una sola volta me lo permetta, ma l'uso di quel termine, da quella bocca, non l'ha fatto incazzare?? Mi sono incazzato io da casa per lei, posso capire quelli del PD, ma lei è rimasto impassibile o le si sono rizzati i peli delle braccia?? Comunque il suo, uno dei migliori interventi, alcuni dei quali "anonimi" e fatti solo pour parler. Un'ultima nota, e non mi attendo logicamente neppure una risposta, alla sua categoria in Consiglio, di 5 medici (quindi addetti ai lavori che ne dovrebbero sapere non poche in materia, ne ho sentiti parlare solo due - gli altri, si dirà come scusante, che hanno parlato nelle commissioni). Ma le sembra una cosa sensata??
Franco Giannini
Franco Giannini 2013-06-20 14:20:38
Scusate per il quale è che ho usato... ma questo solo uno dei tanti... allora...
Carlo Girolametti 2013-06-21 00:38:35
Gentile Franco Giannini la ringrazio per le belle parole e mi dispiace che nello spazio di un intervento di 10-15 minuti di non aver potuto dire di altre situazioni che portano inequivocabilmente alla conclusione che il territorio di Senigallia è penalizzato, nella distribuzione delle risorse e del personale sanitario, per scelta politico-amministrativa della regione Marche. Auguriamoci che il sindaco finalmente se ne sia accorto! Sicuramente noi saremo uno stimolo costante.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura