SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia e la spiaggia “quasi” libera del molo di levante

Rebecchini torna a denunciare la sottrazione (maggiorata) dello spazio di spiaggia libera

5.585 Letture
19 commenti
Onoranze Funebri F.lli Costantini
La spiaggia "quasi" libera a Senigallia, di fianco al molo di levante

Sabato pomeriggio (15 giugno 2013, Ndr) un messaggio, giuntomi su un social network, mi informava che la spiaggia libera compresa tra il molo di levante e i bagni Bora Bora era stata di nuovo “ristretta” e che anzi rispetto all’anno scorso lo spazio libero era ancora minore. La denuncia del cittadino risultava essere esatta e vera, avendo poi il sottoscritto verificato di persona.

Lo sgomento e la rabbia di quel cittadino diventano miei sentimenti, perché, evidentemente, l’amministrazione comunale non tiene conto di elementari necessità e diritti della gran parte dei cittadini.
Già l’anno scorso avevo denunciato sia in Consiglio Comunale che sulla stampa la “rapina“, anche se parziale, di quel tratto di arenile.

La spiaggia "quasi" libera a Senigallia, di fianco al molo di levanteIl Comune era poi intervenuto con un provvedimento per ristabilire in parte la situazione pregressa (riducendo l’area per le società sportive) e così poi scrivevano gli assessori Ceresoni e Memè in un comunicato del 29 giugno 2012: “Questo provvedimento conferma la volontà dell’amministrazione di garantire una differenziazione delle modalità di fruizione delle spiagge della città, preservando i tratti di litorale liberi da concessioni e dando la possibilità ai bagnanti di scegliere liberamente tra un’offerta pluralista e diversificata, obiettivo perseguito anche con gli strumenti urbanistici recentemente approvati, come il nuovo Piano degli Arenili. La decisione di preservare questo tratto ha trovato il favore di molti cittadini presenti durante il sopralluogo effettuato nella mattinata di ieri dagli assessori e il riscontro positivo di numerosi anziani residenti nel centro storico, abituati ad usufruire di quel tratto di spiaggia recandosi a piedi nel breve tragitto che li divide dal lungomare“.

Oggi l’amministrazione comunale, contravvenendo a quello stesso provvedimento, non solo reitera la “rapina” della spiaggia libera, ma aggrava ancor di più la situazione denunciata l’anno scorso, lasciando meno spazio libero ! Qualcuno, o dal lato destro o dal lato sinistro, si è spinto verso l’area libera, con una regolare concessione a questa invasione. La colpa è, naturalmente, di chi ha concesso.

La spiaggia "quasi" libera a Senigallia, di fianco al molo di levantePrima o poi questi signori che governano la nostra città vogliono privarci di quell’unico tratto libero in centro. Non possiamo permettere questa ennesima scempiaggine e l’azione politica del sottoscritto, capogruppo del Gruppo Misto e dei consiglieri del gruppo Partecipazione sicuramente continuerà, chiedendo l’immediato ripristino della situazione e il rispetto degli impegni presi in Consiglio.

Ma lasciatemi la libertà anche di uno sfogo: è questo il centrosinistra ambientalista e virtuoso? “Ma fammi il piacere” diceva Totò. Ancora una volta, devo rilevare una grande ipocrisia politica da parte di questi amministratori!

Commenti
Ci sono 19 commenti
Cristiano 2013-06-17 13:51:16
Vergogna ed usurpazione sono quantomai manifeste in tale frangente. Usurpazione ai danni dei soliti cittadini più deboli ed indifesi cioé anziani e disabili i quali gradivano fino a pochi anni fa l'uso di questa storica spiaggia. Mancasse il litorale..... Propio lì un tale abominio..... Comunque sicuramente i cittadini senigalliesi relegati tra corde,cartelli e percorsi assurdi; ricorderanno chi li dileggia e nell'assoluto loro privato dell'urna elettorale manifesteranno il loro indignato dissenso. Complimenti a chi governa per la lungimiranza politico-elettorale....
giulio 2013-06-17 13:51:34
Spiaggia libera? Io farei così: per ogni concessione, una spazio accanto equivalente (in metri lineari)di spiaggia libera. Che ne pensate?
Mirco 2013-06-17 13:53:58
Ormai le spiagge libere son diventate la discarica dell'immondizia dei bagnini che puliscono e buttano lì, dei proprietari delle barche che scaricano pezzi e rottami e li buttano lì, della natura stessa che ha creato una selva di erbacce e "spini" (ma non è colpa della natura in se quanto di mancata potatura e manutenzione) che la riduce ulteriormente e diventa pure un pericolo per i più piccoli... in tutto questo pensiamo a fare le spiagge per gli animali quando per i portatori di handicap esistono solo 2 accessi alla spiaggia, uno al Cesano e uno al Ciarnin... continuiamo così...
Catlo 2013-06-17 14:22:35
Tutti urlate vergogna, ma ..... Provate ad andare li dopo le 17,00. I cani non possono entrare, giusto? Allora la mondezzai in giro chi la lascia..... Anche io sono per le spiagge libere, ma li nn ci metto più piede.
Marco Marconi 2013-06-17 14:47:22
Suscita sempre una enorme soddisfazione sapere che un consigliere comunale od un amministratore della cosa pubblica si schiera apertamente dalla parte dei cittadini. Ora però attendiamo misure concrete affinché la spiaggia libera torni ad essere quella di un tempo, ripristinando uno spazio vivibile per le tante persone alle quali, in questo periodo di crisi sociale ed economica, sia quantomeno preservato il diritto naturale di godere del proprio mare.
nina 2013-06-17 15:07:17
Ancora una bella "pubblicità" per Senigallia, la città turistica, la perla sul Adriatico!!! Ma va..
Senigallia è sporco,mancanza di tutto quello chiedo un buon turismo (pulizia, educazione, gentilezza, prezzi modici, piste ciclabile, strade transitabile e mille altri), le spiagge libere sono una discarica, il mare pieno di fango delle fiume. In epoca era una bella città, ma ora - lasciamo perdere! Non è successo un sviluppo grazie delle personaggi (...omissis...), di cui vivano in un altro mondo, ma no nella realtà!!! La bandiera blu non è tutto - si può anche comprare!!!
pippi 2013-06-17 16:59:27
tra un po' questa amministrazione chiederà 50 centesimi pure per il bagno dei piedi sulla riva della spiaggia di velluto
angy 2013-06-17 20:09:53
@nina:impara a scrivere in un italiano almeno scolastico!non si riesce a capire il tuo concetto!
@mirco: quella che tu chiami sterpaglia e spini sono le vere ed uniche piante che nascono e crescono nelle nostre spiagge, la loro presenza è molto importante per la proliferazione di un piccolo volatile autoctono che è in via d'estinzione. inoltre l'accesso ai disabili è acconsentito anche tramite le passerelle poste all'interno degli stabilimenti balneari, nessuno vieta a nessuno l'accesso al mare. ti dirò inoltre che io sono a favore delle spiagge per i cani perché a differenza di alcune simpatiche persone che buttano le cicche delle sigarette sulla sabbia per poi coprirle con altra sabbia, chi ha un cane ha molto più rispetto visto che può anche essere multato se non raccoglie gli escrementi, e visto che se decide di portare il cane con se al mare considera questo,il cane, quasi un familiare e vorrebbe che questi potesse stare in un posto pulito e non in un immondezzaio.
nina 2013-06-17 21:26:37
@angy
Io impara quello mi pare, okey!!!
Non sono Italiana e parlo meglio che tanti Italiani!!!
Parlo anche francese, tedescho, portugese - è raro che si trova qua gente di cui parlano lingue strane!!
Gli amici miei mi capiscono tutti - allora!!!!
Marcolino 2013-06-17 21:28:59
E' incredibile che andiate a parlare di altro: l'argomento è che hanno ristretto la spiaggia per darla e due o tre persone/famiglie, che se ne stanno belle larghe, mentre le altre persone (i poracci) devono stare come sardine.
Ma lo spazio non si poteva riservare loro al Cesano dove il litorale libero è molto più ampio?
Tino 2013-06-17 22:23:06
Vergognoso una amministrazione comunale, che pur di non perdere alcuni consensi, accontenta tutte le associazioni di categoria.
Mirco 2013-06-17 23:55:40
@angy sicuramente non hai esperienza in fatto di raggiungere la spiaggia con una sedia a rotelle io si, dai bagnini con la sedia non ci passi. I passaggi sono stretti e se vai fuori di un millimetro finisci nella sabbia, non arrivano fino all'acqua ma finiscono molto prima del bagnasciuga che è occupato dalle sdraio fino a in mezzo all'acqua e su tutto il bagnasciuga (quando per legge deve essere sgombro, ma nessuno sembra farci caso). Raccoglierai anche gli escrementi del tuo cane ma non ne ho mai visto nessuno col pannolino, quindi i loro bisogni sulla spiaggia ce li fanno. E i frutti spinosi una volta erano confinati in una spece di aiuola che nessuno ha curato e ora occupano mezza spiaggia. La prossima volta dai un'occhio in giro per bene...
Michele 2013-06-18 00:00:54
Mentre da una parte e in scena la farsa del bilancio partecipativo la spiaggia di velluto, simbolo di Senigallia viene venduta e quei pochi tratti liberi sono delle discariche. Voglio proprio vedere il fratino o come si chiama se va a farsi il nido in mezzo a quel casino!
@ angy mia moglie e straniera e non parla bene la nostra lingua, ti assicuro che lasciare il tuo paese, adattarti e imparare una lingua completamente diversa non e per niente facile.
nina 2013-06-18 08:37:10
@angy
Certamente parlo perfettamente inglese.
L'italiano non è una lingua importante/universale, cosi mi basta la mia sapienza.
Per informarLa: La formazione scolastica italiana è al ultimo posto nella EU (ufficio statistico).
angy 2013-06-18 09:27:33
@mirco: al mare con la carrozzina di mia nonna io ci vado e non è poi così problematico come dici tu, nei bagni dove vado ci sono diversi disabili,anche gravi, e raggiungono sempre il mare,certo non è una passeggiata, ma si fa.per i cani non ti rispondo, tanto avresti sempre ragione tu!ovvio che fanno i bisogni ma l'importante è raccoglierli e lasciare la spiaggia pulita, che gli vogliamo mettere un tappo?!
franco 2013-06-18 12:20:39
Spiaggia libera quel lerciume accanto al molo che nessuno pulisce e che fa sempre schifo? Andarci vuol dire stare in mezzo ad una discarica
glad 2013-06-18 12:25:25
un articolo meraviglioso, quella concessione deve sparire
stefano 2013-06-18 13:39:48
La discarica per me non sta nel tratto di spiaggia libera....
nina 2013-06-18 15:41:41
@Michele
I fratini (Charadrius alexandrinus) tornano di solito fine aprile/inizio maggio per covare. Ho visto una coppietta sulla spiaggia libera lungo mare Mameli, venendo da Senigallia dopo il Hotel Ancore. Li si trova ogni anno.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura