SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“No allo smantellamento della Costituzione”: LeG Senigallia si mobilita

Si raccolgono adesioni per partecipare alla manifestazione nazionale del 2 giugno

2.256 Letture
commenti
"Non è cosa vostra", manifestazione a Bologna, manifesto

E l’ora della mobilitazione, per reagire a questa condizione crepuscolare della democrazia prefigurata a partire da una Convenzione per le riforme contro ed estranea alla Costituzione, che umilia il Parlamento sotto l’ombra delle larghe intese insieme alla retorica della pacificazione.


LeG Senigallia raccoglie le adesioni per la Manifestazione nazionale “Non è cosa vostra” di Libertà e Giustizia, “per la Costituzione, la giustizia e la legge elettorale“. La manifestazione si terrà a Bologna domenica 2 giugno in piazza Santo Stefano dalle ore 13.30 alle ore 17:30. La mobilitazione si svolgerà attorno al manifesto “Non è cosa vostra” di Gustavo Zagrebelsky disponibile sul sito dell’associazione.

La critica è rivolta soprattutto, ma non soltanto, al metodo con il quale Pd, Pdl e Scelta Civica hanno stabilito di smantellare la Costituzione. NO dunque a quella Convenzione, una sorta di Bicamerale rafforzata e comunque composta da figure che niente hanno a che spartire con i padri costituenti, che abbatte le garanzie essenziali previste dall’art.138. E

NO al presidenzialismo all’italiana che potrebbe darci soltanto un presidente padrone e non garante di tutta la nazione.SI’ invece al varo di una legge elettorale che rispecchi le scelte dei cittadini.

Sul palco hanno confermato la loro presenza: Gustavo Zagrebelsky, Stefano Rodotà, Sandra Bonsanti, Maurizio Landini (seg. Fiom Cgil), Salvatore Settis, Nando dalla Chiesa, Lorenza Carlassare, Alessandro Pace, Carlo Smuraglia, Beppe Giulietti, Raniero La Valle, Giovanna Maggiani Chelli, Alberto Vannucci, Giovanni Bachelet, Simona Peverelli, Elisabetta Rubini.

Hanno già aderito più di 30 associazioni ed organizzazioni nazionali e locali per difendere la Costituzione, tra le quali: A.N.P.I. Nazionale, Associazione Libera, FIOM Cgil, Comitati Dossetti, MicroMega, Gruppo Abele, Associazione tra i familiari delle Vittime di Via dei Georgofili, Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, Fondazione Basso, “Comitato Salviamo la Costituzione: aggiornarla non demolirla”, Articolo 21, Gruppo Abele, Liberacittadinanza, ALBA (Alleanza Lavoro Beni Comuni e Ambiente), Costituente per i beni comuni, Rete dei comitati per la difesa del territorio. E tanti altri ancora disponibili sul sito di Libertà e Giustizia.

Le adesioni crescono di ora in ora alle quali si aggiungono anche: Paolo Flores D’Arcais, Roberta De Monticelli, Pippo Civati, Giovanna Corrias Lucente, Davide Mattiello, Cristina Scaletti, Nadia Urbinati.

Sarà una mobilitazione per costituire una massa critica di cui non sia possibile non tenere conto e per raccogliere in un impegno e in un movimento comune la difesa e la promozione della democrazia costituzionale. C’è da convocare tutte le energie disponibili, dovunque esse si possano trovare, a Bologna domenica 2 giugno in piazza Santo Stefano a partire dalle ore 13:30.

Il 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica in piazza a Bologna rinnoveremo un atto di fedeltà alla Costituzione e manderemo un forte appello alla politica affinché rinunci al progetto di travolgere l’impianto complessivo della nostra Carta.

Per aderire (con partenza da Senigallia) scrivere a: stefanocanti@alice.it

//www.libertaegiustizia.it/non-e-cosa-vostra/

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno