SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Castelleone: il sindaco Biagetti assente all’assemblea sulle tariffe dell’acqua

L'opposizione insorge contro l'aumento e l'assenza del primo cittadino: "Non se ne preoccupa"

1.347 Letture
commenti
Netservice - Realizzazione e promozione siti web
Acqua: emergenza siccità

I Consiglieri di minoranza “Insieme per Castelleone” hanno visto pubblicata all’Albo Pretorio dell’AATO2 la Delibera dell’Assemblea Consortile n. 09 del 23/04/2013 con la quale si è stabilito il metodo tariffario transitorio per la determinazione della tariffa dell’acqua 2012 e 2013.

Come prima cosa hanno notato l’assenza, in quella riunione, del nostro Sindaco, Biagetti, o di un suo Delegato, che deplorano. Era importante infatti partecipare a quell’Assemblea e trovare una sintesi con gli altri Sindaci per scongiurare un eventuale aumento dell’acqua e difendere l’intera comunità in affanno. Forse Biagetti non se ne preoccupa più di tanto, ma i Castelleonesi certamente si, perché questo aumento si sommerà all’Imu, all’aumento dell’Iva, alla nuova Tares, al lavoro che non c’è più e via dicendo.
Ancora una volta un bell’esempio di partecipazione che ci viene dato dal Sindaco Biagetti.

Quindi anche per quest’anno, le nuove tariffe dell’acqua risulteranno incrementate del 6,5%, come l’anno scorso, dove, da un calcolo eseguito da “Insieme per Castelleone”, l’aumento medio risulterebbe essere di oltre il 7%.

La seconda cosa è che ci porta ad una riflessione è che nemmeno l’esito del referendum popolare sull’acqua del 2011 ha dissuaso i Sindaci dell’AATO2 ad approvare l’elaborato dell’Autorità per l’Energia Elettrica e Gas (AEEG), che altro non è la rivisitazione della “remunerazione del capitale investito”, in altri termini del profitto garantito del 7%, abrogato dal referendum.
Con questa decisione, in cui non ha partecipato Biagetti, i Sindaci hanno violentato la democrazia tenendo un atteggiamento di supponenza, arroganza e indifferenza verso le comunità amministrate, come anche ribadito dal Comitato Acqua Bene di Senigallia.

Al contrario, i cittadini si aspettavano che i loro Sindaci avessero dato corso ad una ridefinizione della tariffa, ma così non è stato, tanto che, invece di diminuire il costo dell’acqua pubblica (?) vengono ancora applicati sommessamente aumenti, disattendendo, ancora una volta, le aspettative dei stessi cittadini.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!