SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Traffico internazionale di stupefacenti, il pizzaiolo senigalliese ai domiciliari

Il Tribunale di Ancona dispone la misura cautelativa nei confronti del 48enne arrestato dai Carabinieri

2.346 Letture
12 commenti
NetPEC - Mettiti in regola con la PEC
Arresto traffico internazionale di droga

Disposti gli arresti domiciliari per Giuseppe Arzillo, il pizzaiolo 48enne di Senigallia arrestato dai Carabinieri con l’accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo era stato bloccato nel primo pomeriggio del 14 dicembre nella sua abitazioneal Filetto di Senigallia dove i militari dell’Arma hanno rinvenuto quattro panetti da 100 grammi di hashish e 74 ovuli contenenti in tutto 370 grammi di charas, una variante dell’hashish, più potente e più pregiata. Oltre allo stupefacente – dal considerevole valore di 30.000 euro – i Carabinieri avevano sequestrato dall’abitazione anche contanti, telefonini, computer e bilancini per il confezionamento delle dosi.

Arzillo, pluripregiudicato con precedenti specifici, aveva preso le droghe in India, dove si recava circa quattro volte l’anno per fare rifornimento: dopo aver nascosto il fumo tra i bagagli, aveva ingerito gli ovuli per poter evitare controlli.

Dalle indagini però è emerso che il 48enne non faceva parte di alcuna organizzazione, ma che gestiva il traffico da solo. Il Tribunale di Ancona ne ha disposto lunedì 17 dicembre 2012 la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Commenti
Ci sono 12 commenti
giovanni 2012-12-19 18:07:05
te andata di culo .......oppure tela sei (...omissis...),,,,
gio 2012-12-19 19:23:45
mitico!
se gli andava bene faceva la vita da maraja!
gli è andata male e fa la vita a casa sua.

chi fa da se fa per tre ! come dice il proverbio
e noi poveri diavoli che ligi alle leggi dobbiamo tirare la cinghia
per arrivare a fine mese . tra IMU , nuove tasse , aumenti delle benzina e sperando sempre di prendere lo stipendio a fine mese e sperando di essere sempre in buona salute
ci vuole pazienza in questo mondo!!!
Gio 2012-12-20 09:24:17
Inaggiunta al commento di ieri tanto per provocare che lo hanno arrrstato a fare?
la pensione a monte acuto costa
Le indagini della polizia costano ( automezzi trasferte pranzi per fortuna non sono andati india per cercare i fornitori); lo stesso giudice con lo avvocato difensore di ufficio costa.Poi mi domando sto povero uomo un lavoro non ce lo aveva quindi viveva di espedienti e si sa la occasione fa l'uomo ladro
In fin dei conti non ha fatto del male a nessuno ai stessi polizziotti si è arreso subito
La roba che vendeva g
Gio 2012-12-20 09:28:24
La roba che vendeva agli acquirenti chi la comperava era a conoscenza degli effetti e delle contrindicszioni
Quindi poteva rimanere libero forse una denuncia per evasione fiscale perché non credo che abbia dichiarato gli utili della sia attività
TAnto per scherzare
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-20 10:47:34
@Gio, i dati del 2012 relativi alla "pensione" di Montacuto: http://www.consiglio.marche.it/informazione_e_comunicazione/comunicati_stampa/scheda.php?articolo=2483&start=0 A te che ti frega se questa bella "pensione", assomiglia più ad un LAGHER che ad un istituto di pena, degno di un paese civile, o quantomeno rispettoso dei DIRITTI UMANI. Dopotutto è proprio l'avere la convinzione che in Italia, le carceri siano "pensioni", che le trasforma in vere e proprie DISCARICHE SOCIALI. Visto che ti trovi, prenotaci la settimana bianca a Montacuto, così ti rendi conto di quanto ci si ossa trovare a proprio agio all'interno....E se ti avanza un pò di tempo, magari vergognati pure un pochino per le cazzate che spari senza sapere un bel niente di niente sulle patrie galere. P.S: il comunicato della Regione, è di 3 giorni fà.
renzo 2012-12-20 13:04:51
Paul Manoni, pensa se questo elemento (...omissis...) vendeva la droga a un tuo figlio, avrei voluto vedere se facevi il buonista come al solito o invocavi l'impiccagione. Per quel che mi riguarda le carceri italiane sarebbero troppo lussuose anche se fossereo veramente dei lagher. Il rispetto dei diritti umani spetta a chi è il primo a rispettare gli altri. Se ti sei meritato un "soggiorno" a Montacuto significa che non ti meriti più alcun diritto.
Gio 2012-12-20 14:28:19
@paul
Guarda che all'inizio o alla fine dei commenti avevo scritto tanto per scherzare o qualcosa del genere
era un commento provocatorio
Scusa
Paolo 2012-12-20 14:41:36
Giusto Renzo. Io sono per pane, acqua e lavori forzati (con o senza catene alle caviglie poco importa).
Del resto si chiama carcere e non albergo!
Calabria Liberata 2012-12-20 14:50:23
E' inutile contrastare l'incontrastabile....Troppa gente viene arrestata per queste minchiate. In america l'hanno legalizzata. E il resto d'europa sta facendo lo stesso. Kofi annan uno dei fondatori del movimento proibizionista all'ultimo convegno internazionale sulle politiche antidroga ha dichiarato che il proibizionismo dopo 50anni è stato un fallimento. la popolazione carceraria in italia dopo la legge fini giovanardi si è triplicato e i costi per mantenere degli innocenti in galera è stratosferico "LEGALIZZAZIONE"
Calabria Liberata 2012-12-20 14:56:57
6.000.000 di individui tra occasionali e abituali fumano marijuana e derivati in Italia. stimando che chi più chi meno in media si spendano 10€ al giorno per fumare vuol dire che si spendono in italia 60milioni di €uro al giorno per fumare. questi soldi finiscono nelle tasche delle narcomafie. Se ognuno avrebbe il diritto di farsi qualche piantina a casa...questi soldi verrebbero usati diversamente e si vivrebbe tutti meglio..L'alcool e il tabacco mietono milioni di vittime ogni anno. Per cannabis o derivati non è mai morto nessuno.LA LEGALIZZAZIONE E' LA SOLUZIONE.
paolo 2012-12-20 18:28:40
Calabria liberata, almeno i congiuntivi.......
O. Manni
Paul Manoni 2012-12-21 06:30:29
@renzo, leggi bene il mio commento. Non mischiare le cose. Qui non c'è nessun "buonista". Questo soggetto ha sbagliato, ha commesso dei reati e pertanto verrà giustamente punito dalla legge, sulla base di ciò che è previsto in questi casi. Si assumerà le sue responsabilità e pagherà il suo debito con la società. DEVE pagarlo. Però il mio commento riguardava altro. Ossia le carceri paragonate a pensioni o hotel di lusso con SKY tv, e la pena come equiparata ad una vacanza o ad una gita di piacere. La tua argomentazione fallace di tipo "pragmatico" (Argumentum ad populum), che si manifesta nel tirare in ballo il sentimento che avrei io o altre persone, nel caso toccasse a mio figlio o ai loro, cadere nel dramma della tossicodipendenza, serve a niente in questo caso. Peraltro viene da chiedersi con che arroganza hai la pretesa che si rispetti la legge nei tuoi confronti, dal momento che le condizioni delle patrie galere, la violano nei confornti di altri. Da ciò che scrivi infatti, sembra proprio che tu sia uno dei tanti fanatici nazional popolari del genere "legge del taglione". Ovvero, "loro hanno sbagliato nei confornti della società, quindi è giusto che la società sbagli nei loro cofronti". Insomma, non solo auspichi un trattamento disumano nei confronti di chi viola la legge, ma ti lanci in invettive di tipo "afflittivo" e "torturativo", verso coloro che per la Costituzione italiana, dovrebbero essere "rieducati" e "reinseriti" (Art. 27). Sicuramente con questo ragionamento degno dei migliori OPG, dimostri di essere uno di quei "sciocchini" che la Costituzione "più bella del mondo" se la fanno raccontare da comici pagati milioni di euro, e che glissano volontariamente su certi spinosi argomenti. "Italiani brava gente" direbbe qualcuno. Ma ancor di più, dimostri di metterti sullo stesso identico piano, proprio di chi la legge la viola. Prendi il criminale di turno, e lo esalti a tuo modello e riferimento imitandolo. Davvero geniale...Beccaria, si sta rigirando nella tomba come una trottola impazzita, ne sono certo. In definitiva, mi piacerebbe poter essere "buonista" come dici, ma purtroppo non lo sono. Mi limito nel mio piccolo a cercare di essere una persona civile, che pretende di vivere in un paese altrettanto civile. Cosa che NON E', visto il comunicato che ti ho segnalato, le condanne dell'Europa per il sovraffollamento carcerario italiano, e quelle per la lentezza del nostro sistema giudiziario. Visto la palese non applicazione delle leggi nazionali a cominciare dalla Costituzione, e visto i sentimenti forcaioli del popolino inebetito dal mainstreaming mediatico. A prescindere, comunico a te e ad altri, che l'impiccagione non è mai servita. Le statistiche sul tasso di criminalità ed omicidi dei paesi dove si prevede la condanna a morte, dovrebbero bastarti a chiuderti la bocca definitivamente, o quantomeno esortarti a cercare soluzioni diverse per condannare chi commette reati. Quantomeno per poter assomigliare ad un uomo e non ad una animale da cortile. Se poi hai voglia di barattare la tua dignità ricostruendo campi di concentramento per detenuti, per erigerti a chissà quale esempio umano di rettitudine etica e morale, fai pure. Ma i Diritti Umani sono decisamente altro. Se ti degnerai di aprire un libro che ne parla, lo scoprirai da solo.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno