SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Svegli, istruiti, ribelli”: studenti manifestano a Senigallia contro i tagli

Strade occupate dal passaggio del corteo. Striscioni contro le banche e per la scuola pubblica

3.358 Letture
16 commenti
Comune di Ostra Vetere
Manifestazione studentesca: assemblea in piazza Roma

Analogamente a tante città in tutta Italia, anche Senigallia il 24 novembre ha aderito alla giornata di manifestazione nazionale, indetta in difesa della scuola pubblica, contro i tagli decisi dalle ultime manovre economiche del Governo. Tanti studenti si sono ritrovati davanti al palazzetto dello sport da cui è partito il corteo verso il centro.

Eloquenti gli striscioni in testa al serpentone dei ragazzi, che si sono diretti verso piazza Roma invadendo le principali arterie del traffico, bloccandolo, dietro agli slogan “Svegli, istruiti, ribelli” e “Vogliamo Profumo di giustizia, no ddl Aprea”.

Prima di arrivare nella piazza centrale, sotto il palazzo municipale di Senigallia, il corteo ha toccato due tappe molto significative: prima davanti la filiale cittadina di Unicredit, dove è stato appeso lo striscione “Salvare le scuole, non le banche”, poi sotto la sede della scuola privata Caggiari in via F.lli Bandiera. Qui il messaggio lasciato dagli studenti di Senigallia è stato “La vogliamo pubblica laica e solidale”.

E’ giunto poi il momento dell’assemblea in piazza Roma, dove si sono radunati oltre agli studenti anche diversi passanti: qui si sono succeduti gli interventi dei ragazzi, che, oltre alle ragioni della manifestazione, hanno toccato temi come la condanna delle azioni di guerra contro la Palestina, gli attuali e sempre più frequenti episodi di omofobia, con il ricordo di Davide, lo studente suicida pochi giorni prima perchè umiliato dai compagni: la sua colpa, essere omosessuale.

Verso mezzogiorno lo scioglimento del corteo organizzato dal Collettivo Studentesco Diaz, cominciato circa tre ore prima, dopo aver fatto ritorno al campus di via D’Aquino percorrendo nuovamente le vie della città.

Insieme ai ragazzi degli istituti superiori di Senigallia anche molti professori, che si sono uniti al corteo ed hanno assistito all’assemblea in piazza Roma. Agli studenti anche messaggi di soldarietà dall’RSU Fiom di Fincantieri di Ancona e dai licei occupati del capoluogo.

Commenti
Ci sono 16 commenti
Gio 2012-11-24 14:40:18
Una giornata di solidarietà
Una giornata senza scuola
Una giornata sui grandi temi
Una giornata a cui hanno partecipato anche i professori
Una giornata spontanea
Una giornata pilotata dai soliti..
I SOLITI che devono avere una motivazione per mettersi in evidenza
rocco 2012-11-24 15:44:45
Chi sarebbero i soliti???
Vincent 2012-11-24 16:15:03
Una giornata importante dove i nostri ragazzi accrescono quella coscienza civile e quella voglia di partecipare che molti di noi non hanno. Noi deleghiamo e poi amiamo criticare e piangere. Protagonisti e non pecore... comunque la pensiate.
gio 2012-11-24 17:45:48
@ rocco ; sono i soliti che pilotano e sono maestri nel pilotare i ragazzi della scuola purtroppo a mio personale avviso; voglio dire come ai miei tempi venivo pilotato a certe argomentazioni e soluzioni purtroppo a mio personale avviso succede anche oggi
Michele 2012-11-24 20:18:52
Concordo, per la maggior parte sono marionette che non sanno nemmeno perchè stanno li, succedeva anche ai miei tempi e noi stupidamente accettavamo solo per perdere un giorno di scuola.
rocco 2012-11-24 21:51:14
Io credo che prima di parlare dovreste provare almeno ad appoggiare quei ragazzi che l'unico modo che hanno per urlare al mondo la loro sofferenza è quella di scendere in strada e manifestare. Bisogna solo ricordarsi che la crisi la sentono tutti, non solo voi stessi, inclusi i ragazzi di quell'età, e non crediate sempre che solo perchè giovani debbano avere per forza "il prosciutto sugli occhi"
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-24 23:09:34
Mi spaventa e mi disgustano profondamente queste considerazioni. Se i ragazzi manifestano con scarsa partecipazione, ci si fa beffa di loro o comunque non gli si da credito. Se manifestano, anche con la violenza, per farsi finalmente ascoltare, li si dipinge come criminali. Adesso che manifestano in massa, non ci sono episodi di guerrigli urbana, che tutto fila liscio come l'olio, e che riescono a sollevare delle argomentazioni di tutto rispetto per le loro proteste, arriva il "bastian contrario" di turno a sputare sentenze dalla poltrona di casa, e dire che sono marionette o che sono pilotati...Da chi poi, non è dato nemmeno di sapere. Questa sarebbe la considerazione che voialtri date ai nostri giovani, a cui questo governo di malati mentali sta rubando il futuro??? Rileggetevi l'Art. 33 della Costituzione, oppure cercate il discorso pronunciato da Piero Calamandrei sulla scuola, nel 1950. Sono certo che ciò che i nostri ragazzi hanno fatto oggi, vi apparirà sotto un'altra prospettiva.
noi non siamo scemi 2012-11-25 00:36:09
All’incontro hanno presenziato il Presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande e il Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi,


ed è stato sponsorizzato dalla BPER (Banca Popolare dell’Emilia Romagna).

de qua' c'el hanno sa le banche de qua il sindc e la pre . della provincia en daccord sa le banc.

pora senegaia
Kanto 2012-11-25 00:45:21
Paul Manoni, ma non ci perdere neanche tempo a commentate personaggi come "gio"....occupa meglio il tuo tempo.
Gio.......mvtstrfdntlcl........scritto così non dovrebbero censurarlo
noi non siamo scemi 2012-11-25 01:01:56
http://confidicoop.pmimarche.com/confidicoopmarche/index.php?module=subjects&func=viewpage&pageid=10

vedere chi e' il presidente

http://confidicoop.pmimarche.com/confidicoopmarche/index.php?module=subjects&func=viewpage&pageid=3

chi foraggia una coop dove il presidente e' un ex sindaco di senigallia.. dell ex Partito Comunista-

e questi scioperano contro le banche con l'appoggio dei genitori.
me raccumand ande a vuta' stamattina si no n vale
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-25 01:45:11
@Kanto, mi manda in bestia il fatto che anchio quando andavo a scuola, proprio come Gio e Michele, i pochi scioperi e manifestazioni a cui ho preso parte, li ho fatti più per futili motivi e per marinare la scuola, piuttosto che per delle battaglie sacrosante come quelle che stanno facendo gli studenti e gli insegnanti oggi. Un grandissimo rammarico personale per non aver protetto adeguatamente la scuola pubblica, quando era il momento, dallo sciacallaggio che già cominciava a quei tempi. Solo che quella volta, beata ingenuità, lorsignori governanti erano capaci di sfilarti le mutande, senza toglierti i calzoni. Oggi, le ragioni per scioperare e scendere in piazza, sono così evidenti e palesi, che sentire i soliti delatori, parlare di "marionette" e "piloti", personalmente mi manda il sangue al cervello. Significa non solo non aver capito una mazza tanto tempo fa, ma anche continuare a non capire. A questo ppunto sorge spontanea una domanda...Chi davvero abbia le fette di prosciutto sugli occhi!? Le "meretrici di Babilonia" sono asserragliate nei palazzi, a finanziare la scuola privata e paritaria dei diplomifici (che l'OCSE stessa ha valutato "sotto la media" dell'insegnamento!), esentandola perfino dal pagamento delle imposte, mentre tagliano con la mannaia tutto quanto della scuola pubblica. E chi scende in piazza per protestare sarebbe una "marionetta"???
Ñáñolo 2012-11-25 01:55:59
Kanto, manca una "t".
Michele 2012-11-25 09:46:41
Caro Paul Manoni le cose non si cambiano con le manifestazioni ne con eventi plateali ma con una diversa condotta e con tanti piccoli sacrifici giornalieri che nessuno e disposto a fare altrimenti non si sarebbe arrivati a questo punto. Si se vai a protestare perche' perdi un giorno di scuola e non dire che non e' vero perche li c'erano anche miei nipoti e loro amici sei una marionetta, se vai a manifestare perche te lo dice il Prof sei una marionetta, se vai a mettere i tuoi soldi in banca e poi protesti contro le banche sei una marionetta.
I sessantottini lo abbiamo visto tutti come sono finiti, ora sono quei direttori di Banca che tanto odiate, perche' qualche fa anno non se ne parlava di questa situazione? Eppure era la stessa, i tassi dei mutui aumentavano, i prestiti a tassi d'usura delle Banche anche se per la legge usura non e c'erano anche prima, si sono sveglati tutti ora tutti insieme? I Politici rubavano spensieratamente o facevano i loro sporchi affari e Senigallia non e' di certo esclusa. Non sono contro le manifestazioni anzi, tanto di cappello per come si sono comportati, il punto e se questi problemi li vedono individualmente o se il pastore porta il gregge al pascolo e mi pare tanto la seconda.
rocco 2012-11-25 21:28:45
Molto strano comunque il fatto che le forze (dell'ordine) non abbino boicottato anche questi cortei, come sempre succede,per far semplicemente passare i manifestanti come delinquenti violenti senza scrupoli, e di conseguenza avere la scusa di dare un po di manganellate "ndo coio coio" giusto per ammazzare la noia..(e perchè no anche qualche lacrimogeno ad altezza uomo?)
Alessandro 2012-11-26 10:15:59
Complimenti ai ragazzi che hanno manifestato ed agli organizzatorii del corteo, ho grande rispetto per chi scende in piazza per difendere i suoi diritti ed il proprio futuro. E invece voi che fate? Voi che dal caldo delle vostre scrivanie siete solo capaci di lamentarvi e criticate chi invece prova a svegliarsi (tra l'altro con un livello di analisi che dire ridicolo è farvi un complimento)? omini dietro una tastiera...
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-26 11:30:35
@Michele, cerca su youtube la puntata di ieri del programma "Che tempo che fa". Ciò che hai scritto nel tuo commento, è l'esatta risposta che ha dato a Fabio Fazio, il Presidente del Consiglio (delle banche) Mario Monti, alla domanda sulla manifestazione di Professori e studenti. Guardacaso il personaggio, tra i tanti, contro cui questi ragazzi stanno manifestando per una scuola pubblica, ovvero di tutti, libera, democratica, laica, e possibilmente con la carta igienica ed il riscaldamento funzionante.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie

Ritiro dell'asporto su ordinazione

Ritiro del cibo d'asporto su prenotazione a Senigallia e dintorni

Generi alimentari, di necessità e piatti pronti: consegne a domicilio