SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, lotta anti-prostituzione: arrestato protettore

L'uomo colto in flagranza di reato mentre portava 'al lavoro' due lucciole

2.500 Letture
commenti
Onoranze Funebri F.lli Costantini
Arresto Carabinieri

Prosegue la lotta anti-prostituzione condotta dai carabinieri. Nel corso delle operazioni di monitoraggio effettuato dalla compagnia di Senigallia, è finito in manette Emanuele Galli, 55 anni, pregiudicato originario di Milano ma residente a Senigallia.

L’uomo era oggetto di attività investigativa ormai da tempo da parte dei carabinieri che ne tenevano sott’occhio i movimenti. Il 55enne è stato sorpreso in flagranza di reato mentre trasportava due prostitute dal loro domicilio al luogo di lavoro in zona Ciarnin, non solo al fine di protezione per le sue assistite ma anche allo scopo di controllare i reali proventi maturati dalle due.

Anche le due lucciole di nazionalità rumena sono state identificate: entrambe erano già note alle forze dell’ordine e già censite nel corso di altri controlli effettuati.

Galli, accusato di sfruttamento della prostituzione, è stato immediatamente giudicato dal tribunale di Ancona che ne ha convalidato l’arresto. L’uomo durante il giudizio, ha ammesso la veridicità del capo di accusa. Il giudice ha disposto nei confronti dell’uomo la scarcerazione e l’obbligo di dimora con il divieto di uscire dalla sua abitazione dalle 20.30 alle 7.00.

Commenti
Ci sono 7 commenti
Gio 2012-11-18 13:06:09
Ne troveranno un altro
Che per una ora di •○•●□■
Le porterà da casa sulla strada

La fame è tanta
E il cibo è scarso
NIKOL 2012-11-18 14:33:56
Obbligo di dimora?!Nemmeno un mese di carcere?
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-18 15:04:04
Era ben ora che le nostre Forze dell'Ordine, andassero a colpire dove è giusto che si colpisca, piuttosto che colpire a casaccio nel mucchio delle prostitute o dei loro clienti. Ottimo lavoro, sotto a chi tocca!
Michele 2012-11-18 17:18:13
Finalmente si inizia a colpire nel punto giusto, peccato le solite pene a dir poco ridicole!
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-18 18:42:05
@Michele, i guai grossi per questo penoso soggetto, arriveranno dopo il processo. Adesso, con tutte le attenuanti e la disponibilità ad ammettere il reato, è normale che il giudice gli abbia dato solo l'obbligo di dimora. E' dopo il processo che per lui, le cose si faranno "serie".
Gio 2012-11-18 19:38:03
@ paul
Non capisco
Che significa?
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-18 20:19:32
@Gio, hai ragione, rileggendo l'articolo, mi sono accorto che il soggetto è già stato "giudicato". Quindi avete ragione...Che cavolo di pena è mai questa!? Io sapevo che il reato di "sfruttamento della prostituzione" prevedesse anni di galera, non certo l'obbligo di dimora! Se è così sono parecchie le cose che non mi stupiscono, sul radicamento della schiavitù delle prostitute.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura