SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Degrado e pulizia, ecco le nuove regole per Senigallia

Presentata una serie di norme contro prostituzione, accattonaggio e tutto ciò che "sporca" la città

3.886 Letture
16 commenti
I settori che saranno interessati dal nuovo pacchetto-norme sul decoro urbano presentato a Senigallia

Prostituzione, accattonaggio, estetica, decoro, pulizia, alcol e quiete pubblica. Sono questi i vari ambiti su cui la Giunta vuole intervenire e per cui ha ricevuto, martedì 16 ottobre, una bozza di piano comunale con suggerimenti proposti dalla Polizia Municipale.

Oltre 70 articoli, esposti dal Comandante Flavio Brunaccioni, che si muovono dal divieto di contrattare le prestazioni sessuali al divieto di prostituirsi in tutte le strade comunali; dal divieto di richiedere l’elemosina in strada e nei parcheggi a quello per vietare la somministrazione di bevande in contenitori di vetro, assieme ad altri interventi per contrastare l’abuso di alcol da parte dei minorenni.

E ancora: sarà obbligo degli esercenti tenere pulite vetrine e insegne, installate e realizzate secondo i dettami del piano Cervellati; lo stesso varrà per targhe, orologi pubblici e manifesti, a tutela del patrimonio cittadino. Stessa tutela per evitare le scritte sui muri di case e palazzi.

Discorso simile anche per gli edifici, anche se inutilizzati o abbandonati: per tutti dovrà esservi manutenzione e messa in sicurezza. E qui il pensiero torna all’ex arena Italia, in dissesto da anni. Come per gli edifici, anche parchi e giardini dovranno essere curati.
Sempre in materia di decoro e nettezza pubblici, non si potranno gettare mozziconi di sigarette e chewingum a terra, assieme all’obbligo di manutenzione degli scarichi e alla pulizia delle strade vicinali, non si potranno battere panni e tappeti ovunque né tanto meno esporre la biancheria lavata.

Altro argomento è la quiete pubblica, ultimamente di nuovo al centro dell’attenzione, dopo che gli schiamazzi sul lungomare sono “tornati” in centro storico: norme ed orari andranno a regolamentare tutte le attività “rumorose”, dai pubblici esercizi alle fiere e mercati, dagli schiamazzi al suono delle campane e megafoni.

Una bozza che i componenti della giunta studieranno per capire quali interventi predisporre nel breve e lungo periodo: se infatti il decoro e il divieto di gettare cicche e mozziconi a terra può essere facilmente messo in atto subito, il contrasto alla prostituzione richiede interventi che non sempre hanno risultati nell’immediato.
Nel frattempo però, prostitute e clienti, chi schiamazza, chi chiede l’elemosina e chi espone lenzuola, chi butta a terra rifiuti e chi non pulisce quanto gli compete, tutte queste figure rischiano multe da 50 a 500 euro.

Commenti
Ci sono 16 commenti
O. Manni
Paul Manoni 2012-10-17 14:48:42
Quando questioni complesse e fenomeni radicati, vengono ridotti ad una misera questione di "decoro urbano", significa che i problemi sono ben distanti dall'essere risolti. Sostanzialmente su alcune problematiche, soprattutto sulla prostituzione, si sta facendo come per le pulizie domestiche fatte da lavativi, mettendo semplicemente lo sporco sotto il tappeto, anzichè raccoglierlo. Ma attenti...Così facendo, lo sporco sotto il tappeto si accumula giorno dopo giorno, e prima o poi non si saprà più dove poterlo mettere, finendo per avere due grossi problemi, anzichè uno solo.
Franco Giannini
Franco Giannini 2012-10-17 16:04:34
Tutto perfetto. Sulla Bozza !! Solo che mi chiedo chi sarà l'incaricato a svolgere tutti questi controlli, visto che il numero del personale preposto a tali osservanze è sempre quello (quando non è ridotto!!) e le mansioni affidategli invece aumentano? E il controllo sui "controllori" ( leggere Amministrazione) a chi verrà affidato? anch'esso ai VU ?? E le eventuali multe ai "controllori-amministratori, ad esempio, dovute a giardini mal curati ( sempre sibillino ed opinabile il confine tra il termine "curato" e il "non curato" !)chi le pagherà? Non certo l'Amministrazione in quanto organo non fisico, che però si rivarrà, sicuramente sul cittadino innocente che l'erba del giardino che non è stata tagliata e non per sua volontà, ma per una "dimenticanza istituzionale". Certo è che la Giunta, avrà molto da ragionarci su, perchè di leggi ne abbiamo già a sufficenza, ma non vengono rispettate proprio perchè quello che ci manca sono i controllori che ce le facciano osservare, visto la perenne carenza di senso civico (che non condivido) dell' "italiano" che si cela dietro la scusante del "Così fan tutti!!". Ma penso anche, che più che la Giunta, questa "Bozza" dovrebbe essere portata, letta e dibattuta in Consiglio Comunale, ancor prima di essere portata magari anche in Commissione. Evitando, se possibile, come da un pò di tempo invece avviene, quando non si sa che "pesci prendere", i continui passaggi dalla Commissione in Consiglio e viceversa. Non so se questo sia possibile e se ci sono leggi comunali che lo vietino, ma credo che forse ciò sarebbe quanto mai utile.
David 2012-10-17 17:20:27
si potrà scoreggiare all'aria aperta??
o rischio una multa per inquinamento??
Rapace 2012-10-17 17:27:57
Più Commissioni, più Consigli....più gettoni di presenza!
Venticello 2012-10-17 20:58:51
Davide...Dipenderà da peto a peto...qualcuno potrebbe essere sanzionato e qualche altro no, dovranno dargli una classificazione...io posso dare un aiutino:...1) Peto Colpevole: Solitamente emesso in luoghi chiusi quali ascensori et similia, genera sconforto e lacrime se ti pescano. 2) Peto Fraudolento: Classico quello con "sgommata", genera un iniziale senso di appagamento e successivo sconforto, in quanto dopo poco si percepisce dell'umido degli slip. 3) Peto Beethoven: Virtuosismo di rara bellezza, mima il suono di più peti contemporaneamente. Richiede un sedere polifonico. 4) Peto Soprano: E' una variante della Beethoven ma alzata di un paio di ottave. 5) Peto Tenore: Musicalmente parlando il più difficile, richiede allenamento per non sfociare in tremendo escremento sfondamutande. 6) Peto Ribelle: E' di quelli che voltano faccia anche al padrone, ha un campo d'azione di svariati metri. E' stato sperimentata con successo in campo medico per fare rialzare persone dalla sedia a rotelle. 7) Peto Femminile: Peto di pochi decibel della durata di brevi istanti. La più pericolosa... non te l'aspetti! 8) Peto Cipollino: Segue l'assunzione di pesanti dosi di cipolla, rumore chiaro gusto pulito puzza immane. 9) Peto Terence Hill: Segue l'assunzione di fagiolate modello Terence Hill, è consigliato areare il locale dopo avervi soggiornato, vietato azionare interruttori. 10) Peto Orfanello: Flautolenza di origine ignota. L'unico modo per risalire alla paternità è seguirne la scia. 11) Peto Grigliata: E' quello che esce dalle sedie di vimini deframmentandosi in micro puzzette tutte egualmente fetide rispetto al peto madre. 12) Peto Poltrona: Quello che sei convinto non se ne sia accorto nessuno ma quando ti alzi... SORPRESA! E' ancora lì! 13) Peto Sono Stato Io: Prolungato e rumoroso detonazione usata per sfiduciare i maschi rivali del gruppo. E' un segno di comando e genera ammirazione e compiacimento nel gruppo. 14) Peto Kalashnikov: Genera l'impressione che chi lo emette abbia il ripetitore di un mitra ficcato tra le chiappe. 15) Peto Paracadute: Inaspettato, che irrompe durante la pace notturna. Provoca un piacevole tepore e la comparsa del noto "effetto paracadute". E' frequente causa di divorzi. 16) Peto Hiroshima: Uno dei peggiori! Strappa i peli del sedere e a tutt'oggi è considerato l'arma di punta nella guerra batteriologica. 17) Peto Non Ti Scordar Di Me: Da utilizzare per rendere un momento indelebile. E' chiamato anche "mimetica" dagli espurgatori di pozzi neri. Stimola aree del cervello adibite alla memoria e le stimola per sempre. 18) Peto Ninna-Nanna: Se qualcuno ha la sventura di trovarsi sotto il fuoco di questa turbolenza sentirà uno strano torpore e un lieve giramento di testa seguito da un sonno privo di sogni.
Tek On Top No Stop 2012-10-17 21:02:48
aggiungerei anche il divieto di accendere fuochi per bruciare residui di potature (e chissà cos'altro) nell'area urbana e zone di campagna limitrofe.
gio 2012-10-17 21:38:27
un complimento per venticello
Michele 2012-10-17 22:38:05
Di certo non è il Comune di Senigallia che risolverà il problema della prostituzione nel mondo, se fanno metà di quanto detto per me va già bene, è un inizio.
@Complimenti Venticello, almeno ridiamo di qualcosa.
Anonimo 2012-10-18 05:53:37
PULIZIA riguarda anche conflitti di interessi negli enti pubblici e privati oppure....-vedi obitorio che a me sembra cosi sporco....fare qualche multa per fare cassa
rione 2012-10-18 07:39:18
Il divieto di chiedere l`elemosina e` da fascisti.
michele 2012-10-18 09:30:11
Eccolo! Mancava la caccia alle streghe tipica di Senigallia, sarà che si avvicina Halloween.













Halloween
Angy 2012-10-18 10:58:40
a me va benissimo raccogliere gli escrementi del mio cane,oltre che essere segno di buon senso è anche un dovere, però mi sorge un dubbio...dopo che ho raccolto la popò,pulito pure a terra se è ancora sporco,che ci faccio con il sacchettino?!gli metto un fiocchetto e lo spedisco al sindaco?!
a Senigallia mancano dei cestini per la raccolta della popò,se faccio la mia solita passeggiata con il cane mi riporto il sacchetto ripieno a casa e lo butto nel mio bidone per l'indifferenziata, ma se mi trovo nei pressi del cento storico?!e per pressi intendo via Bolzano, via Venezia, corso Matteotti etc etc!!che ci faccio?!il suddetto sacchetto me lo porto attaccato alla borsa come un portachiavi mentre giro per negozi (perchè sì io sono una di quelle "fanatiche" che il cane se lo porta dietro se va a fare shopping!!)lasciando dietro di me una scia di odor de merde?!?!?!?!
michele 2012-10-18 11:28:28
E' ora che ognuno si prenda le proprie responsabilità, vuoi il cane? Sai che comporta certi limiti, vuol dire che se non te la vuoi portare dietro quando vai a fare shopping il cane lo lasci a casa. E se dicessi che sono appassionato di equitazione? Cosa faccio vado in centro con il cavallo a lastricare le strade di sterco o giro con il rimorchio? Certe cose non si possono fare oppure sta a te decidere se vale la pena farle o no, quando ti prendi un animale prendi il pacchetto completo se scoccia a te raccogliere gli escrementi del tuo cane e smaltirli in modo corretto figurati agli altri.
Angy 2012-10-18 12:35:35
per michele:te piace essere polemico eh?!?!tu per me con i cavalli puoi andare dove cavolo ti pare, basta che la povera bestia abbia attaccata al sedere quel bel saccone per raccogliere gli escrementi!
e leggi bene quello che ho scritto:io sono d'accordo con il raccogliere gli escrementi, lo faccio sempre e li butto nel mio bidone ma non mi sembra giusto non poter portare il mio cane con me quando vado in giro!ma stiamo scherzando?!prendere un cane e lasciarlo a casa?!ma posso fare un po' come cavolo mi pare visto che adesso i cani possono entrare praticamente in quasi tutti i negozi o tu devi stare a sindacare cosa posso o non posso fare con il mio cane?
io vorrei solo sollevare la questione dei bidoni che in prossimità del centro storico mancano!tutto qui!per poter rispettare le leggi che vengono imposte mi si deve dare il modo di poter rispettarle!
Angy 2012-10-18 12:39:33
inoltre ricordo che una volta davanti ai giardini catalani c'era un bel bidone fatto apposta per raccogliere la popò dei cani e se eri rimasto senza bustine ne potevi comprare una...dopo il restylis del central park di senigallia è scomparso...non era abbastanza fashion??! però la sua funzione la svolgeva egregiamente....perchè non rimetterlo?!?
michele 2012-10-18 16:04:05
Angy cerca di capire che non tutti siamo amanti dei cani, con le tasse che come molti pago tutti i mesi preferirei che ci aggiustassero le strade che fanno pena o magari potrebbero aiutarci le persone o gli anziani in difficoltà, di certo l'ultima cosa che mi viene in mente è impiegarli per dotare la città di bidoni appositi per cani anche se necessari per farti andare per negozi con il cane. C'è gente che lascia a casa i figli 8-10 ore al giorno, che tu non possa lasciare a casa il cane per fare shopping mi sembra una cosa ridicola.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura