SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Saldi a Senigallia pronti al via tra incognite e speranze

Confartigianato: "Netto calo dei consumi, i piccoli negozi sperano nella corsa al ribasso"

1.657 Letture
commenti
Hotel Turistica - Hotel a Senigallia
Giovanni Angelini, presidente di Confartigianato Senigallia

Saldi pronti alla linea del “via” tra incognite (tante) e speranze (altrettante). Tempo una settimana e si entrerà nel cuore di una nuova stagione di ribassi. Anche nel Senigalliese i commercianti si preparano ad allestire le vetrine ritoccando all’ingiù i prezzi contenuti nelle etichette.
L’obiettivo è recuperare i mancati incassi dovuti al netto calo dei consumi.

C’è la necessità, pressante, di vendere – commenta Giacomo Cicconi Massi, Responsabile Confartigianato Senigallia – perché fino a oggi si è monetizzato davvero ben poco.
I clienti entrano nei negozi, curiosano, ma non comprano. Colpa della crisi, neanche a dirlo, che morde i portafogli“.

In un momento così precario, con il costo della vita che sale e altrettanto le tasse (leggi: IMU), le famiglie hanno adottato stili di vita più controllati.

Si legge lo scontrino, ci si annotano uscite ed entrate, il bilancio domestico è sorvegliato speciale perché non ci si può permettere più dello stretto necessario.

Se persino nella spesa di tutti i giorni, alimentari compresi, si ragiona, non una ma due volte, su cosa e quanto comprare, si comprende bene quali siano le difficoltà che stanno vivendo le piccole botteghe dell’abbigliamento e in generale tutti gli esercizi commerciali.

Confartigianato auspica che questo momento si dimostri più propizio per il commercio locale vista anche la presenza di numerosi turisti che scelgono Senigallia per le loro vacanze.

Molti consumatori stanno consapevolmente aspettando l’avvio dei ribassi per procedere agli acquisti.
Confartigianato, come ogni anno, in occasione dei periodi di saldo consiglia inoltre i consumatori a un acquisto attento.

In prima misura è opportuno diffidare dei sottoprezzi portati all’eccesso che spesso possono nascondere merce difettosa o gli ultimi residui di magazzino.

In seconda battuta il consumatore deve far attenzione che il capo di abbigliamento sia fornito di apposito cartellino e che nello stesso venga comunicato il prezzo originale del prodotto, la quota percentuale di sconto, e il prezzo finale da pagare alla cassa.

Per questo Confartigianato suggerisce di continuare a effettuare i propri acquisti anche in periodo di saldi presso il proprio negozio di fiducia – spiega Giovanni Angelini, Presidente Confartigianato Senigallia – presso il quale ci si rivolge normalmente: questo per contare su un raffronto preciso tra prezzo esercitato e prezzo base e sulla disponibilità dell’esercente in tutti i casi di cambio merce o/e pagamento“.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura