SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: Cicconi Massi interroga il Sindaco sulla movida

Il consigliere d'opposizione punta l'indice contro alcuni eccessi e chiede all'amministrazione di intervenire

2.007 Letture
commenti
Cuochi Ancona
Test dell'etilometro, alcol alla guida

In qualità di Consigliere Comunale rivolgo all’amministrazione la seguente interrogazione scritta.


Anche quest’anno, così come avviene ormai da troppo tempo, il tratto di lungomare Alighieri, compreso tra Via Dalmazia e Via Ugo Bassi, che dovrebbe essere il fiore all’occhiello dell’offerta turistica senigalliese, ed il biglietto da visita per gli ospiti che soggiornano nella “spiaggia di velluto” pluripremiata “bandiera blu”, si trova a vivere praticamente tutti i fine settimana, una situazione diprofondo disagio ed enorme difficoltà.

In primo luogo corre l’obbligo di dar atto, con piacere, dell’avvio dei lavori di sistemazione del marciapiede lato monte di questo tratto di lungomare, che ormai da troppi anni si trovavano in uno stato di assoluto degrado ed abbandono.

Purtroppo questo intervento di miglioramento urbano, viene, per lo meno ogni fine settimana,  vanificato da una serie di problematiche a cui da tempo non si riesce a dare risposte e soluzioni.

Se da un lato è assolutamente giusto e positivo che in questa parte del lungomare, migliaia di giovani affollino le strade ed i locali presenti, fino a notte tarda, segno che la nostra città rappresenta ancora un punto di riferimento per chi vuole divertirsi, dall’altro lato non può assolutamente essere accettato che  la legittima voglia di divertirsi, si tramuti in disturbo per gli altri e in comportamenti assolutamente incivili.

Il sabato e la domenica mattina, questa parte del lungomare Alighieri assomiglia più ad un campo di battaglia, anziché alla via principale del turismo cittadino.

Bottiglie, bicchieriin ogni dove, ma soprattutto l’inciviltà di alcuni, che decidono di trasformare ogni angolo della pubblica via in latrine “open space”, nelle quali è possibile imbattersi in qualsiasi cosa.

A ciò si aggiunge la problematica della musica, il cui volume e  spesso lo sforamento dell’orario, a cui seguono poi gli schiamazzi fino all’alba, rendono impossibile il chiudere occhio, anche per sole poche ore.

I residenti, gli operatori delle strutture ricettive ed i turisti che dimorano nella zona hanno sempre dimostrato tolleranza e sopportazione nei confronti della c.d. “movida”, ma oggi non possono più accettare che tale situazione di caos urbano possa continuare senza porre interventi risolutivi per tutta la stagione estiva.

Per tutte le considerazioni sopra riportate,  si chiede all’amministrazione comunale, se sia intenzione :
1)    potenziare il sistema di raccolta dei rifiuti in tutta la zona e  del numero dei contenitori porta rifiuti
2)    potenziare dei servizi igienici sia pubblici, sia privati aperti al pubblico
3)    porre in essere interventi di disinfezione, contestualmente alla raccolta rifiuti, sul tratto di lungomare interessato;
4)    controllare sistematicamente il rispetto della normativa in materia di orario di emissione di musica e somministrazione di sostanze alcoliche a minorenni;

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura