SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Scorcelletti - Laboratorio Analisi

Senigallia: imbrattati i manifesti della Fiamma Tricolore

La denuncia del segretario della sezione locale Marcello Liverani

3.747 Letture
commenti
Manifesti Fiamma Tricolore imbrattati

Inciviltà, anti-democrazia, infantilismo, esasperazioni senza senso, nessun rispetto per il prossimo, ignoranza, maleducazione…questi sono solo alcuni dei pensieri che mi vengono in mente dopo aver visto come, ancora oggi, ci si diverta a denigrare una “parte politica” imbrattando i manifesti con disegni e parolacce offensive, come le foto allegate ampiamente dimostrano.


E per qualcuno questa sarebbe la democrazia che tanto sbandierano?
Premetto che la “questione” mi fa ovviamente ridere, perché pensare che ancora ci sia in giro chi va a divertirsi, come i bambini, con le bombolette spray a “dipingere” i manifesti politici mi lascia basito. Ma non avevano niente di meglio da fare anziché girare le strade alla affannosa ricerca del manifesto da imbrattare? Un più sano divertimento no?

Sarei curioso di sapere cosa ne pensa il massimo esponente della Giunta Comunale: il Sindaco Mangialardi, di questi atti che non hanno nulla di sensato. Non è una polemica la mia, perché so benissimo che chi commette queste cose sono sempre quattro gatti che “non esistono” e “non fanno testo” nel panorama politico e democratico di una cittadina, e Senigallia è sempre stata democratica per fortuna, con pochissime pecore nere…oddio, non proprio “nere” direi in questi casi.

Manifesti Fiamma Tricolore imbrattati, dettaglioImmagino, e ne sono certo, che il Sig. Sindaco non approvi e condanni questo modo molto poco educato di “fare politica” (ma quale politica?????), però mi piacerebbe leggerla qualche sua parola in merito a questo episodio.

Anche perché in questo caso è stato offeso un partito: il Movimento Sociale Fiamma Tricolore, che onestamente usa solo le parole, a volte anche dure, per fare politica, ma di certo non commette simili infantilità e non permette che possano avvenire certe intolleranze barbare.
Chiaramente, essendo stato commesso un gesto offensivo verso un partito politico, il sottoscritto, quale rappresentante locale, si è visto costretto a presentare denuncia contro ignoti alla Stazione dei Carabinieri di Senigallia.

Le leggi esistono e vanno rispettate.

Commenti
Ci sono 8 commenti
Marco 2012-05-21 17:42:53
SSSSh. Ringraziate che siano stati appesi per un po'. Spero non in maniera abusivi come siete soliti fare.
Non c'è spazio per i fascisti.
Da nessuna parte.
Paolino 2012-05-21 18:42:24
Liverani è uno dei più grossi piagnoni della rete...
jack_ 2012-05-21 20:47:20
non c'è spazio neanche per chi pensa che nel 2012 esistano ancora i fascisti o i comunisti.
Adolfo 2012-05-21 21:22:16
Marco, non è che niente niente è stata quella (...omissis...) a scrivere sopra i manifesti?
Omar 2012-05-21 21:33:31
Siete peggiori voi che commentate,che siete legati a degli episodi che sono successi ormai 100 anni fa senza pensare che è il futuro quello che ci interessa non il passato,benchè la parte politica opposta a quella del signor Liverani non credo sia quella che possa portare a qualche soluzione che in un qualche modo risolva la realtà italiana...e quelle moderate che sbandierano democrazia hanno sempre e solo pensato ai loro porci comodi...studiate un po di storia và!
tuttacanna 2012-05-22 10:12:08
Giovani disoccupati si svagano!

I giovani disoccupati-frustrati che escono dal mamamia, si divertono a imbrattare manifesti di chi non subisce la loro "civile" democrazia e godono dandosi al vandalismo, che i compagnucci al potere fingono di contrastare.
Palìn de Cantachiaro 2012-05-22 12:27:50
capperi, i postfascisti che si appellano a leggi e democrazia per poter esistere e disseminare cultura della discriminazione, razzismo, violenza e antiparlamentarismo... mi ricorda quando "lui" l'onanista nano viagrato e tricotrapiantato si appellava alla giustizia.... ma limitatevi a commemorare il 28 aprile e a nascondervi il 25! E prima di aprire bocca coi piagnistei ringraziate di avercene ancora una ma questo, in ogni caso, non vi da diritto ad un cervello democratico... (vogliamo parlare di Casa Pound?)
Palìn de Cantachiaro 2012-05-22 15:06:15
A Marcello Liverani faccio dono di un sereno libro di eufemistici giudizi e valutazioni storiche, Di Carlo Emilio Gadda, Eros & Priapo, da cui, se non fossi sicuro cha al Liverani non facciano livore staccherei alcune righe per donargliele come un cammeo, a guisa di divisa, a mo' di tempora et mores dell'epoca:
"«Li associati per cui per più d'un ventennio è venuto fatto di poter taglieggiare a lor posta e coprir d'onta la Italia, e precipitarla finalmente a quella ruina e in quell'abisso ove Dio medesimo ha paura guatare, pervennero a dipingere come attività politica la distruzione e la cancellazione della vita, la obliterazione totale dei segni della vita. Ogni fatto o atto della vita e della conoscenza è reato per chi fonda il suo imperio sul proibire tutto a tutti, coltello alla cintola.» (C. E. Gadda, da Eros Priapo)
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura