SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: La Fiamma Tricolore contro le aliquote IMU

Prevista anche una raccolta di firme per chiedere al Sindaco di abbassarle

1.883 Letture
commenti
contributi affitto casa

Il prossimo 18 giugno (il 16 cade di sabato) i cittadini senigalliesi saranno chiamati a pagare la prima rata dell’IMU, mentre il saldo si verserà entro il 17 dicembre (il 16 cade di domenica).

A tal proposito chiediamo al sindaco Mangialardi di predisporre un calcolatore IMU on-line sul sito istituzionale del Comune per aiutare i contribuenti nel calcolo della nuova imposta e di modificare, in un prossimo Consiglio comunale, il regolamento, introducendo la possibilità di dilazionare il pagamento in più tranche.

Cogliamo l’occasione per ribadire il nostro totale dissenso alla nuova tassa introdotta dal governo Monti e approvata da PD, PDL e Terzo Polo: hanno voluto fare insieme una patrimoniale, un atto di punizione storica contro gli italiani che mettono i soldi nel mattone invece che in Borsa come vorrebbe Goldman Sachs (Monti è stato dal 2005 al 2011 membro del Research Advisory Council del Goldman Sachs Global Market Institute).

Per chi ancora non lo sapesse con l’IMU:

1)    si riuscirà a stroncare definitivamente la domanda immobiliare, già in agonia per il crollo dei mutui concessi dalle banche (-44%), tassando dieci volte più di prima valori immobiliari che sono caduti, stante la crisi, del 30%. Ed è inutile ricordare quanto l’immobiliare sia un volano trascinatore dell’economia reale per decine di settori, dall’industria dei mobili, agli elettrodomestici, agli attrezzi elettrici e idraulici.

2)    Si riuscirà a stroncare l’agricoltura, in particolare sui fabbricati rurali vasti (perciò ipertassati) come fossero seconde case, colpite esosamente e punitivamente. Non dimentichiamo che l’IMU per questi immobili rappresenta una doppia tassazione, essendo i fabbricati strumentali già soggetti ad IRPEF e ICI. Risultato: effetti devastanti, l’applicazione dell’IMU potrebbe accelerare la dismissione del settore agricolo.

3)    La nuova tassa sarà un problema per quelle famiglie che abitano in alloggi di cooperative a proprietà indivisa: gente che vive in case popolari, per lo più al di sotto della soglia della povertà. E ora dovrà pagare l’IMU come «seconda casa», anziché come abitazione principale, proprio perché il nuovo tributo non riconosce lo status di abitazione principale per questi alloggi, che vengono assegnati proprio a condizione di non possedere un altro alloggio.

4)    A pagare saranno anche gli anziani che vivono nelle case di riposo. Se hanno un appartamento, è «seconda casa» per l’IMU. Giù tasse. I poveretti dovrebbero venderli, gli appartamenti. Ma come se nessuno compra?
Dopo le aspre polemiche dei mesi scorsi a pagare l’IMU sarà anche la Chiesa Cattolica, ma non le Fondazioni Bancarie perché si è detto che sono associazioni benefiche. Non è assolutamente vero: le Fondazioni Bancarie gestiscono, possiedono quote determinanti delle grandi banche e partecipano agli utili, di cui solo una quota viene ridistribuita in opere di bene. Ed inoltre possiedono un enorme patrimonio immobiliare su cui non pagheranno un euro.

In conclusione: si sono penalizzate le fasce più deboli della popolazione, i redditi bassi,  i piccoli commercianti, le attività legate all’agricoltura favorendo invece i grossi patrimoni e le fondazioni bancarie.

Per questo noi della Fiamma Tricolore, sabato 28 aprile, saremo in Piazza Roma, dalle 15.30 in poi con un banchetto a raccogliere le firme per chiedere al Sindaco Mangialardi di abbassare le aliquote IMU.

Invitiamo i cittadini di Senigallia a partecipare numerosi per chiedere maggiori informazioni, ma sopratutto per urlare a questa finta amministrazione verde-catto-progressista: giù le mani da casa mia !

da Riccardo De Amicis

Commenti
Ci sono 5 commenti
licaone 2012-04-12 11:58:59
Stranezze: i "fascisti" sostituiscono i compagnucci nell'opporzione a monti-mangialardi-& !

Una quasi-forse notizia collegata alla crisi edilizia:
il borgo delle torri-lanari è poco attivo, anche loro sono strozzati dalle banche e/o non vendono?????? 610
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-04-12 13:17:40
La raccolta di firme avverrà sabto 28 aprile, dalle 15,30 alle 19,30, con un gazebo in P.zza Roma. Venite in TANTI a firmare. Seguirà un Comunicato esplicativo sul giorno e l'ora.
genaro 2012-04-12 18:30:41
bando alla patrimoniale inserita come salva italia; dico, le firme bisogna raccoglierle per eliminare i finanziamenti dei partiti con i soldi dei contribuenti, dico, tanta partiti che rubano i soldi delle ns. fatiche, a cosa servono, servono x utilizzare ad uso personale, dico, x salvare l'italia tagliassero i vitalizzi cospicui con vitalizio equiparato ad un imbiegato, a coloro che finiscono la legislatura, tanti altri sprechi di gestione governative; Non sò a quanto ammontano in termini economici, sicuro ammontanto a miloni e milioni di € che si risparmierebbero per salvare l'italia (l'italiano). bisogna ribbellarsi con la forza non con la penna
Giovanna 2012-04-12 19:28:15
IMU - Seconda casa - Un diritto per non essere discriminati
La seconda casa ha un IMU sensibilmente aumentata rispetto all’ICI, e la tassa è anche determinata dal comune, sarebbe corretto dunque se almeno ci fosse la possibilità da parte del proprietario di votare alle elezioni comunali. Ad esempio se uno ha tre case in tre comuni diversi dovrebbe poter votare alle amministrative in tutti e tre i comuni. Non è questione di politica, ne di voto di scambio, è questione che pagando le tasse maggiorate, il servizio rifiuti, gli allacciamenti alle reti pubbliche, l'urbanizzazione, ecc. è giusto ritenere che si debba anche avere il diritto di esprimere il proprio giudizio sull'amministrazione. Diversamente si è cittadini solamente penalizzati senza alcun diritto ma con solamente doveri da rispettare senza poter partecipare alle decisioni che sono state o che saranno prese nei propri confronti.
O. Manni
Paul Manoni 2012-04-13 04:50:01
Genaro, il finanziamento pubblico della partitocrazia, ammonta a circa 2 miliardi di euro, a fronte di appena 500 milioni di euro effettivi spesi dai partiti.
Raccogliere firme per abolire questa legge sui rimborsi elettorali serve a cosa? Al referendum del 1993, sull'abrogazione del finanziamento pubblico dei partiti, il 93% degli italiani rispose con un secco "SI". Numeri inequivocabili per far capire ai partiti TUTTI, vere e proprie metastasi della democrazia, che il popolo sovrano non voleva spendere il becco di un quattrino per loro.
Pochi mesi più tardi e CONTRO la sovranità del popolo sancita dalla Costituzione, TUTTI gli stessi partiti modificarono la legge, da "finanziamento pubblico" a "rimborsi elettorali". Questo per dirti che puoi raccogliere tutte le firme che vuoi, ma tanto a rigirarsi la frittata e fare i loro pocrci comodi, sono sempre i soliti 950 "Mussolini" seduti in Parlamento.
Detto questo, nessuno si azzardi a venirmi a parlare dell'eventualità che un riccone si appropri della politica perchè se lo può permettere in mancanza di un finanziamento pubblico del regime partitocratico..!
E' una balla, tutta di sinistra, che non regge più. Bastano leggi uguali per tutti i partiti ed un tetto massimo di soldi a cui i partiti possono accedere AUTOFINANZIANDOSI, o facendo devolvere dai loro eletti, parte dei loro stipendi e dei loro vitalizi.
Bilanci depositati ogni anno e controllati da isituzioni super partes, ovvio, con tanto di pubblicazione in rete dispponibile da parte dei cittadini.
Ora chiediamoci un pochino il PERCHE' non sono disposti a simili condizioni..? Sarà mica perchè vogliono continuare a sguazzare nella pappatoia del denaro pubblico!?
...Poi fanno i moralisti quando scoppiano i vari casi "Lusi", "Belsito" ed altri sgradevoli vermi che compongono la suprema cupola della mafiosità partitocratica...!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura