SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, piano Cervellati: si della Giunta al progetto della Penna

Approvata proroga di 6 mesi per gli altri ambiti da riqualificare senza progetto o non ancora partiti

6.106 Letture
commenti

Presentazione del progetto per l’incrocio della Penna a SenigalliaLa Giunta comunale di Senigallia ha approvato il progetto preliminare per l’incrocio della Penna rientrante nel cosiddetto Piano Cervellati e allo stesso tempo una proroga da 4 a 6 mesi per i cantieri non ancora avviati. E’ questo il sunto della riunione svoltasi martedì 25 ottobre: Sindaco e assessori hanno dato l’ok ad un progetto che prevede la demolizione totale e la ricostruzione degli edifici che si affacciano su viale Leopardi e sull’incrocio della Penna e la risistemazione di un’area ora degradata, per circa due milioni € di oneri di urbanizzazione e oltre 7 milioni di investimenti privati.

Presentazione del progetto per l’incrocio della Penna a Senigallia: da sinistra, Ciacci, Cavallari, MangialardiDopo dunque il via ai lavori nel Bastione di via Rodi e quello più recente all’ex palestra Nirvana in via Baroccio, ecco una nuova spinta al piano che stentava a rimanere nel termine del 4 novembre 2011, previsto due anni fa con l’approvazione in consiglio comunale del progetto complessivo. Progetto che prevede la riqualificazione e il recupero dell’immagine e dei volumi originali del centro storico di Senigallia in quei cinque punti della città ora in forte stato di degrado.

L’incrocio della Penna a SenigalliaNel caso specifico dell’incrocio della Penna (compreso tra la Statale Adriatica, viale Bonopera e viale Leopardi) si prevede la demolizione degli edifici diroccati che ora rendono “meno gradevole l’accesso alla città antica“, la ricostruzione con la previsione di un piano in più per allinearlo al recentemente ristrutturato palazzo Sbriscia-Fioretti, l’arretramento del complesso di diversi metri per allargare la sede stradale e infine il superamento del semaforo con l’installazione di una grande rotatoria che renda più agevole il deflusso del traffico.

L’incrocio della Penna a Senigallia: gli edifici da demolire e ricostruire visti da viale IV NovembreL’incrocio della Penna a Senigallia: uno degli edifici da demolire e ricostruireL’incrocio della Penna a Senigallia: Villa Baviera, uno degli edifici da demolire e ricostruire vista da viale Leopardi

Palazzo Sbriscia-Fioretti a SenigalliaIn tutto questo, che si configura come una nuova grossa opportunità per il rilancio economico attraverso l’edilizia, saranno però conservate le caratteristiche di storicità della zona grazie al fatto che l’area rientra nel “centro storico” (come previsto dal PRG del 1978), con tanto di recupero dei volumi e restyling in base ai criteri del Piano Particolareggiato del Centro Storico.

Mangialardi illustra il progetto sull’incrocio della Penna a SenigalliaMa non solo. Nel progetto infatti c’è spazio anche per l’interesse pubblico: oltre al generale riordino dell’area sia estetico che viario, vi sono la previsione della risistemazione di sottopassi, marciapiedi e isole spartitraffico, la costruzione di 34 abitazioni e 8 attività commerciali e infine la creazione di un parcheggio su due livelli per 49 posti auto pubblici (oltre ai 42 privati).
Per dare qualche altro numero: arrivano a due milioni di euro gli oneri di urbanizzazione, mentre raggiunge il 15% la quota riservata all’edilizia residenziale sociale (da calcolare però sul totale dei 42 volumi tra alloggi e negozi).

L’area della Penna a Senigallia a fianco di villa Baviera, ora un parcheggio liberoLa planimetria dell’area della Penna a SenigalliaIl prospetto degli edifici da recuperare nell’area della Penna a Senigallia

Ora il progetto preliminare è stato approvato, ma mancano la validazione e la certificazione che devono arrivare da una società terza. Il che rende più lunghi i tempi di esecuzione e sicuramente incerta la data di avvio dei lavori. Lo stesso Sindaco Mangialardi ha risposto: “Il termine improrogabile per la conclusione dei lavori è il 4 novembre 2015. Prima partono, prima finiscono“.

di Carlo Leone

Allegati

Commenti
Ci sono 2 commenti
peppedepelo 2011-10-27 17:46:23
ma manca qualcò
bella la planimetria belli i disegni ma....i parcheggi in dò elli???????????????????????
34 abitazioni e 8 attività commeriali + el centro commerciale ex cinema arena per un totale di 91 posti macchina tra privati e pubblici non sono pochi??????????????
Mangelon sogni il lungofiume pedonale chiuso alle macchine....cerca de sognà i parcheggi se voi fare ritornare le famiglie a vivere il centro storico!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Anonimo2011-10-28 07:48:23
"Conservate le caratteristiche di storicità della zona". Ma dove? Che rapporto ha questa esuberanza volumetrica con il vecchio Borgo della Penna (per la maggior parte ancora esistente)?.
Il restyling di base qual'è? E dov'è?
E dire che la curva della Penna avrebbe dovuta essere salvata dal traffico e dalla new-speculation.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!