SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Nominati i due nuovi primari di Pronto Soccorso e Psichiatria a Senigallia

Gianfranco Maracchini e Paolo Pedrolli nominati il 7 luglio. Ufficialmente partiranno dal 1 agosto

7.899 Letture
commenti

Gianfranco Maracchini, Maurizio Mangialardi, Franco Pesaresi, Paolo PedrolliSenigallia ha due nuovi primari. Due dei quattro che entro l’anno completeranno il quadro della dirigenza per quanto riguarda l’ospedale di Senigallia. Nella mattinata di giovedì 7 luglio sono stati nominati e presentati i due nuovi dirigenti dei reparti di Pronto Soccorso e Psichiatria: rispettivamente Gianfranco Maracchini e Paolo Pedrolli.

La determina del direttore dell’Asur ZT4 Franco Pesaresi è arrivata proprio il 7 luglio dopo il concorso pubblico che ha visto partecipare e candidarsi medici anche dalle altre regioni italiane. "Ho scelto i migliori per via della loro esperienza, del loro curricululm e delle loro conoscenze tecnico-formative e gestionali" il commento del dirigente nell’annunciare che i posti vacanti sono stati finalmente occupati.

Medici fortemente integrati nel territorio, i due nuovi primari dirigevano già da tempo i due reparti: Maracchini da un anno e mezzo, Pedrolli da due. Ufficialmente la nomina parte dal 1 agosto.

Paolo PedrolliPaolo Pedrolli, nato nel 1953, originario di Senigallia, da un anno e mezzo è il facente funzioni del reparto. Dal ’90 è fisso a Senigallia dopo alcune esperienze nelle Marche e in Lombardia. "Qui a Senigallia ho riscontrato sempre una bassa conflittualità, una alta collaborazione e professionalità e quel pragmatismo necessario per far sì che non venga mai mandato fuori dal nostro servizio alcun paziente", afferma il nuovo primario.
Ora in questa situazione difficile si pone la questione dell’integrazione dei servizi e delle persone perchè il futuro della psichiatria – spiega il medico – è fuori dalle mura ospedaliere: bisogna uscire sul territorio e confrontarsi con le associazioni di volontariato, con il privato e con i medici di base. "Solo se collaboreremo riusciremo a mantenere Senigallia un’isola felice".

Gianfranco Maracchini, classe ’55, originario di Sassoferrato, si trasferì a Senigallia nell’agosto dell’86 per un incarico di pochi mesi che poi divenne stabile. Dopo i ringraziamenti di rito per la fiducia al direttore, all’ex primario Casagrande con cui ha condiviso gli ultimi dieci anni, prende a parlare del suo reparto che conta oggi 32.000 accessi all’anno e, che vede occupate una settantina di persone tra medici, infermieri, personale sanitario, dipendenti amministrativi, autisti di ambulanze e che fa leva anche sulle attività del volontariato.

Gianfranco Maracchini"C’è sempre tanto da fare al Pronto Soccorso – la prima dichiarazione del nuovo dirigente – e anche il CaterRaduno ci ha messi alla prova: l’estate è appena iniziata" e se finora sono stati pochi i problemi qui a Senigallia, continua Maracchini, non è escluso che alcuni momenti possano registrare flussi di persone e problematiche maggiori.
Un esempio? Sabato sera, 2 luglio, complice il CaterRaduno, sono stati molteplici i giovani finiti al pronto soccorso tra ubriachi, incidenti e risse (e spesso sempre più giovani, anche 14 anni).

Nodo cruciale: liste e tempi di attesa lunghissimi. Per ridurli sono in atto da parte dell’Azienda sanitaria alcuni progetti e programmi che prevedono – in casi ben specifici, dettagliati e normati da apposita procedura – che il personale infermieristico possa accellerare i tempi dell’accettazione indirizzando i pazienti verso i reparti specifici. Una modalità che è già in vigore negli ospedali di altre regioni e non solo e che a Senigallia è avviato da oltre un mese, riportando – anche se è ancorta presto per confermarlo, precisa Pesaresi – buoni risultati, sia nello smistamento delle persone che nella riduzione dei tempi di attesa, mantenedo in estate i livelli invernali.

Poi grazie anche all’entrata in servizio quotidiana delle due Guardie Mediche a Senigallia, molti casi bianchi e verdi eviteranno la fila con conseguente beneficio anche per i codici gialli.

Attualmente sono 3 i medici fissi in servizio la mattina, di cui uno in reparto di Osservazione Breve Intensiva (OBI)-Medicina d’Urgenza, assieme a quattro infermieri e al personale sanitario ausiliario; due medici nel pomeriggio con una sovrapponibilità di un terzo medico che consente di prolungare il servizio doppio almeno fino alla mezzanotte, mentre solo un medico (più il reperibile) nella notte.

Entro la fine dell’anno sono due i reparti che vedranno la nomina dei primari: medicina interna e radiologia.
Alla presentazione dei due medici è intervenuto anche il Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi che ha salutato con positività il rispetto dell’impegno che l’Asur si era presa con la città e fatto un "in bocca al lupo" ai due nuovi primari.

di Carlo Leone

Carlo Leone
Pubblicato Giovedì 7 luglio, 2011 
alle ore 18:57
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 2 commenti
Sandra 2011-07-07 21:29:12
era ora
era ora che un medico bravo (bravissimo), serio, gentile, umano come Gianfranco Maracchini prendesse il posto da primario al pronto soccorso,per mie esperienze personali posso solo dire; complimenti Gianfranco!!!!!!
pierino 2011-07-08 11:00:56
si ma anche in questa notizia, come sempre, non manca mai la presenza del sindaco...ingerenza personale, politica, o semplice apparizione casuale? E' l'amministrazione-prezzolo
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura