SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’ex azienda di soggiorno a Senigallia, abbandonata ai senzatetto

Sporcizia ovunque, ancora lontana la riqualificazione. Reportage fotografico di due giovani inviate

7.521 Letture
commenti

L’ufficio Informazioni turistiche cittadino dietro l’Hotel MarcheDopo la segnalazione su uno degli spazi verdi più importanti e più abbandonati di Senigallia, i giardini Morandi, ecco un nuovo reportage da parte delle due giovani inviate, Maria Virginia Ferroni e Chiara Iandolo. Sotto l’occhio meccanico ed impietoso della loro fotocamera questa volta è finito l’ex centro per le informazioni turistiche di piazzale Morandi.

L’azienda di soggiorno APT, l’ufficio IAT com’è stato chiamato negli ultimi tempi, è stata ormai trasferita in piazza Manni di fianco alla biblioteca, in un punto vicino a diversi monumenti storici e turistici senigalliesi. La struttura che è rimasta nel piazzale retrostante l’Hotel Marche, ha assunto però la funzione di tetto per chi un tetto non ce l’ha.

L’ufficio Informazioni turistiche cittadino dietro l’Hotel Marche dimora per i senzatettoDefinitivamente chiuso nei mesi scorsi per via di un piano di riqualificazione dell’area che tuttora non c’è, al suo interno l’edificio custodisce ancora diverse attrezzature, tra cui computer, stampanti, fotocopiatrici.
Insomma un vero spreco tecnologico: nella peggiore delle ipotesi potrebbe essere donato alle scuole che si vedono assegnare sempre meno fondi, piuttosto che prendere polvere.

L’ufficio Informazioni turistiche cittadino dietro l’Hotel Marche dimora per i senzatettoCome sempre in questi casi la burocrazia fa il suo ruolo: la tempistica si allunga e prima di poter vedere l’edificio risistemato o perlomeno funzionante passeranno mesi. Intanto la sporcizia è dappertutto e appaiono evidenti i segni che i senzatetto "utilizzano" l’esterno della struttura come provvisoria dimora: contenitori per la pizza, buste, sacchetti di carta, bottiglie, lattine, scatole di cartone, quotidiani, riviste e persino un giubbetto. Questi i rimasugli.

L’ufficio Informazioni turistiche cittadino dietro l’Hotel Marche dimora per i senzatetto"Abbiamo trovato uno spettacolo disgustoso, scritte dappertutto, sporcizia ad ogni angolo ed evidenti indizi che facevano capire che lì qualcuno ci dorme. Tutte le porte erano chiuse, per tutto l’inverno rimane chiuso ed incustodito con computer, stampanti e fotocopiatrici ed altre attrezzature anche molto costose" è la lamentela delle due giovani reporters.

Oltre al danno per l’incuria sull’attrezzatura pagata coi soldi pubblici, la beffa di non saper ancora che fine farà l’intera area, al centro com’è di piani di riqualificazione che vedono "impegnate" Regione, Provincia e Comune. Nel frattempo la Regione ha lasciato la proprietà dell’ex hotel Bagni cedendola alla Provincia.
Quindi è ragionevole supporre che dell’ufficio Iat non si saprà nulla finchè non sarà varato un piano per il casermone, ora inutilizzato, ma che ogni tanto si allaga o presenta qualche problema.

L’ufficio Informazioni turistiche cittadino dietro l’Hotel Marche dimora per i senzatettoL’ufficio Informazioni turistiche cittadino dietro l’Hotel Marche dimora per i senzatettoL’ufficio Informazioni turistiche cittadino dietro l’Hotel Marche dimora per i senzatetto


di Carlo Leone
Foto e segnalazione di Chiara Iandolo
e Maria Virginia Ferroni

Carlo Leone
Pubblicato Venerdì 5 novembre, 2010 
alle ore 15:24
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ci sono 9 commenti
Giuseppe Giugasvili 2010-11-05 15:51:45
Stando a quanto dice l'articolo il materiale tecnologico non è stato rubato.
Se ho ben capito c'è da stupirsi favorevolmente per la correttezza morale di chi (in condizioni tra l'altro di miseria) poteva indebitamente appropriarsi di beni pubblici e non lo ha fatto.
Tanta gente ben più altolocata dovrebbe prendere lezioni.
rebecca 2010-11-05 20:02:05
Mi chiedo:perchè nella nuova struttura non hanno portato i computer, le stampanti e quant'altro
invece di ricomprare tutto con il denaro dei cittadini? E perchè lasciarlo lì inutilizzato quando nelle scuole manca di tutto?
tuttacanna 2010-11-05 20:30:56
riqualificare con mezzacanna
Alla grande RISORSA sociale che sono i mezzacanna, avevo proposto d'occupare il palazzo del turismo, ma sembra che s'attiveranno solo per la rotonda, niente di meno!
Anonimo2010-11-06 17:46:54
Anche i servizi igienici negli attigui giardini versano in condizioni di estremo degrado e ora mi sembra che siano del tutto chiusi mentre specie nella stagione estiva è indubbia la loro utilità.
maria virginia ferroni 2010-11-07 07:54:55
infatti
devo ammetere che io e la mia amica chiara abbiamo subito notato tutto , in effetti abbiamo subito notato tutto e speriamo che riusciremo a muovere qualcosa
Alberto Diambra 2010-11-07 17:06:42
Se si iniziasse ad addebitare gli eventuali danni dovuti ad incuria ed ommessa pulizia e custodia al responsabile dell'Ente che ha in carico la palazzina o che detiene le chiavi,non sarebbe ridotta così.
Anonimo2010-11-08 09:35:39
Ma un articolo sulla povera gente che non ha una casa? Sempre questi articolini sullo spreco pubblico, il degrado, ect. Giusti per carità, ma rimangono pur sempre sterili.
maria virginia ferroni 2010-11-09 16:41:07
comunque
Comunque l'articolo sulla povera gente , è anche questo , perchè lì ci dormono dei poveri
Franco Giannini 2010-11-10 07:53:54
@ I.P.82.55.86.236
In un certo qual modo può anche aver ragione, ma vede...con un "articolino", come lei riduttivamente lo definisce, non può dare concretamente, e ripeto quel concretamente, una casa a chi non l'ha, non può risolvere, e ripeto risolvere, quei problemi importanti che neppure un governo centrale riesce (o non vuole) appianare. Mentre a volte, invece, certo non sempre, si riesce con questo tipo di segnalazioni documentate con foto, a porre l'attenzione su questi problemi cittadini fatti di "piccoli (?)disservizi " che a volte "sfuggono" all'Amministrazione locale, e che, toccata sul vivo anche da qualche frase polemica, poi provvede a risolvere.
Del resto, mi creda, anche l'anonimato è una cosa sterile, eppure...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno