SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Centro BLU Marine Standard

Goldengas, prima sconfitta casalinga grazie al Ravenna e agli arbitri

Brutto stop, il secondo consecutivo, per la Pallacanestro Senigallia: conservata la seconda posizione in classifica

3.676 Letture
commenti

pallacanestroPartita da dimenticare per la Goldengas Senigallia quella di scena domenica scorsa, 29 novembre al palas di via Capanna, sia per la difesa a tratti assente sia per un arbitraggionon impeccabile. Il k.o. della capolista Recanati consente ai Senigalliesi di conservare la 2a posizione in classifica nonostante la 2a sconfitta consecutiva, la 1a in casa.

La partenza non è delle più elettrizzanti con gli attacchi imballati che nei primi 3 minuti incidono poco. Tanto equilibrio quanto nervosismo in campo nella prima metà del 1° quarto, le prime triple da ambo le parti sbloccano il risultato; a 1 minuto dal termine i padroni passano avanti di 1 (15-14) con una tripla di Monticelli che si fa perdonare 2 svarioni difensivi consecutivi, ma gli ospiti mettono a segno il sorpasso nel finale chiudendo la 1a frazione avanti 15-16.

Ravenna torna in campo più determinata, aiutata dall’ex biancorosso Berlati tenta l’allungo dopo 2 minuti di gioco (15-21). A questo punto iniziano le contestazioni agli arbitri: infrazioni di passi e chiamate dubbie danno il via alle proteste sia in campo che in tribuna e alimentano nervosismo che non aiuta una Goldengas già poco lucida in entrambe le metà del campo.
Gli ospiti mettono ordine in campo e sfruttano gli errori dei senigalliesi piazzando un break di 0-9 e portandosi a +10 dopo 4 minuti (15-25).
La musica non cambia nei minuti successivi, purtroppo la coppia arbitrale continua a far discutere e l’Acmar è mortifera da ogni posizione mantenendo il +10 a 4 minuti dall’intervallo (19-29); una tripla del play ravennate Neri regala agli ospiti il massimo vantaggio, +12 (20-32) a 3 minuti dalla sirena. Gnaccarini si carica la squadra sulle spalle e prova a dar la carica con 5 punti consecutivi, ma il pivot Puggioni risponde e si va al riposo con lo stesso distacco, 25-37 il punteggio a metà gara.

Nel 3° quarto la Goldengas torna in campo con le polveri bagnate, mentre per Ravenna la coppia Berlati-Puggioni comincia a martellare il canestro biancorosso regalando agli ospiti il massimo vantaggio fino a quel momento, +17 (25-42 ) dopo 2 minuti di gioco.
Maddaloni viene fuori e infila una tripla che oltre ai 3 punti regala fiducia ai suoi e sul ribaltamento di fronte i biancorossi passano a difendere a zona mentre sul cronometro restano 6 minuti da giocare; lo stesso Maddaloni aiutato da Monticelli cerca di riportare la Goldengas a contatto spingendo fino al -10 (36-46) a 4 minuti e mezzo da giocare, ma in 2 azioni consecutive 2 chiamate arbitrali abbastanza dubbie ”incendiano” il pubblico, e nonostante un’evidente fallo su Monticelli non venga fischiato i padroni di casa riescono a limitare i danni con l’ennesima bomba di Maddaloni e un canestro dalla media di Monticelli (protagonisti nel 3° quarto) chiudendo il parziale sul -10 (43-53).

Marco GnaccariniFilipetti in apertura di ultimo quarto sblocca i suoi con una tripla, ma la Goldengas ruota male in difesa e Ravenna riesce a liberare sempre i suoi tiratori che puniscono con freddezza la difesa biancorossa,50-67 dopo 4 minuti.
Un eroico Gnaccarini si fa ancora carico della situazione e cerca una disperata rimonta penetrando continuamente e con coraggio la difesa ospite, ma il distacco rimane invariato a 4 minuti dal termine: 54-71 Acmar.

Coach Regini tenta il tutto per tutto ordinando ai suoi ragazzi di pressare a tutto campo sin dalla rimessa, ma la scelta gli si ritorce contro: il giovanissimo Amici è protagonista di un contatto con il playmaker avversario Di Marco, quest’ultimo innesca un battibecco che verrà punito dagli arbitri con un’espulsione per i due giocatori.
Un’impennata d’orgoglio dei padroni di casa consente di ricucire parte del gap (62-77 a 2 minuti dal termine) che aveva raggiunto il massimo vantaggio sul +21 per l’Acmar Ravenna, ma le chiamate arbitrali discutibili non mancano nemmeno nel finale di gara e dopo i 40 minuti di gioco gli ospiti hanno la meglio sulla formazione senigalliese per 68-81.

Un arbitraggio più che discutibile non rappresenta tuttavia un’attenuante per la Goldengas, che in difesa non ha certo giocato la sua miglior prestazione.
Ora i ragazzi di coach Regini sono attesi dal derby con la Naturino Civitanova, dove dovranno per forza di cose interrompere la striscia negativa e ripartire subito verso il vertice della classifica in un campionato tra i più equilibrati degli ultimi anni.

Parziali: 15-16; 25-37; 43-53; 68-81.

Tabellini Goldengas: Gnaccarini 24, Pierantoni 3, Maddaloni 19, Penserini 6, Kosanovic, Filippetti 3, Esposito, Monticelli 13, Papa n.e., Amici.


di Simone Badioli

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura