SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
FAB Arredamenti Standard

Villa Bucci, il centrosinistra si schiera col sindaco di Senigallia

Roberto Primavera: "Tentativo di infangare il sindaco e screditare l'Amministrazione"

1.388 Letture
commenti

Villa BucciSulla vicenda di villa Bucci tutte le domande e i dubbi avranno risposte puntuali ed esaurienti da parte del Sindaco e della Giunta. Su ciò non abbiamo alcun dubbio e d’altronde sarebbe impensabile per i partiti che rappresentiamo pensare ad un’azione politico amministrativa che non si fondasse su onestà e trasparenza oltre che su programmi e competenza.

Inoltre, i cittadini devono sapere: nei loro confronti le risposte sono doverose, sempre. Anche quando le domande sono frutto più che altro della volontà di screditare l’avversario politico, in questo caso il Sindaco, con la diceria prima e con l’insinuazione a mezzo stampa poi.

Perché in sostanza è tutto qui il succo della vicenda: si vuole adombrare il conflitto d’interessi, sbandierando la "scoperta" del ruolo professionale del marito del sindaco, in realtà mai tenuto nascosto. Il tutto a fronte di una pratica amministrativa di routine, la ristrutturazione di villa Bucci, basata sulla normativa del Piano Regolatore vigente. Senza interventi di Giunta, senza corsie preferenziali, senza aumenti di cubature e senza alcun legame col Piano Cervellati.

Il tentativo di impostare la polemica politica cittadina su una presunta questione morale, dimostra ancora una volta l’incapacità delle opposizioni di misurarsi con la progettualità di alto livello espressa in questi anni dalla giunta Angeloni.

Roberto PrimaveraIl Centrosinistra da lei guidato ha avviato la riqualificazione urbanistica della città di Senigallia, innovato la sua immagine e potenziato la sua offerta turistica; l’ha dotata di una viabilità sostenibile, di un Piano del Verde e di un Piano Energetico Ambientale; ha investito in strutture per le politiche giovanili e sostenuto il mondo della scuola in assoluta controtendenza alle linee del governo Berlusconi; ha scelto di mantenere i servizi alla persona ad un livello tra i più alti nella nostra regione; ha riavviato, dopo anni di stallo, la politica per l’edilizia popolare e potremmo continuare.

Un tale impegno progettuale ha determinato, in questi anni, momenti di dibattito acceso e contrapposizione forte nella città, anche con i cosiddetti "poteri forti" (ma sarebbe meglio chiamarli interessi particolari). Non poteva essere altrimenti.
Né la Giunta, né i partiti che la sostengono si sono comunque mai sottratti al confronto. Altri evidentemente si.

Riteniamo che le dicerie che tentano di infangare la persona del Sindaco siano frutto del connubio tra il senso di frustrazione di alcuni esponenti della vecchia politica cittadina, loro si sensibili ai poteri forti, che faticano a ritrovare una collocazione e il massimalismo ideologico di chi trova più facile gioco nel contrapporsi alla nebulosa indistinta dei "poteri forti" piuttosto che lavorare concretamente ai problemi veri di Senigallia.

Ma non è un caso che proprio oggi quelle dicerie assumano la forma di una campagna mediatica: si tenta di oscurare il lancio delle Primarie di Coalizione del Centrosinistra, altro messaggio innovativo da parte delle forze politiche che sostengono Luana Angeloni, che chiederanno ai cittadini di partecipare direttamente, col voto, alla designazione del loro candidato a sindaco.

Partito Democratico
Italia dei Valori
Verdi
Comunisti Italiani
Repubblicani Europei

Roberto Primavera
Pubblicato Venerdì 4 settembre, 2009 
alle ore 14:41
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ci sono 3 commenti
lungomaredeserto 2009-09-05 03:40:07
eri piu' sincero quando disegnavi
adesso (...omissis...) .

pur di magna'.......
come cambia il mondo
Anonimo2009-09-06 08:35:03
Silenzi imbarazzanti?
Al difensore dei cittadini di Senigallia,

m'illumina (con la sua proverbiale imparzialità) sulla vicenda VILLA BUCCI?

Ritiene che:
1) Il conflitto d'interessi è palese;
2) Il conflitto d'interessi è inesistente, potrebbero partire querele nei confronti dei provocatori;
3) Siamo oltre il conflitto d'interessi, potrebbero esserci risvolti penali;
4) Non è nei miei compiti istituzionali pronunciarmi. pepito s.
pepito 2009-09-06 13:19:34
Quesiti
Prof. Paradisi, grazie per la chiara risposta.
Mi piacerebbe che il futuro nuovo sindaco Le offrisse il ruolo di "difensore civico" e così avremmo una difensora diversa dall'attuale (giurista?)a cui comunque erano diretti i quesiti(*) e che con buona probabilità si defilerà!

(*)
1) Il conflitto d'interessi è palese;
2) Il conflitto d'interessi è inesistente, potrebbero partire querele nei confronti dei provocatori;
3) Siamo oltre il conflitto d'interessi, potrebbero esserci risvolti penali;
4) Non è nei miei compiti istituzionali pronunciarmi.

Lacky pepito
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura