SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Guazzabugliando - Mostra personale di Francesco Maria Agolino - 7-15 ottobre 2023

Truffe online su polizze RCA e compravendite di veicoli, fioccano le denunce

Decisive le indagini della Polizia di Senigallia

1.271 Letture
commenti
Tastiera, scrivere, informatica, PC, computer

Le indagini condotte negli ultimi tempi dalla Polizia di Stato di Senigallia hanno permesso di rintracciare e denunciare gli autori di diverse truffe commesse ai danni di ignari cittadini.

In un caso un uomo, dopo essersi recato sul portale Linear.it, si era visto sottrarre la somma di 313 euro per una copertura RCA annuale che in realtà non era mai stata stipulata. Le forze dell’ordine hanno quindi denunciato per il fatto A.M., un pregiudicato calabrese con precedenti per truffa, maltrattamenti in famiglia e atti persecutori.

Simile disavventura quella capitata invece a una donna, raggirata per 513 euro mediante una finta inserzione pubblicata sul sito facile.it. Smascherata dagli agenti una giovane di 30 anni, anch’essa di origini calabresi e già nota per numerose truffe analoghe.

Un’altra vittima era invece stata contattata telefonicamente il giorno successivo alla stipulazione della polizza Rca. Nel corso della comunicazione, un sedicente dipendente della compagnia assicurativa gli aveva intimato di ripetere il bonifico, in quanto il pagamento precedente sarebbe stato sprovvisto di alcuni dati. Poco più tardi, dalla sua PostePay sono iniziati a comparire degli ammanchi, motivo per cui egli ha bloccato la carta e sporto denuncia. I poliziotti hanno infine individuato e denunciato una 30enne napoletana.

A fare le spese di un’altra truffa è stato un residente che, intenzionato ad acquistare un trattore Carraro Tigre 4300 Country, si era accordato con un venditore al prezzo di 4.100 euro. In seguito al versamento di un acconto da 2.000 euro, il proprietario del veicolo agricolo si era reso irreperibile: si tratta di un 40enne calabrese, anche lui contraddistinto da numerosi precedenti per truffa.

Un ennesimo episodio ha invece riguardato la compravendita di un’automobile, una BMW 120 D che un uomo aveva notato sul portale autoscout24 e che sarebbe stata messa in vendita da una concessionaria di Osimo. Dopo aver accreditato al venditore una caparra da 1.500 euro, la vittima del raggiro si era visto recapitare un messaggio che lo aveva informato della truffa, poi confermata dalla stessa concessionaria. La Polizia è quindi risalita all’identità del responsabile, un pregiudicato residente in provincia di Pavia.

Casi simili hanno inoltre condotto alla denuncia di un cittadino senegalese residente a Napoli e di un uomo siciliano, che al pari di altri truffatori utilizzavano dei QR code generati appositamente per farsi versare il denaro dalle rispettive vittime.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura