SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Alla Rotonda “Nell’Abbraccio di Penelope – lezione spettacolo sulla Regina di Itaca”

L'evento, mercoledì 12 luglio alle ore 21.30, apre a Senigallia gli appuntamenti per il 90° anniversario della Rotonda a Mare

Luca Bonvini - Officina impianti GPL e metano - Senigallia
Cesare Catà e Paola Giorgi

Sarà Penelope, Regina di Itaca, la protagonista del primo appuntamento degli eventi per festeggiare il 90° anniversario della Rotonda a Mare di Senigallia, mercoledì 12 luglio alle ore 21,30.

In scena uno degli spettacoli più amati nati dal sodalizio artistico tra Paola Giorgi e Cesare Catà: “Nell’ Abbraccio di Penelope – lezione spettacolo sulla Regina di Itaca”, in una nuova versione con musica originale composta ed eseguita dal vivo da Andrea Yanez Gasparrini e Adriano Brando Alessandrini.

Lo spettacolo focalizza il ruolo centrale di Penelope nell’avventura omerica: cosa spinge Ulisse a solcare i mari irti di pericoli e tentazioni? Quale è il desiderio che muove le sue azioni, mostra la sua arguzia e riempie di senso il viaggio dell’eroe omerico? Itaca! E Itaca è Penelope che attende il ritorno di Ulisse, difendendo il suo regno. Nell’Abbraccio di Penelope racconta nei suoi significati mitologici, simbolici e culturali la figura letteraria di Penelope delineata nell’Odissea di Omero. Una lezione – spettacolo in cui la recitazione si alterna ad uno storytelling dove l’approfondimento filologico si mescola naturalmente con l’ironia della stand- up comedy. Diversi i parallelismi proposti tra la Weltanschauung omerica e il mondo contemporaneo che mostrano i profondi rimandi e il valore attuale e appassionante dell’Odissea. L’attenzione è concentrata al personaggio femminile di Penelope, alla sua prospettiva, ai suoi risvolti drammatici, alla sua forza come archetipo che si ritrova nei testi di Omero; nella bellissima lettera da lei scritta al suo Ulisse, immaginata dal grande poeta latino Ovidio, in Kavafis, che esaltano la modernità e il carattere del personaggio di Penelope, Regina di Itaca.

Cesare Catà prende per mano gli spettatori e li accompagna in un fascinoso viaggio alla scoperta di Penelope a cui Paola Giorgi dà voce e anima. Le musiche di scena originali sono composte ed eseguite da Andrea Yanez Gasparrini, Adriano Brando Alessandrini.

Lo spettacolo è prodotto da Bottega Teatro Marche e Associazione Culturale LaGru, la serata è organizzata dal Comune di Senigallia, l’ingresso è gratuito.

Nell’Abbraccio di Penelope il racconto di una grande storia di amore. E di attesa.

 

Cesare Catà
Dottore di ricerca in Filosofia del Rinascimento, è scrittore e performer teatrale. Ha ideato il format dei Magical Afternoon, lezioni-spettacolo sulla grande letteratura, con cui si esibisce regolarmente in teatri, pub, spiagge e altri luoghi inusuali. Studioso versatile con all’attivo saggi scientifici di filosofia e letteratura, ha collaborato con università e centri di ricerca internazionali, tra cui la University of Hawaii di Honolulu, il Cusanus Institut di Trier, l’EPHE di Parigi, l’Istituto Italiano di Cultura di Dublino. È autore del fortunato libro di racconti “Efemeridi. Storie, amori e ossessioni di 27 grandi scrittori” (Aguaplano, 2017), e dei saggi: “Shakespeare e l’Urlo di Narciso. Viaggio nel Riccardo II” (Aguaplano, 2015); “Filosofia del Fantastico. Escursione tra i Monti Sibillini e l’Irlanda sul concetto di Fantasia” (Il Cerchio 2012); “La passeggiata impossibile. Martin Heidegger e Paul Celan tra il niente e la poesia” (Aracne, 2010); “La Croce e l’Inconcepibile. La filosofia di Nicola Cusano” (EUM, 2009). Ha tradotto e curato vari testi dall’inglese, dal latino e dal francese. Cura un blog letterario sull’Huffington Post. Da anni collabora con la Fly Communications tenendo stage formativi ai performer della sezione Broadway e dal 2016 è docente della “Scuola di musical”. Le sue ultime pubblicazioni sono “Chiedilo a Shakespeare- gli antidoti del Bardo al mare delle nostre pene” nel 2021 e “Una zattera per Itaca” nel 2022 edizioni Ponte alle Grazie.

Paola Giorgi
Diplomata alla Scuola per Attori Mario Riva, si forma con Saverio Marconi, Giampiero Solari, Valerio Binasco con cui studia e collabora. Il suo percorso inizia con la Compagnia della Rancia: nel ‘94 è in Arlecchino servitore di due padroni e Il Campiello di Goldoni regia di T. Paolucci; nel 1996 è in Cantando sotto la pioggia e poi in Pinocchio regia di S. Marconi. Dal ‘99 con la Compagnia del Teatro Stabile delle Marche, diretta da G. Solari recita in Scene d’amor perduto da Shakespeare regia M. Navone, Bambini di notte di F. Soldi regia M. Conti, Commedia Ridicolosa da Goldoni, Dario Fo e Ruzante regia T. Paolucci, Deus ex Machina di Woody Allen, regia P. Quartullo, Vernichtet regia L. Moretti, Nozze da Checov, Majakowskji, Brecht regia G. Solari, l’Isola regia P. Galassi, Roberto Zucco di Koltés regia Cherif, Sei personaggi in cerca d’autore di Pirandello regia C. Cecchi, Il giardino dei ciliegi di Checov, regia T. Paolucci. Dal 2015 direttore artistico di Bottega Teatro Marche con cui produce e interpreta Stampe del cielo da Federico Garcia Lorca, Giorni Felici di Beckett regia A. Anconetani, D la principessa Diana e la Palpebra di Dio di Catà, regia L. Moretti. Nel 2020 è in “Brancaleone, viaggio di inizio millennio” di Scarpelli, Monicelli, regia G. Solari prod. Galassie. In TV è in Carabinieri 7 regia S.Martino e Piper regia F. Vicario. Direttore artistico di Bottega Teatro Marche, responsabile della sede marchigiana i O.T.I. Officine del Teatro Italiano, è stata direttore organizzativo del Teatro Gentile di Fabriano (2004-09) e del Teatro Sala Umberto di Roma (2017-18) e Responsabile delle Relazioni esterne ed istituzionali del Teatro Brancaccio di Roma. Con Bottega Teatro Marche ha diretto artisticamente numerosi progetti del Festival MaRcheStorie, della Regione Marche. Da anni ha una solida collaborazione artistica con Cesare Catà con cui realizza lezioni – spettacolo su argomenti vari e corsi di storytelling aziendale. È socio aderente del Consorzio Marche Spettacolo e della Rete del Welfare Culturale delle Marche.

Andrea Yanez Gasparrini
Nato a Macerata nel 1975 inizia il suo percorso nel mondo della musica da piccolissimo imbracciando la prima chitarra all’età di sei anni. Frequenta il Liceo Classico per poi intraprendere gli studi in Filosofia e nel frattempo da inizio alla sua attività musicale collaborando con un suo compagno di liceo, l’attore David Quintili, per la produzione del primo spettacolo teatrale dedicato alle Città Invisibili di Calvino che porta in scena in diversi teatri della Regione iniziando una duratura collaborazione che vedrà di lì a poco la presenza del chitarrista, compositore e Direttore artistico Gianluca Gentili con il quale avvia una intensa attività concertistica e sonorizza lo spettacolo teatrale dedicato alla poesia del ‘900 “da Nadir a Zenith”. Inizia fin da subito a sviluppare una spiccata propensione poli-stumentistica che lo vede impegnato nell’approfondimento degli strumenti a fiato della tradizione nordeuropea, (irlandese e scozzese), delle percussioni e degli strumenti a corda. Partecipa a diverse formazioni nell’ambito del folk-jazz e della musica tradizionale che lo porterà a partecipare a numerosi Festival di genere e rassegne di musica acustica suonando con musicisti quali Francesco Savoretti, Roberto Gazzani, Andrea Morandi, Paolo Sorci, Marco Postacchini, Riccardo Trasselli, Angelo Casagrande, Luciano Monceri, Maurizio Serafini, Carlo Celsi fino alla condivisione del palco con il virtuoso della cornamusa irlandese Davy Spillane.
Nel 2018 partecipa in qualità di ospite alla finale di Musicultura allo Sferisterio di Macerata accompagnando Fabrizio Pollio. Attualmente si dedica principalmente alla sonorizzazione di spettacoli teatrali collaborando stabilmente con Cesare Catà.

Adriano Brando Alessandrini
classe 1992, è un musicista, grafico e web designer, Fin dall’ età di undici anni individua la chitarra come suo mezzo espressivo privilegiato, elaborando nel tempo uno stile e un suono molto personali. Fin da giovanissimo suona in molteplici contesti e dà vita al progetto solista GEBO, in cui musica ambient, soul e elettronica si fondono. Fonda la La Sonda, che nel 2014 registra il primo EP nei Battersea Park Studios di Londra ed è finalista al concorso “Musica da Bere 2016” insieme a band come Pinguini Tattici Nucleari e Rappresentante di Lista. La band partecipa al Festival delle Generazioni al Teatro Manzoni di Bologna e al contest Sanremo Rock Trend Festival 2016. Nello stesso anno entra a far parte della compagnia di improvvisazione teatrale Rishow, con cui si forma anche a livello teatrale e partecipa, come musicista a diversi spettacoli del format lezione – spettacolo di Cesare Catà. Nel 2022 si forma al Politecnico di Milano come UX designer e segue lezioni di produzione musicale con la cantautrice e produttrice Federica Ferracuti, in arte HU. Nell’ ultimo anno compone colonne sonore per spettacoli teatrali come “Noi siamo uno” di Simone Rossetti e inizia a collaborare con le aziende nel campo del Sound Branding

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno