SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Adiguest - Valorizzazione B&B, case vacanze, agriturismi, alberghi

Il liceo Perticari di Senigallia ha ora la sua rivista

Sarà presentata alla città sabato 11 dicembre a San Rocco

rivista

Ferve l’attesa in città per la presentazione della nuova rivista “il Perticari” che nasce, nel 160° anniversario del primo anno liceale, dalla sinergia tra il Liceo senigalliese – istituito nel 1860 dal commissario sabaudo Lorenzo Valerio, primo nelle Marche insieme a quelli di Macerata e Fermo – e l’Associazione di Storia Contemporanea.

L’appuntamento è per sabato 11 dicembre, all’Auditorium S. Rocco, alle ore 18.00: porta i saluti alla cittadinanza un ex alunno del “Perticari”, il sindaco Massimo Olivetti. Direttore della nuova rivista è il prof. Marco Severini, docente di Storia dell’Italia contemporanea e di Storia delle Donne presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata e presidente della sopra citata Associazione.

La nuova rivista, edita da Aras, si pone come uno strumento di riflessione critica sulla cultura e di approfondimento delle principali discipline umanistiche e sociali. “Si riprende così la funzione di riferimento culturale – dice il direttore – per la comunità che il Perticari ha svolto, con strumenti diversi, lungo un secolo e mezzo di storia, anche se intendiamo rivolgerci a una comunità più ampia, grazie alla tecnologia digitale che fa ormai parte della nostra esistenza. È un incontro, che ci auguriamo fruttuoso e longevo, tra il mondo della ricerca scientifico-umanistica e quella della scuola e della formazione. Ringrazio tutta la redazione per il puntuale lavoro svolto”.

Questo primo numero presenta, dopo i saluti del Direttore e della Dirigente (che coordinano la serata), un’articolazione composita, frutto del desiderio da parte della nutrita redazione (Fulvia Principi, Patrizia M.G. Confalonieri, Raffaella Onori, Giovanni Frulla, Roberto Mancini, Gabriele Rocchegiani, Antonella M. Paolucci, Lidia Pupilli, Giordana De Liguori) di informare il lettore sui primi tempi del Liceo nel nuovo contesto nazionale e di spiegare come Senigallia entrò in quest’ultimo, sul problema che affligge il nostro tempo (la pandemia da coronavirus), su recenti esperienze didattiche che hanno visto gli alunni del “Perticari” in prima fila.

La completano un brillante saggio di Roberto Mancini sul sistema educativo di Paolo Cingolani, indimenticato professore scomparso nel 2019, una rubrica di narrativa contenente due racconti inediti e un’altra di segnalazioni sul mondo dell’arte, della letteratura, della storia, del cinema e dello streaming. In particolare, Donato Mori (socio ASC) ha ricostruito, sulla base di una originale ricerca d’archivio, il primo anno liceale senigalliese del 1861-62: primo preside fu il quarantenne avvocato vicentino Francesco Poletti che trovò a Senigallia sei studenti sui quali i docenti non espressero giudizi particolarmente lusinghieri a causa del ritardo e delle difficoltà logistiche con cui era partito il primo anno liceale; eppure uno di questi allievi fu Angelo Maierini che, nipote del patriota Girolamo Simoncelli, ricevette al termine di quell’anno un premio e più tardi divenne insigne giureconsulto.

Tra i docenti del 1861-62 si notarono alcune discordie, anche se il preside Poletti era convinto del fatto che i professori dovessero confrontarsi e cooperare tra loro per conseguire lo scopo essenziale dell’istruzione, “l’educazione intellettiva e morale della gioventù”. Poletti era stato nominato dal ministro della Pubblica istruzione Francesco De Sanctis il 6 ottobre 1861, un martedì. Così come un martedì era stato l’11 settembre 1860, il giorno in cui l’esercito piemontese guidato dal generale Cialdini era entrato nelle Marche, varcando il fiume Tavollo, per mettere fine alla secolare dominazione papalina e far entrare i nostri territori nella famiglia italiana. Il passato torna ad essere presente attraverso una proposta culturale originale e brillante che vuole dialogare innanzitutto con i giovani (non pochi, tra gli autori di questo primo numero de “il Perticari”, hanno lasciato i banchi da poco) per poi riferirsi alla comunità e agli stessi ex studenti che hanno frequentato lo storico Liceo posto lungo il Misa.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura