SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Hotel Turistica - Hotel Senigallia (Ancona) - Vacanze al mare

Zona gialla e inizio della stagione balneare: la parola ad un operatore turistico di Senigallia

Video intervista a Marco Moschini, portavoce di "Confartigianato stabilimenti balneari"

2.915 Letture
commenti
Marco Moschini

Dopo diverse settimane in cui la Regione Marche è dovuta sottostare alle regole della zona arancione, a partire da lunedì 26 aprile è previsto il ritorno in zona gialla.

Il passaggio ad una categoria meno restrittiva, non è sinonimo di pericolo scampato, ma il rispetto e l’attenzione delle norme anti contagio restano fondamentali per evitare una risalta dell’indice Rt, con conseguente retrocessione di zona.

Con il ritorno al colore giallo ripartirà anche il settore della ristorazione, fino ad ora limitato al solo asporto. Nel nuovo decreto è stata anche inserita una grande novità che riguarderà appunto bar e ristoranti: dopo sei mesi sarà possibile svolgere anche il servizio serale.

Resterà però ancora invariato l’orario del coprifuoco e dunque sarà possibile cenare e bere solo fino alle ore 22. Le riaperture serali di bar e ristoranti sono inoltre state concesse, ma limitatamente a quei locali che possono garantire un servizio all’aperto.

Per quello che riguarda gli spostamenti, dal 26 aprile sarà consentito muoversi tra le Regioni diverse nelle zone bianca e gialla. Sarà invece possibile spostarsi tra le Regioni e le Province autonome in zona arancione o zona rossa, sono se si è muniti del “Green pass”, un certificato che attesti la vaccinazione, la negatività al tampone o l’attestazione della guarigione da Covid-19.

Rimane la regola di una sola visita al giorno consentita, con la possibilità però di poter ospitare fino a quattro persone contemporaneamente in casa.

Passando alla scuola, anche i ragazzi delle scuole superiori e gli studenti universitari potranno terminare l’anno scolastico in classe, con una presenza garantita dal 70% al 100%.

Dopo oltre un anno sarà possibile tornare al cinema e a teatro, ma al 50% della capienza con un massimo di 500 posti al chiuso e di 1.000 all’aperto.

Buone notizie anche per gli appassionati di sport, dal 26 aprile infatti sarà consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e contatto. Le piscine all’aperto dovranno attendere il 15 maggio e le palestre il 1 giugno.

Con l’arrivo della stagione estiva, si aggiunge un’altra categoria che ha atteso il via libera e direttive per le aperture, ovvero gli operatori balneari. Il nuovo decreto legge ha stabilito l’inizio della stagione balneare per sabato 15 maggio. Manca ancora qualche settimana e i titolari degli stabilimenti balneari stanno completando gli ultimi lavori e si stanno organizzando per gestire quella che sarà la seconda stagione convissuta con il problema Covid-19.

Non sono ancora state emanate e illustrate nel dettaglio quelle che saranno le regole da dover rispettare sotto l’ombrellone, ma in attesa di direttive precise, la redazione di Senigallia Notizie ha voluto dare la parola ad un operatore turistico della città di Senigallia.

Lavori in corso, prenotazioni e prospettive per il turismo estivo 2021, ne parla in una video intervista Marco Moschini, titolare di uno stabilimento balneare di Senigallia e portavoce di “Confartigianato stabilimenti balneari”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura