SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fabrizio Volpini sottoscrive il documento “Marche: la salute che vorremmo”

Si tratta di un appello lanciato a tutela della sanità pubblica da diversi professionisti in ambito sanitario

1.008 Letture
commenti
Fabrizio Volpini candidato Sindaco - Elezioni Comunali Senigallia 2020
Sanità, salute

Se c’è qualcosa che questo virus ci ha insegnato è sicuramente che la sanità deve essere pubblica, territoriale, accessibile a tutti, ben organizzata, garantire cure gratuite e dignitose. Per questo il candidato Sindaco Fabrizio Volpini insieme a tutta la coalizione sottoscrive il documento “Marche: la salute che vorremmo” con cui un gruppo di professionisti del settore sanitario della regione Marche lancia un appello alla politica per salvaguardare la sanità pubblica.

Volpini aderisce al documento non solo perché ne condivide i valori e principi ma perché in esso si rispecchia, rivede la propria idea di sanità e tutto il proprio impegno politico e personale come medico e come uomo di centrosinistra.

Dieci sono i punti in cui si articola il documento e che sintetizzano i valori e le priorità che la sanità deve perseguire, tra cui: prevenzione, tutela delle fragilità, medicina del territorio, medicina dell’emergenza, risorse umane.

Se oggi la sanità fosse centrata sui principi della prevenzione e della territorialità, due concetti fondanti del documento, sicuramente sarebbe più efficiente e capace di ridurre le ospedalizzazioni dei pazienti. Il problema di salute in questo modo viene affrontato prima a casa o nell’area più vicina al proprio domicilio: un nuovo modo di vedere la sanità capace di farci risparmiare tempo, denaro e soprattutto salute.

Il potenziamento dello screening dei tumori, della salute negli ambienti di lavoro, della sicurezza ambientale e di quella alimentare, ad esempio, insieme ad una erogazione territoriale dei servizi sono presupposti imprescindibili per la sanità del futuro. Una nuova organizzazione sanitaria significa che la formazione universitaria e della ricerca finanziata dalla Regione devono, si legge nel documento, “svilupparsi con modalità innovative coerenti con i nuovi modelli culturali ed organizzativi”.

Per cambiare l’organizzazione bisogna rimettere in discussione il sistema di reclutamento per gli incarichi dirigenziali che deve essere fatto, precisano, “esclusivamente sulla base di comprovate competenze professionali e scientifiche”.

Oltre alle figure professionali, nella sanità un ruolo centrale lo riveste il paziente e in particolare coloro che soffrono di “malattie croniche, mentali, dipendenze patologiche, disabilità gravi, neuropsichiatria infantile e malattie rare. “Va data priorità alle politiche di tutela delle fragilità”, si legge al punto due del documento, “e in particolare va data una specifica rilevanza alla rete delle cure palliative precoci”.

 

da: Comitato Fabrizio Volpini Sindaco

Commenti
Ci sono 2 commenti
leofax 2020-08-16 12:24:30
"Marche: la salute che vorremmo". Ma perchè fino ad ora in Regione, non c'era e c'è tutt'ora Lei Dottor Volpini ? Vi siete svegliati dal letargo? O per caso, per qualche motivo che non conosco, siete capitati per caso, nel blasonato ospedale Principe di Piemonte di Senigallia e avete visto una struttura in pezzi, con il personale sfiancato dalle fatiche pre e post Covid 19?
Ma la cosa più strana è la firma dell'articolo : Fabrizio Volpini Sindaco. Mi sono sfuggite le elezioni comunali e regionali di settembre, senza essermene accorto!!!!!
Leonardo Maria Conti
arcimboldo 2020-08-17 18:39:08
Questo articolo dimostra il trasformismo di coloro che frequentano il PD!!! Hanno preso la malattia dei 5 Stelle, dire bugie facendole passare per verità ed imputando i loro errori agli altri, soprattutto all'opposizione. A volte mi chiedo se in Italia ci siano ancora persone che ragionano visto che siamo in mano ad un governo di farabutti, parassiti, improvvisati ed incompetenti. L'Italia è il Paese più bello al mondo, con una storia millenaria che questi fantocci che ci governano stanno vendendo ai loro padroni per trenta denari!!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura