SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: coltiva marijuana in casa, giovane arrestato

Giudizio direttissimo per un venticinquenne, condannato a 1 anno e 4 mesi

3.054 Letture
commenti
BMW Service Cappello Antonio - Officina approvata BMW a Senigallia
Droga sequestrata

Ancora un colpo inferto dal personale del Commissariato di P.S. di Senigallia alla realtà locale dello spaccio e della produzione di sostanze stupefacenti. 

Gli agenti del Settore Anticrimine, costantemente impegnati nell’analisi del fenomeno e nella individuazione di soggetti gravitanti nel mondo dello spaccio e degli utilizzatori di sostanze, specie tra i più giovani, hanno effettuato un’attività di polizia giudiziaria che ha condotto alla individuazione di una coltivazione “a domicilio” di marijuana ed al sequestro di altra marijuana già essiccata e pronta per essere immessa nel mercato.
 
In particolare, i poliziotti  hanno eseguito un controllo approfondito presso l’abitazione di un giovane senigalliese, poco più che venticinquenne, disoccupato.
 
Questi, inizialmente negava di possedere sostanze stupefacenti poi, davanti ai poliziotti, ha ammesso di aver nascosto una busta piena di marijuana già essiccata e pronta per la cessione.
 
Nell’occasione venivano trovati strumenti idonei al confezionamento.
 
Ma gli agenti si sono ulteriormente insospettiti per il comportamento del giovane e, dalle ulteriori verifiche, hanno scoperto che, all’interno dell’abitazione, in una stanza, vi erano anche alcune piante di marijuana, giunte a diverso grado di maturazione, che il ragazzo avrebbe coltivato utilizzando i necessari prodotti. 
 
Inoltre il giovane era in possesso di tutta la complessa struttura idonea ad impiantare una coltivazione di cannabis – con tanto di telo oscurato, lampade UV, concimi e impianto di aerazione – in grado di produrre elevati quantitativi di sostanza stupefacente.
 
Droga sequestrataI poliziotti del Commissariato di P.S. di Senigallia, dunque, procedevano a trarre in arresto il venticinquenne per il reato di detenzione con fini di spaccio e coltivazione di sostanza stupefacente, sequestrando la sostanza e le piante trovate per un peso complessivo pari a circa 700 gr.
 
Il giovane, dapprima sottoposto agli arresti domiciliari, veniva poi condotto avanti al Giudice del Tribunale di Ancona per la convalida dell’arresto, cui seguiva il giudizio direttissimo di seguito al quale veniva condannato alla pena di anni uno e mesi quattro di reclusione, con il sequestro della sostanza e di quanto utile alla coltivazione.
Andrea Pongetti
Pubblicato Mercoledì 29 luglio, 2020 
alle ore 11:30
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura